Gli auguri del Vicesindaco Ventrella alla comunità scolastica

Voglio augurare a tutti voi a nome mio e di tutta l’Amministrazione comunale, un buon lavoro per questo anno scolastico 2018/2019 che vi attende.

Il primo giorno di scuola è sempre un momento di incontro e di amicizia che introduce a giorni importanti, a volte faticosi, altri allegri e appassionanti, gioiosi e a volte pesanti e duri. La scuola con le sue molteplici esperienze didattiche, formative, di relazioni umane e di amicizia vi fornirà anno dopo anno una utile cassetta di attrezzi, fornendovi conoscenze, competenze, abilità e capacità. Sarà anche un piacevole viaggio attraverso l’apprendimento della scrittura, della lettura, della capacità matematica, dell’abilità manuale ed artistica.

Viaggerete nel mondo affascinante della letteratura, del diritto, della poesia e del romanzo, ripercorrerete la storia antica e quella contemporanea, sarete sorpresi dalla scienza e dalla natura, scoprirete il mistero dei numeri e quanto la matematica influenzi la nostra vita quotidiana, sarete affascinati dalla grandezza dell’arte e della sua bellezza, scoprirete lingue antiche che ci aiutano oggi a capire il mondo e lingue contemporanee che ci fanno dialogare nel mondo, sarete educati al pensiero filosofico e alle discipline tecniche e specialistiche, userete molte tecnologie informatiche e didattiche nella nuova scuola digitale, imparerete ad amare lo sport, l’attività fisica e l’educazione a corretti stili di vita.

Sarà un viaggio fatto anche di lavoro e fatica, nell’ascolto e nel dialogo con gli Insegnanti, nello studio singolo e in gruppo, nelle ore trascorse con libri cartacei e digitali, nel ripassare le lezioni e nell’imparare le singole materie.

La scuola vi farà scoprire il vostro mondo fatto di ragazze e ragazzi che hanno abilità ed attitudini differenti, vi sarà insegnato ad essere tutti uguali pur essendo ciascuno diverso dall’altro, avrete compagni e compagne con genitori nati in Italia e altri con genitori provenienti da tanti Paesi del mondo che hanno lasciato per scelta, per bisogno, per spirito di iniziativa o di libertà.

I vostri Docenti saranno anch’essi l’uno diverso dall’altro, alcuni li ricorderete per sempre e sapranno educarvi allo spirito critico, alla consapevolezza della forza dell’istruzione e della formazione in un mondo che avrà bisogno delle vostre conoscenze, competenze ma anche della creatività, della propensione all’innovazione e alla ricerca.

Ai Dirigenti scolastici, ai Docenti ed a tutto il Personale della scuola, confermo l’impegno dell’Amministrazione Comunale, garantendo la massima disponibilità per far sì che la nostra città continui ad essere, e sia sempre di più, un punto di riferimento educativo per l’intero territorio, affiancando genitori e alunni nel diritto allo studio, sostenendo le famiglie soprattutto nelle fasce di reddito più basse, partecipando a tutte le iniziative di cambiamento che stanno investendo l’offerta formativa e didattica.

Sappiamo bene quante responsabilità vi assumete ogni giorno dirigendo le scuole, insegnando e lavorando all’interno delle Istituzioni scolastiche, troverete sempre la nostra attenzione e collaborazione, lo abbiamo sempre fatto e continueremo a farlo. A volte con più capacità e rapidità, altre con difficoltà e ritardi ma sempre con la consapevolezza istituzionale della centralità del vostro ruolo ed anche della forza della vostra autonomia e libertà di insegnamento.

Ai bambini e alle bambine del primo anno della scuola primaria, auguro di iniziare questo viaggio straordinario ed impegnativo con la curiosità, la libertà, l’allegria, la voglia di scoperta di cui tutti i bambini sono capaci, la scuola vi renderà liberi ed uguali, come vuole la nostra bella Costituzione.

BUON ANNO SCOLASTICO A TUTTI E TUTTE… IN BOCCA AL LUPO.

Giuseppe Ventrella
Vicesindaco del Comune di Rodi Garganico

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici