Bloccata la processione del 2 Luglio

processione-2-luglio-rodiClima da sommossa popolare a Rodi Garganico durante la tradizionale processione del 2 Luglio in onore della Madonna della Libera e San Cristoforo.

A scatenare la protesta, la mancata autorizzazione all’incendio dei fuochi pirotecnici all’uscita e al rientro della processione dedicata ai Santi Protettori di Rodi Garganico, una tradizione plurisecolare che accompagna la Madonna della Libera e San Cristoforo tra le vie della cittadina e che quest’anno non aveva avuto le necessarie autorizzazioni.

A poche centinaia di metri dal Santuario dedicato alla Madonna della Libera, i portatori hanno poggiato le statue a terra e “incrociato le braccia” protestando animatamente contro le forze dell’ordine e l’amministrazione comunale. Un malcontento crescente e generalizzato gridato a gran voce da centinaia e centinaia di persone che si sono unite alla protesta dei portatori facendo salire la tensione. Gli animi si sono rasserenati e il corteo ha potuto riprendere il suo percorso solo una mezz’ora dopo quando lo stesso sindaco ha firmato l’ordinanza che autorizzava la ditta specializzata a posizionare i fuochi in piazza Padre Pio e ad accenderli in occasione del rientro della processione.

Fatti inauditi per alcuni e che comunque non si ricordano a memoria d’uomo, segno inequivocabile di quanto in questo periodo siano tesi gli animi nella cittadina garganica.

 

 

 

32 commenti

  1. MariangelaeRocco Maccarone

    l’unione fa la forza…onore a voi

  2. Vincenzo Campobasso

    Non credo che si debba dar colpa agli ANIMI RODIANI, fortemente accesi in questi giorni; io temo che, alla base, ci siano problemi di SICUREZZA e di TUTELA dei cittadini, addebitabili alle condizioni ambientali internazionali. Forse, sarebbe stato opportuno che i cittadini fossero informati preventivamente.

  3. Caterina Moretti

    ….non solo, purtroppo!

  4. Raffaella Rita del Vecchio

    Oh guarda! I rodiani dunque sono capaci di protestare….bene! Allora incomiciassero a farlo per cose SERIE, visto lo stato di degrado in cui sta il paesello!!!!

  5. Vincenzo Campobasso

    Più che protestare, dovrebbero svegliarsi dall’atavica abulia, FFRUTT’CàR’C’ I MAN’CH’ ed operare (anche dando il buon esempio per la cura della città – CITTA’, non più paesino!). * La TRADIZIONE, gentile Raffaella, ha forza di legge, ma, davanti a necessità di sicurezza (ed è questo aspetto che si doveva tenere presente!), non v’è legge che valga!

  6. Michela Bellantuono

    si la penso come te Raffaella Rita del Vecchio

  7. Raffaella Rita del Vecchio

    Chiamo Rodi “paesello” con una senso di profondo affetto e non per derisione! So bene che ora è città ma ne porta solo l’appellativo, perché purtroppo e con mio grande rammarico è città solo per l’ammontare delle tasse che si pagano! E lo dico davvero con profondo dispiacere perché nel “mio paesello” ci vengo ogni anno…e, nonostante tutto, lo ADORO!!

  8. Vincenzo Campobasso

    Scusami, Raffaella, mi son fatto fraintendere: non rimproveravo TE, rimproveravo i rodiani atavicamente accidiosi. Lo so che l’appellativo da te usato era affettuoso. Ciao

  9. Di Cesare Gius

    UN’ESPERIENZA CHE HO VISSUTO SULLE MIE SPALLE A TORREMAGGIORE IN OCCASIONE DELLA FESTA DELLA MADONNA DELLA FONTANA

  10. Giuseppe Sinigagliese

    Marco, pero diciamolo…. non è andata proprio così… era tutto organizzato e i “portatori” c’entrano poco o niente. Se siamo onesti, poi, non credo che gli “animi” della nostra cittadina debbano “svegliarsi” o “agitarsi” per queste cavolate… ne abbiamo di problemi. Comunque oggi abbiamo perso tutti: io, noi, il Sindaco e l’amministrazione comunale, le forze dell’ordine, le parrocchie, i cittadini e più in generale tutti coloro che nulla hanno fatto per evitare questa (ennesima) figuraccia. Oggi mi sono vergognato di essere Rodiano e chiedo sinceramente scusa ai nostri malcapitati ospiti.

  11. Marco Sciarra

    Giuseppe io ero lì come c’eri anche tu e non posso sbilanciarmi sulla premeditazione del gesto semplicemente perchè non ho avuto notizie al riguardo. Certo di storture in questi anni ne abbiamo viste e subite tante e fa specie il fatto che ci si indigni per cose tutto sommato di poco conto. Però dobbiamo anche pensare che questa potrebbe essere stata semplicemente l’ennesima goccia che ha fatto traboccare il vaso. Io sinceramente non mi sono vergognato per cose di cui non ho colpe, a maggior ragione quando non l’hanno fatto coloro che hanno provocato tutto ciò e come se niente fosse hanno proseguito per il resto della processione mettendo in bella mostra le loro fasce. Anche io chiedo scusa ai nostri ospiti non tanto per la processione di oggi ma perchè la nostra città è ridotta ad un colabrodo

  12. Attilio Lombardi

    Oggi mi sono ricordato di Fontamara. Degli scherni continui ai poveri contadini spesso raggirati da chi si sentiva più furbo ed astuto e che utilizzava il potere ingannandoli di continuo. Ci doveva essere una reazione uno scatto di orgoglio. L’animo di chi urlava era puro, questo interessa alla Madonna. Non so se Ella invece perdonerà chi ha portato a questo… Di sicuro i protagonisti occulti non hanno l’animo puro e forse non l’hanno mai avuto.

  13. Berta Tritto

    Sì paganesimo! Anzi tribalismo …

  14. Giuseppe Sinigagliese

    Lo sai che in genere non commento, ma assistere a scene inquietanti, come quella dei bambini di 7-8 anni come mio figlio, il tuo o di altri, che portavano sulle spalle il “piccolo” San Domenico e si sono visti intimare “l’alt!” alla processione….fa veramente male al cuore. Purtroppo ( e lo dico da tempi non sospetti) se veramente teniamo al nostro paese, alle nostre tradizioni e, soprattutto, alla “nostra” Madonna, dobbiamo tutti collaborare alla creazione di un comitato feste “genuino”, che non sia “figlio” delle amministrazioni comunali di turno e che possa evitare strumentalizzazioni da parte di chicchessia. p.s. Marco non ho detto ad altri di vergognarsi, l’ho fatto io!!

  15. Elena E Michele Stefania

    Questa ribeglioni x i fuochi si doveva fare prima della processione no con i santi x terra perche e stato solo una vergogna nei confronti dei turisti……

  16. Marco Sciarra

    Concordo perfettamente sul fatto che in molti si sono trovati a disagio, compresi i nostri figli e sono anni che continuo a pensare e dire che un comitato feste genuino debba essere scevro da ogni condizionamento e presenza politica. Però resto convinto che simili episodi servano, se non altro per far sentire anche la voce di chi come te è restio a dire la sua in questi spazi

  17. Domenico Sinigagliese

    col passar degli anni , abbiamo tutti noi, e dico “tutti” , distrutto un festa religiosa/popolare che i nostri nonni e i nostri padri c’ì hanno lasciato con tanta, amore, dedizione e partecipazione e che tutti ci invidiavano. VERGOGNAMOCI.

  18. Ilaria Angelicchio

    Rodi si sta sanseverizzando

  19. Michele Pizzicoli

    Poiche nè la nota del giornalista Marco Sciarra, nè i suddetti commenti rendono noto il motivo per il quale il Sindaco di Rodi Garganico non ha autorizzato i fuochi d’artificio durante la processione, mi viene difficile esprimere un parere obiettivo. Quindi, stando cosi le cose, posso solo dedurre che la protesta dei portatori dei simulacri, accompagnata da una parte dei cittadini partecipanti alla processione, derivi probabilmente dal clima politico tutt’altro che disteso nella vostra amata cittadina. Dunque, se mi consentite un consiglio non richiestomi, è il seguente: datevi una regolata e fate si che i problemi della città siano discussi ed affrontati senza pregiudizi ideologici e politici. Buon lavoro.

  20. Liliana Albano

    Que Dios Bendiga a la gente de Rodi para que el pueblo crezca y se desarrolle en paz. Desde Argentina Liliana Albano

  21. Vecera Lazzaro

    Si vocifera che l’ autorizzazione è stata negata perché la popolazione contribuisce economicamente per i fuochi fatti da privati e non mette un euro per quelli comunali.
    Stando a questa tesi ai ragazzi che organizzano i fuochi in Piazza Padre Pio è stato negato qualsiasi tavolo di discussione tra loro e l’ amministrazione, agendo solo ed esclusivamente a negare alla popolazione i fuochi come da tradizione.
    Nella sostanza, da’ fastidio il solo fatto che quasi tutta la popolazione non si riconosce piu’ in questa Amministrazione, e lo si vede in queste occasioni preferendo dare fiducia ai privati, chiudendo tutte le porte agli Amministratori, che ad oggi non rispecchia piu’ la maggioranza della popolazione.

  22. Vecera Lazzaro

    Dopo oggi io personalmente mi sento piu’ orgoglioso ad essere Rodiano, non bastera’ l’arroganza di una nfascia tricolore e l’onnipotenza di una tunica a tenere sotto scacco un intera popolazione e le sue tradizioni.

  23. Paola Fioravanti

    So arrivati I palommaresi e se bloccatu a precissio ovi cke facete

  24. Penso che i fuochi siano tutto una scusa e che dietro a questa manifestazione di paganesimo (infatti a nessuno in quel momento interessava la Madonna e i santi), vi è una regia occulta che mira a mettere la popolazione uno contro l’ altro e contro il Sindaco e i preti. Chiediamoci perche? Forse per il potere e la fascia?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici