Appuntamenti liturgici dal 18 al 24 giugno 2018

Una volta seminato nel cuore dell’uomo, il regno di Dio cresce da sé. È una meraviglia di Dio tanto grande e tanto bella quanto grande e bella è la crescita delle piante, e tanto misteriosa quanto misteriosa è la trasformazione di un bambino che cresce e diventa uomo. Così la crescita del regno di Dio non dipende dalle forze umane; essa supera le capacità umane poiché ha in sé un proprio dinamismo.

Questo messaggio è un messaggio di speranza, poiché, adottando una prospettiva umana, potremmo dubitare del trionfo del regno di Dio. Esso si scontra con tanti ostacoli. Esso è qui rifiutato, là respinto, o, in molti luoghi, sconosciuto del tutto. Noi stessi costituiamo un ostacolo alla realizzazione del regno di Dio con la nostra cattiva volontà e con i nostri peccati. È bene dunque che sappiamo che, a poco a poco con una logica che non è quella umana, con un ritmo che a noi sembra troppo lento, il regno di Dio cresce. San Paolo, che era ispirato, percepiva già i gemiti di tale crescita (Rm 8,19-22). Bisogna conservare la speranza (Eb 3,6b). Bisogna ripetere ogni giorno: “Venga il tuo regno!”. Bisogna coltivare la pazienza, quella del seminatore che non può affrettare l’ora della mietitura (Gc 5,7-8). Bisogna soprattutto non dubitare della realtà dell’azione di Dio nel mondo e nei nostri cuori. Gesù ci dice questo poiché sa che il pericolo più grande per noi è quello di perdere la pazienza, di scoraggiarci, di abbandonare la via e di fermarci. Noi non conosciamo né il giorno né l’ora del nostro ingresso nel regno o del ritorno di Cristo. La mietitura ci sembra ancora molto lontana, ma il tempo passa in fretta: la mietitura è forse per domani.

CALENDARIO LITURGICO (Anno B) – rito romano
DOMENICA 17 GIUGNO (verde)

+ XI DOMENICA TEMPO ORDINARIO
Liturgia delle ore terza settimana

Ez 17,22-24; Sal 91; 2Cor 5,6-10; Mc 4,26-34
E’ bello rendere grazie al Signore

Ore 08,30 Santa Messa Chiesa Santi Pietro e Paolo

Ore 10,30 Santa Messa Parrocchia San Nicola di Mira

Ore 18,30 Santa Messa Parrocchia Santuario Maria Santissima della Libera

LUNEDÌ 18 GIUGNO (verde)

Liturgia delle ore terza settimana

1Re 21,1b-16; Sal 5; Mt 5,38-42
Sii attento, Signore, al mio lamento

Ore 18,30 Santa Messa Parrocchia San Nicola di Mira
MARTEDÌ 19 GIUGNO (verde)

Liturgia delle ore terza settimana

S. Romualdo – memoria facoltativa
1Re 21,17-29; Sal 50; Mt 5,43-48
Pietà di noi, Signore: abbiamo peccato

Ore 18,30 Santa Messa Parrocchia San Nicola di Mira
MERCOLEDÌ 20 GIUGNO (verde)

Liturgia delle ore terza settimana

2Re 2,1.6-14; Sal 30; Mt 6,1-6.16-18
Rendete saldo il vostro cuore, voi tutti che sperate nel Signore

Ore 18,30 Santa Messa Parrocchia San Nicola di Mira
GIOVEDÌ 21 GIUGNO (bianco)

Liturgia delle ore terza settimana

S. Luigi Gonzaga – memoria
Sir 48,1-14; Sal 96; Mt 6,7-15
Gioite, giusti, nel Signore

Ore 18,30 Santa Messa Parrocchia San Nicola di Mira

Ore 19,30 Parrocchia San Nicola di Mira – Concerto Coro Vaclav della Chiesa di Stara Boleslav (Repubblica Ceca)

VENERDÌ 22 GIUGNO (verde)

Liturgia delle ore terza settimana

S. Paolino da Nola – memoria facoltativa
Ss. Giovanni Fisher e Tommaso More – mem. fac.
2Re 11,1-4.9-18.20; Sal 131; Mt 6,19-23
Il Signore ha scelto Sion, l’ha voluta per sua residenza

Ore 18,30 Santa Messa Parrocchia San Nicola di Mira
SABATO 23 GIUGNO (verde)

Liturgia delle ore terza settimana

2Cr 24,17-25; Sal 88; Mt 6,24-34
La bontà del Signore durerà in eterno

Ore 17,30 Processione dei Santi verso il Santuario

Ore 18,30 Santa Messa Parrocchia Santuario Maria Santissima Madonna della Libera. Segue novena alla Madonna della Libera

DOMENICA 24 GIUGNO (bianco)

+ NATIVITA’ DI SAN GIOVANNI BATTISTA
Solennità – Liturgia delle ore propria

Is 49,1-6; Sal 138; At 13,22-26; Lc 1,57-66.80
Io ti rendo grazie: hai fatto di me una meraviglia stupenda

Ore 08,30 Santa Messa Chiesa Santi Pietro e Paolo

Ore 10,30 Santa Messa Parrocchia San Nicola di Mira

Ore 18,30 Santa Messa Parrocchia Santuario Maria Santissima della Libera. Segue Novena alla Madonna della Libera

 

Vangelo (Mc 4,26-34: È il più piccolo di tutti i semi, ma diventa più grande di tutte le piante dell’orto)

+ Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Così è il regno di Dio: come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa. Il terreno produce spontaneamente prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga; e quando il frutto è maturo, subito egli manda la falce, perché è arrivata la mietitura».
Diceva: «A che cosa possiamo paragonare il regno di Dio o con quale parabola possiamo descriverlo? È come un granello di senape che, quando viene seminato sul terreno, è il più piccolo di tutti i semi che sono sul terreno; ma, quando viene seminato, cresce e diventa più grande di tutte le piante dell’orto e fa rami così grandi che gli uccelli del cielo possono fare il nido alla sua ombra».
Con molte parabole dello stesso genere annunciava loro la Parola, come potevano intendere. Senza parabole non parlava loro ma, in privato, ai suoi discepoli spiegava ogni cosa.

Parola del Signore.

c

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici