Summer School all’Istituto «Manicone-Fiorentino» di Vico del Gargano

Deve aver pensato all’antico detto che recita “Chi ben comincia è a metà dell’opera” la preside Donatella Apruzzese quando caparbiamente, con tenacia e intraprendenza ha fortemente voluto che si tenesse all’Istituto “Manicone – Fiorentino” di Vico del Gargano la Summer School di altissimo livello “Apprendere nell’era digitale”. Non poteva cominciare meglio, infatti, l’anno scolastico per i docenti dell’Istituto che hanno avuto la fortuna di fruire di questo evento e per tutti gli altri (educatori, genitori, dirigenti, docenti di ogni ordine e grado) che sono arrivati da numerose regioni italiane. Anche i numeri danno l’idea della riuscita e della portata di questa Summer School: ben centoventi partecipanti che per quattro intensissime giornate hanno affollato gli ambienti della scuola.

Avere l’onore di ascoltare gli scienziati Daniela Lucangeli ed Ernesto Burgio a Vico del Gargano, che a detta della Lucangeli “è più difficile da raggiungere di Zanzibar!”, è stata un’esperienza incredibile. Il loro modo di affrontare tematiche impegnative, come “L’ingozzamento cognitivo, Coscienza e salute al tempo della rivoluzione digitale, Lo sviluppo e l’apprendimento nell’era dell’innovazione, Emoziondigitale, Gli alert, Internet addiction disorder”, ha interessato e incantato tutti: è la dote dei “grandi” rendere accessibile a ognuno contenuti complessi e importanti. I formatori di Impara Digitale hanno trattato argomenti di grande attualità come lo storytelling, la realtà aumentata, la realtà virtuale, il coding, la robotica… e hanno reso i tavoli di lavoro e i laboratori una fucina di idee da sperimentare sul campo. Grinta, energia, competenza e innovazione hanno caratterizzato la conferenza della vulcanica prof. Dianora Bardi nella disamina su prove di realtà e compiti autentici, valutare il prodotto e il processo e la didattica per competenze con le tecnologie.

Sicuramente alla fine di questo breve ma intensissimo percorso ognuno è tornato a casa con un bagaglio ricco di novità, metodi e metodologie da mettere in pratica perché sia sempre più accattivante e coinvolgente l’insegnamento e per rendere maggiormente gli alunni protagonisti del loro sapere. Riecheggia ancora, e lo farà per sempre, il “Come ve l’ho detto?”, intercalare della dottoressa Lucangeli, che potremmo sostituire al nostro “Avete capito?”… e saremmo già sulla buona strada!

Il ringraziamento più grande per questa esperienza va prima di tutto alla preside Donatella Apruzzese per averci creduto e aver realizzato questa Summer School a Vico del Gargano, ma anche a tutti quelli (docenti, personale ATA, genitori, volontari… nominarli tutti sarebbe impossibile!) che hanno contribuito con senso di abnegazione alla riuscita dell’evento.

Lilly d’Errico

1 Commento

  1. Michele Ferrante

    Bello, peccato saperlo a evento terminato.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici