I Servizi Demografici di Rodi Garganico subentrano nella banca dati nazionale

In linea con gli obiettivi programmatici dettati dall’Amministrazione comunale, a partire da ieri, lunedì 16 novembre 2020, il Comune di Rodi Garganico è entrato a far parte dei 6.713 comuni italiani finora subentrati nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR), progetto dell’Agenda Digitale Italiana che contribuisce ad ampliare i servizi digitali offerti ai cittadini e rappresenta il tassello principale di una complessa revisione dei sistemi informativi della Pubblica Amministrazione.

L’ANPR è infatti un importante progetto di innovazione che, attraverso l’integrazione dei sistemi informativi pubblici e la semplificazione dei processi amministrativi, è finalizzato a favorire il processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione e il miglioramento dei servizi a cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni, riducendone nel contempo i costi. Quale banca dati centralizzata che consente di superare le precedenti frammentazioni subentrando progressivamente alle circa 8.000 Anagrafi comunali e all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero, l’ANPR rende attuabili altre innovazioni collegate all’identità del cittadino e al suo rapporto con la PA: il Domicilio digitale, l’Anagrafe Nazionale degli Assistiti (ANA), il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) e il Censimento permanente.

I vantaggi si rifletteranno nell’immediato nella velocizzazione di numerose pratiche richieste ai Servizi Demografici, quali cambi di residenza, atti di Stato Civile come nascite, decessi, pubblicazioni di matrimonio o nei rapporti con enti esterni quali le ASL o l’Agenzia delle Entrate, tutte procedure che fino ad oggi hanno sempre richiesto tempistiche maggiori. D’ora in poi il cittadino, con notevole risparmio di tempo, può richiedere in ogni momento la stampa dei certificati; può verificare i propri dati online se munito di CNS o di CIE; tra non molto, stampare anche certificati direttamente da casa. Un esempio concreto: fino a qualche giorno fa per un cambio di residenza occorreva che il cittadino si recasse allo sportello e che l’impiegato inviasse una comunicazione all’altro Comune, processandola a mano, per poi attendere la risposta che, nella maggior parte delle volte, impiegava giorni o settimane prima di arrivare. Da questo momento, invece, la procedura tra i due Comuni facenti parte l’ANPR sarà completamente automatizzata, con tempi di risposta praticamente immediati. Al momento del cambio di residenza, peraltro, non è più necessario registrare la targa dei veicoli e il numero della patente dei soggetti interessati. La Motorizzazione, infatti, riceve direttamente la notifica del cambiamento e invia al nuovo indirizzo del cittadino i contrassegni da apporre sulla carta di circolazione di ciascun veicolo. L’INPS riceve direttamente i dati da ANPR per la gestione delle pensioni. L’ISTAT riceve da ANPR le notifiche degli eventi anagrafici in sostituzione delle comunicazioni attualmente effettuate dai Comuni sulla base di un accordo di servizio sottoscritto con il Ministero dell’Interno.

Il subentro nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente è stato preceduto da una complessa ed articolata attività di bonifica dei dati anagrafici dei cittadini residenti e AIRE, realizzata interamente dal personale dipendente a partire dallo scorso mese di febbraio in stretta sinergia tra il Servizio CED – Sistemi Informatici ed il Servizio Anagrafe, in piena emergenza COVID-19 e senza mai sospendere il servizio al cittadino, interessando 4.067 schede individuali (di cui 497 AIRE) e 1.932 schede di famiglia/convivenza (di cui 282 AIRE). Attività che proseguirà anche nei prossimi giorni al fine di dotare l’Ente di una banca dati anagrafica depurata da ogni incongruenza.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici