Torna il «Campus Rodi» del Conservatorio «Umberto Giordano»

Con lo sfondo della meravigliosa cornice di Rodi Garganico, dopo il successo della sua prima edizione, torna a settembre il Campus Rodi del Conservatorio di musica Umberto Giordano. Questa seconda edizione da un lato accresce i momenti di incontro e di studio per i giovani musicisti del conservatorio e dall’altro si arricchisce di proposte concertistiche varie e diverse per il pubblico che potrà assistere a ben otto concerti, dall’1 all’8 settembre.

Il Campus Rodi nasce dall’idea del Direttore Francesco Montaruli di creare e, quest’anno, rafforzare il legame e la cooperazione tra gli studenti e i docenti delle due sedi del conservatorio di Foggia e di Rodi affinché l’azione sinergica delle due realtà musicali di questo territorio possa portare ad una sempre maggiore crescita delle sue orchestre giovanili.

Il progetto, sostenuto dai coordinatori delegati Michele Castelluccia e Giuseppe Spagnoli, è coordinato dal M°Francesco Mastromatteo, docente di musica da camera che ha dato l’avvio a quel percorso che ad oggi si concretizza proprio nella costituzione dell’orchestra giovanile di Rodi.

I concerti si svolgeranno presso la sede rodiana del Conservatorio, non solo negli spazi dell’Auditorium interno, ma anche e maggiormente nell’ampio e rimodernato anfiteatro esterno che di recente è stato sottoposto ad intensi lavori di riqualificazione che lo portano ad essere un motivo di orgoglio di una struttura che si innesta in un paesaggio naturale unico e si propone, così, come ulteriore integrazione all’offerta turistica del Gargano.

La sezione di Rodi Garganico del Conservatorio Umberto Giordano, fortemente sostenuta dal Presidente Saverio Russo che da sempre ha voluto incrementarne lo sviluppo e il prestigio, presenta quest’anno una ricca rassegna musicale di cui la crescita artistica dei giovani musicisti del territorio è allo stesso tempo l’obiettivo e la fonte.

Il programma prevede, domenica 1 settembre, il concerto di apertura “Chopin: à la recherche”, recital pianistico del M° Alessandro Migliarucci. Il 2 settembre sarà la volta dell’ensemble strumentale degli studenti diretto dal M° Leonardo Ramadori con musiche di Terry Riley. Martedì 3, in occasione del trentennale della scomparsa di Aladino Di Martino, le docenti Patrizia Di Martino, Angela Bonfitto, Rosa Ricciotti, Antonio Pellegrino, Francesco Mastromatteo e Maurizio Zaccaria presenteranno il concerto celebrativo “Signore dell’Arte, Artista della vita”. Il giorno 4 settembre entrano in scena l’Orchestra di flauti del conservatorio diretta dal M°Francesco Petrelli e l’ensemble composta dai Maestri Nunzio Aprile, Antonio Pellegrino, Gianni Caruso, Francesco Mastromatteo con Giulia Cicerale e Salvatore Perna, musiche di Vivaldi, Mozart, Kessick. Giovedì 5 sarà il turno dell’ensemble di fiati diretto dal M° Giovanni Ieie con il concerto “Scherzando…con la musica”. Il giorno successivo la Choro Orchestra, con la partecipazione dell’Orchestra d’Archi del conservatorio e sotto la direzione del M°Gianluca Persichetti e di Teresa Laera, presenteranno un concerto dal titolo “Il Brasile al femminile”. Il week-end inizierà con il recital lirico “Perle in voce” eseguito dai Maestri Sandra Pacetti, Rosa Ricciotti, Costantin Ciobanu, Luca Donati e Massimiliano Guerrieri. A conclusione di questo secondo Campus Rodi, domenica 8 settembre le due orchestre giovanili congiunte di Rodi Garganico e di Foggia, dirette dai Maestri Paolo J. Carbone e Rocco Cianciotta, si esibiranno con musiche di Beethoven e Ravel nel grande concerto finale “Racconti e sinfonie”.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici