Pinto: «interessi comuni con Cidonio, mediazione via principe» (audio)

Nel corso di Alta Marea, la trasmissione radiofonica di approfondimento di Ondaradio, il sindaco di Rodi Garganico Nicola Pinto ha fatto il punto sui contrasti con l’Impresa Pietro Cidonio SpA concessionaria del porto turistico e sul responso positivo del TAR Puglia per il mantenimento dell’ufficio del Giudice di Pace di Rodi Garganico.

Affrontato anche il delicato tema dell’ubicazione del depuratore a Lido del Sole e dell’ingente debitoria del comune di Rodi Garganico.

87 commenti

  1. Lucrezia Ottaiano

    Caro VINCENZO. .io non sono una persona istruita come te..e forse non mi so spiegare. !!! E non me ne vergogno perché nella vita o dovuto fare altro. ..ti voglio solo scrivere ..cosa che a me non piace fare..quando e dove vuoi ti do delle spiegazioni a voce guardandosi negli occhi podarsi che così comprenderai cose ch’è tu non sai.!!!se ti riferisci a i complimenti che sono stati fatti a l amico tuo il giorno dell innagurazione del porto ..c’ero anch’io ti spiego megli e stato solo una caricatura e presa per il c….forse persone colte come te non riescono a copredere..

  2. Lucrezia Ottaiano

    È ti voglio scrivere un’altra cosaquando scrivi non affiancare il mio nome a altre persone. ..

  3. Luigi Russo

    Signor Vincenzo Campobasso io sono luigi russo e lei continua a riferirsi alla mia persona chiamandomi prima Luigi Ottaviano (probabilmente una crasi tra me e Lucrezia Ottaviano) e poi riferendosi a me con il nome di Michele Montecalvo che è un altro ragazzo di Rodi che pure ha commentato questo post.
    Quindi rilegga attentamente i commenti scritti da me e trovi la parte dove io accuso lei di non conoscere l’italiano, cosa che non ho mai scritto e sinceramente nemmeno pensato (Luigi russo! ) e la invito prima di rivolgere alla mia persona espressioni gergali quale “na magnà di Pen cot” a leggere almeno chi sia colui che le scrive commenti che reputa inappropriati.
    Mi fa piacere che ci siamo riferiti a due occasioni diverse, ma ero presente anche alla posa della prima pietra e non ricordo proprio le lodi di cui lei parla, tuttavia non mi sembra il caso di insistere più a riguardo.
    Salutandola, la ringrazio per il suo “augurio sincero”.

  4. Vincenzo Campobasso

    Ti è sfuggito di leggere ciò che, qui sopra, ho detto al signor Michelke Montecalvo: io non ho riferito parole udite all’INAUGURAZIONE DEL PORTO, ma quelle pronunciate alla POSA DELLA PRIMA PIETRA, un paio di anni prima. Chiarito questo, ti invito a leggere, se non lo hai già fatto, quel che ti ho scritto in MESSAGGIO. Io non faccio caso alla cultura del mio prossimo: se una persona merita stima ed amicizia, io sono sempre pronto a dargliele: mio padre aveva frequentato (ripeto, FREQUENTATO, la prima elementare), mia madre la quarta. Perché dovrei far pagare conti a chi non ha conseguito un diploma od una laurea?

  5. Nicola Di Viesti

    Il problema è il porto o il comune ? Il porto è molto bello, è come era raffigurato sul plastico quasi. Manca solo la motonave delle tremiti ormeggiata alla sua destra prima del save’. Peccato perché in quel punto invece di 5 metri di profondità di acqua oggi c’è tanta sabbia da far invidiata a molti concessionari di lidi balneari. chi con entusiasmo ha creduto in questo bel progettodal punto estetico. anch’io ero entusiasta della realizzazione dello stesso , deve ammettere che sotto il profilo funzionale qualche grosso problema c’è.

  6. Luigi Russo

    Forse Lei non ha capito che lo studente universitario di Milano sono io, e non il signor Montecalvo quindi chiarisca a chi era riferito il suo commento precedente, perchè io non l ho mai accusata di non conoscere l’italiano!

  7. Vincenzo Campobasso

    Sì. signor Luigi Russo, ha ragione: ho fatto un po’ (un bel po’) di confusione tra lei e Montecalvo. Comunque non ho detto che sono stato accusato io di non conoscere l’italiano. Si tratta sicuramente di altro TARGET. A chi ha mosso l’accusa ho voluto far notare che non era all’altezza di farlo. Le chiedo umilmente scusa per questo frainteso, od errore che dir lo voglia. Per il resto, ciascuno di noi rimane nelle proprie posizioni, nei propri convincimenti. In queste faccende, sarebbe salutare un semplice faccia a faccia, magari davanti ad una tazza di fumante caffè. Mi dispiace.

  8. Nicola Di Viesti

    Ora cerchiamo di risolvere i problemi perché fb è un mezzo di discussione , ma anche di pubblicità. Certamente in questo modo danneggiamo l’economia di questo piccolo, bello e affascinante paese

  9. Carmine d

    Non ho risposto precedentemente nonostante le insistenze di chi afferma che sono state tessute lodi nei confronti di Pinto a proposito della costruzione del porto. Ebbene! Siccome non ho il cervello all’ammasso dichiaro che quel 12 maggio 2007 alle ore 11,30, sul palchetto in fondo al vecchio piazzale ho proferito in maniera del tutto sarcastica la seguente frase: ” Grazie anche al Presidente della Comunità Montana dott. Nicola Pinto! Grazie anche a Lei per la Sua interferenza! ” Queste parole furono dette in virtù di tutte le porcherie che l’esimio Pinto aveva tentato di fare contro e non in favore del porto! Più volte aveva tentato di bloccare l’autorizzazione perchè di li a pochi giorni ci sarebbero state le elezioni amministrative e l’approvazione della concessione da parte della Regione avrebbe sancito la sua annunciata sconfitta elettorale. Ci sono fior di testimoni a suffragio di quello che sto dichiarando! Alcuni nomi? Il consigliere regionale del PD Dino Marino, il consigliere regionale Franco Ognissanti, l’ex parlamentare della margherita Giovanni Procacci e non ultimo lo stesso assessore Guglielmo Minervini. Badate bene! Tutta persone del centro sinistra e quindi lontane dalla mia collocazione! Inoltre, il consigliere del PD Dino Marino venne a Rodi, chiamato dal sottoscritto e nella pubblica piazza svergognò il Sin. Pinto per aver agito in maniera indecorosa nei confronti dell’avversario politico e degli interessi del suo paese! Pertanto, cortesemente evitate di tornare su questo episodio vergognoso di Rodi!

  10. Vincenzo Campobasso

    Pace fatta, anche se staremo su sponde opposte? Mi riferisco a Luigi Russo

  11. Luigi Russo

    Certo signor Campobasso! Anche io resto della mia idea, sopratutto dopo la precisazione di dell’allora sindaco d’Anelli, ma mi auguro di poterne discutere con lei tranquillamente davanti ad un buon caffè quest’estate sul porto. Buon pomeriggio.

  12. Vincenzo Campobasso

    Al signor d’Anelli: il senso di quel che avevi detto lo avevo ben registrato. La seconda parte, quella che tu dici essere stata SARCASTICA, effettivamente mi era sfuggita. Se non fosse successo, non avrei insistito. Non mi sto scusando, comunque. A me era parso che tu parlassi con parole sincere, non ipocrite. Non ero e non sono abituato al politichese, né come atti né come parole. Per fortuna, ciascuno per la propria strada. .

  13. Luciano Di Biase

    Secondo me ci vuole una collaborazione politica e che sia per il bene del nostro paese.oggi la gente di rodi viaggia su due fasi quindi quando vanno a votare ce solo confusione e idee sbagliate. Secondo il mio giudizio a rodi ci deve essere un unione politica.altrimenti possiamo parlare fino all.anno prossimo saremo sempre punto e daccapo

  14. Donato Petrosino

    Una sola precisazione: se Pinto e i suoi avessero lavorato per il porto, tutti noi gliene avremmo dato merito, sincero ed adeguato all’impegno profuso. Vero, invece, il contrario e lo dimostrano le difficoltà avute in partenza con la concessione demaniale in un assessorato regionale governato da forze politiche semplicemente non allineate al problema; il Pinto in vita politica aveva un solo desiderio, quello di realizzarlo il porto, ma non ne è stato capace perché non era nel suo DNA. Quanto alle difficoltà attuali, nella gestione di un contratto a lungo termine, il rapporto negoziale è fondato prima di tutto su una condizione di proficua e leale collaborazione tra le parti, cosa, questa, che è venuta a mancare per scelte improvvide del sindaco che ha ritenuto di contrapporsi alle posizioni del concessionario e di usare a suo piacimento il potere di ordinanza sugli equilibri degli assetti finanziari definiti contrattualmente. Il resto è più facile intuirlo che spiegarlo. Ed infine, esponendo un principio di verità non si fa danno all’immagine ed al fascino di Rodi, che restano forti ed immutati nel tempo, a prescindere, ma si schiariscono le idee a chi, con o senza padronanza di linguaggio, si pone tanti interrogativi spontanei senza avere sufficiente conoscenza degli atti e dei fatti, in presenza della quale, ne sono sicuro, esprimerebbe un giudizio critico diverso, forse più distinto ed anche un pochino più incazzato!

  15. Lucrezia Ottaiano

    Speriamo che anno capito!!

  16. Carmine d

    Parlo politichese a chi usa la politica a suo scopo e consumo. Alla mia gente ho sempre parlato sincero e con i fatti alla mano. Sono convinto che non ti saresti mai scusato anche davanti all’evidenza dei fatti, anzi, come al poker rilanci usando il termine ipocrita che sai perfettamente che non si addice affatto alla mia persona. Ognuno conosce i propri natali e di questo sono fiero e me ne vanto. La strada poi…..be quelle per fortuna c’è ne sono tante, l’importante è che siano molto distanti tra loro!

  17. Luciano Di Biase

    Oggi la puglia e solo salento

  18. Lucrezia Ottaiano

    Luciano maaa oggi ..non lavori? Mi meraviglio di te ch’è sei un imprenditore venuto da 0 come me..il Gargano non a niente da invidiare a nessuno. ..ricordati che Rodi e sempre il tuo paese cosa che dovresti difendere e ammirare ..fin che morte non ti separa.!!

  19. Luciano Di Biase

    Forsse non ai capito ezia io sono innamorato di rodi pero voglio precisare ci parlo anche male nello stesso tempo e la verita”

  20. Luciano Di Biase

    Ezia mi fosse piaciuto rimanere nel mio angolo di paradiso come ai fatto tu e ti ammiro per quello che stai facendo

  21. Lucrezia Ottaiano

    Si però i miei mi anno insegnato una frase. .no pghian a merd da der…e frictl .faccc…devi sempre e tutto a posto. ..sai Rodi e un paese turistico e c’è gente che vive di turismo e non è giusto ché mettiamo in difficoltà gli operatori turistici che anno mille problemi ..colgo l occassione di salutarli…fatevi forza….parlando male su questo mezzo (fs) ch’è ci sono tante orecchie che usano i nostri sfoghi..per buttare cacca nel nostro unico bel paese ..ch’è ancora tanto da dare e offrire..per noi e i nostri figli..

  22. Lucrezia Ottaiano

    Ti ricordi quando eravamo piccoli ché giocavamo in mezzo la stada senza problemi. ..paure con spensieratezza. ..i nostri genitori erono traquilli e sereni senza pura ch’è ci potesse succedere qualcosa nel nostro piccolo e bello paesino.!! Ti posso dire che addistanza di 40 anni la nostra Rodi e rimasta cosi ..adesso sono nonna e mio nipote gioca nei vicoli e nelle stradine come giocavamo noi..con serenità. .cosa che in una città come .Milano non succede per quello ch’è c’è. .e tu ne puoi dare atto..

  23. Luciano Di Biase

    Lo spero per chi accetta di vivere a rodi ma purtroppo a rodi ancora oggi ti dico che non ce futuro quindi sono daccordo con te che ai detto pign a merd e mintl facc pero” posso anche dire che u saz non cred o diun

  24. Luciano Di Biase

    I tuoi figli arrivera” il giorno che ti diranno mamma io vado via come abbiamo fatto noi e poi mi telefonerai e tu stesso melo dirai.oggi e cambiato tutto cara ezia

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici