Cronaca

Monte, confiscate l’auto di Pinto e la quota di una casa di Maratea

L’auto di Nicola Pinto, presidente della Comunità montana del Gargano, e la quota di un appartamento di Peppino Maratea, assessore dimissionario alla cultura dello stesso ente, sono state sequestrate dagli agenti della sezione di polizia giudiziaria del Tribunale di Foggia, nell’ambito dell’inchiesta che lo scorso 11 gennaio ha portato agli arresti domiciliari i due noti amministratori garganici con l’accusa di ...

Leggi Articolo »

Monte, no alla scarcerazione di Pinto e Maratea

Il Tribunale della libertà di Bari ha rigettato il ricorso difensivo, restano quindi detenuti agli arresti domiciliari Nicola Pinto, 60 anni di Rodi, presidente della Comunità montana del Gargano; e Peppino Maratea, 69 anni, di Vico, assessore alla cultura dimissionario dello stesso ente. CONCUSSIONE – Furono arrestati la mattina dell’11 gennaio con l’accusa di concussione, dai poliziotti della sezione di ...

Leggi Articolo »

Comunità Montana del Gargano: restano agli arresti Pinto e Maratea

Restano agli arresti domiciliari Nicola Pinto e Giuseppe Maratea rispettivamente ex presidente e ex assessore alla cultura della Comunità Montana del Gargano accusati di concussione per una presunta mazzetta da 20.000 euro. I giudici del tribunale della libertà hanno rigettato la richiesta presentata dai legali dei due indagati di annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare del gip di Foggia. I legali ...

Leggi Articolo »

Pinto e Maratea: il tribunale si riserva di decidere sugli arresti

Per il momento restano agli arresti domiciliari il presidente della comunità montana del Gargano, Nicola Pinto e l’ex assessore alla cultura Giuseppe Maratea indagati per concussione. Ieri i giudici del tribunale della libertà, chiamati a decidere sul ricorso presentato dai legali dei due indagati Michele Curtotti e Raul Pellegrini, si sono riservati di decidere. Pinto e Maratea sono accusati di ...

Leggi Articolo »

Finirà davanti al Csm l’inchiesta sul procuratore?

Visto anche il clamore della vicenda, è possibile che pure il Consiglio superiore della magistratura possa finire per occuparsi della tranche dell’inchiesta sul «caso Mastella» che chiama in causa il procuratore capo di Foggia, Vincenzo Russo, per il quale i pm di Santa Maria Capua Vetere, Alessandro Cimmino e Maurizio Giordano, avevano chiesto l’interdizione, richiesta rigettata dal gip Francesco Chiaromonte ...

Leggi Articolo »
error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici