Turismo e marketing territoriale: a Rodi torna la Pro Loco

È stata ufficialmente presentata agli imprenditori e alle associazioni la neonata Pro Loco di Rodi Garganico che, come suggerisce la stessa etimologia, ha come fine ultimo proprio quello di promuovere lo sviluppo del territorio in cui opera. A fare gli onori di casa nella sala convegni dell’hotel Villa Americana Giovedì 20 Aprile, è stato il presidente Eduardo Caizzi, imprenditore turistico con ruoli di responsabilità nella Federalberghi, in Confcommercio, presso la Camera di Commercio di Bari e in molte altre associazioni di semplici cittadini. “La Pro Loco di Rodi Garganico – come ha spiegato il presidente in apertura del suo intervento – nasce dall’incontro di amici che sentono forte la necessità di mettersi insieme per far nascere un’associazione apolitica che prenda a cuore il territorio e la vita dei cittadini rodiani”.

Al gruppo dei fondatori formato dallo stesso Edoardo Caizzi, Carla d’Addetta, Fernando Inglese, Pietro Cotugno, Francesco Petrosino, Salvatore Curcetti, Dario Altomare, Antonella d’Arnese, Matteo Fania e Michela Basciano, ben presto si sono uniti tanti altri soci che hanno confermato la loro disponibilità a lavorare per il proprio paese mediante attività di promozione sociale, di valorizzazione delle realtà e delle potenzialità naturalistiche, culturali, storiche, turistiche ed enogastronomiche di cui è ricco l’intero Gargano. Il Consiglio Direttivo è composto da Edoardo Caizzi (Presidente), Rachele Petrosino (Vice Presidente), Antonella d’Arnese (Segretario), Francesco Petrosino (Tesoriere), Piero Cotugno, Fernando Inglese, Michela Basciano, Carla d’Addetta, Fernando Albano, Michele Cotugno e Antonio Vacca; il Collegio dei Revisori dei Conti da Dario Altomare (Presidente), Matteo Fania e Antonio Bocale; il Collegio dei Probiviri da Sergio Apicella (Presidente), Salvatore Curcetti e Attilio Ventrella.

Una realtà quella della Pro Loco già presente a Rodi Garganico fin dai primi anni settanta e poi dissoltasi dopo circa un trentennio di attività, disperdendo il valore aggiunto che tali aggregazioni sociali apportano alla comunità in cui operano, sia perché basate sul contributo volontario dei partecipanti e quindi senza scopo di lucro, sia perché scindono nettamente il legame tra l’ente locale e i volontari dell’associazione, eliminando in questo modo ogni possibile conflitto di natura politica dalla gestione della promozione turistica.

L’associazione ha già completato l’iscrizione all’UNPLI (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia) e all’albo regionale delle Pro Loco elaborando un primo elenco di iniziative, alcune delle quali già operative quali il “Giralibri” e “Rodi Fiorita”. Con la prima, allo scopo di legare la passione per la lettura a quella per la condivisione delle risorse e dei saperi, è stata effettuata una diffusione di libri nelle attività commerciali e nelle strutture ricettive per metterli a disposizione di chiunque voglia leggerli. All’interno di ogni volume è presente un segnalibro in cui il lettore potrà lasciare un commento sia sul libro che sulla vacanza trascorsa a Rodi Garganico. Nel caso di “Rodi Fiorita”, invece, a fronte di un’offerta volontaria sarà possibile ritirare una piantina di gerani da esporre sui propri davanzali per contribuire a colorire le vie cittadine. Confermata anche la presenza alla prossima edizione della Sagra delle Arance in programma a Rodi Garganico dal 23 al 25 Aprile 2017 con lo spettacolo della “Pacchianella” che sarà finanziato dalla Pro Loco in collaborazione con gli albergatori.

“Siamo aperti a quanti, associazioni istituzioni e semplici cittadini, vorranno coinvolgerci nei loro progetti così come siamo disponibili a condividere i nostri con tutti coloro che vorranno dare la loro collaborazione nello spirito della rinascita della perla del Gargano. Le istituzioni regionali del turismo stanno assegnando alle Pro Loco un ruolo sempre più importante mettendo a loro disposizione delle risorse economiche. Rodi, i rodiani, gli imprenditori del turismo e non solo devono sostenere la Pro Loco e credere che un nuovo sviluppo turistico sia possibile, basta crederci” – ha auspicato il presidente Caizzi, terminando il suo intervento di fronte ad una sala gremita ed attenta che lascia ben sperare per il futuro successo della nuova compagine associativa.

Commenta

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici