Sergio D’Amaro e «L’allegro destino della signora Mariù»

Martedì 12 febbraio 2019 alle 17,30, nella sala della Fondazione ‘’A. e P. Soccio’’ di San Marco in Lamis, Sergio D’Amaro presenta la sua più recente opera narrativa “L’allegro destino della signora Mariù”, pubblicata dall’editore Besa di Nardò (Le). A dialogare con l’autore ci saranno Matteo Coco, docente dell’IISS ‘’P. Giannone‘’ della stessa città e la giovane Barbara Massaro, anch’essa docente, mentre a coordinare l’incontro interverrà il presidente della Fondazione Michele Galante. L’iniziativa è promossa dalla Fondazione in collaborazione col Comune di San Marco in Lamis.

In questo nuovo romanzo, Sergio D’Amaro costruisce un diario di formazione che affianca alle vicende personali della protagonista la storia e l’immaginario di un’intera generazione vissuta fra l’epoca della guerra e della conquista dell’Etiopia e gli anni Sessanta, fra i proclami del Duce e l’avvento della tv, dei quiz di Mike Bongiorno e del mito dell’America. Fantasticherie, ritorni di nostalgia e prese di contatto con il reale si mescolano in una scrittura che non perde mai la capacità di tratteggiare con tenera, delicata ironia i grandi e piccoli eventi della vita.

Nella vasta produzione letteraria di D’Amaro (nativo di Rodi Garganico, ma da tempo residente a San Marco in Lamis) è utile ricordare i diversi lavori dedicati a Carlo Levi (una biografia, una monografia, un carteggio, una guida e due volumi di atti di altrettanti convegni), due libri di racconti (Terra dei passati destini, Manni, 2005 e La casa degli oggetti parlanti, Besa, 2015), i versi de Il ponte di Heidelberg (Tracce, 1990, gratificato con alcuni riconoscimenti) di Beatles (Caramanica, 2004) e dell’ormai prossimo Still Life (FaLvision, 2019), i romanzi brevi Romanzo meridionale e Il grande ghibli (entrambi da Besa, 2010 e 2016). Molto ampia e tuttora intensa la collaborazione, con articoli, recensioni e saggi al giornale ‘’La Gazzetta del Mezzogiorno’’ e ad alcune riviste culturali (‘’Il Ponte’’, ‘’Incroci’’, ‘’Altreitalie’’, ‘’Fermenti’’). Il suo nome è trattato in volumi di critica e suoi testi sono tradotti all’estero. È responsabile del Centro Studi ‘’J. Tusiani’’ di San Marco in Lamis, per cui dirige la rivista ‘’Frontiere’’.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici