Vico a led. Cristo si è fermato a piazza Pelillo. Parte un esposto

“Noi non siamo cristiani, Cristo si è fermato a piazza Pelillo. A noi, fra via Giuseppe Di Vagno e Fuoriporta, ci hanno regalato il crepuscolo delle lampade a LED”. Così si sono espressi i titolari dei negozi e delle attività commerciali, studi professionali ed altro.

“Al tracimare di parole apparso sui manifesti dell’amministrazione comunale, numerosi persino al cimitero, tanto per restare in tema, non sono seguiti i fatti promessi e sbandierati. Il centro del paese resta desertificato ed in penombra provocando seria contrazione di affari. In previsione delle prossime festività natalizie è stato deciso di inoltrare un esposto al Prefetto di Foggia e al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale”.

I sottoscritti cittadini e commercianti di Vico del Gargano, espongono quanto segue:

I recenti lavori di risparmio energetico, con sostituzione delle lampade ad incandescenza con quelle a LED, sta provocando un diffuso allarme e proteste nella comunità a causa di una forte e inspiegabile diminuzione d’illuminazione nelle vie, nei quartieri e, soprattutto, lungo il corso principale del paese, che vede via Di Vagno, corso Re Umberto, Fuoriporta, considerate le vie delle vetrine e del commercio, ridotte ad illuminazione crepuscolare, come i viali cimiteriali.

La scadente illuminazione a LED ha provocato, e sta provocando, una improvvisa disertificazione di consumatori, visitatori, curiosi, cittadini a passeggio, provocando un rilevante danno economico da attribuirsi allo stravolgimento e misero impatto d’immagine che si ripercuote pesantemente su negozi, studi professionali, attività artigianali e di altro genere.

I sottoscrittori del presente esposto fanno rilevare che, la corretta illuminazione pubblica è ‘servizio primario’ nella vita quotidiana di una comunità, sia per garantire sicurezza ai cittadini, sia quale componente principale dell’immagine del paese.

La scarsa, insufficiente, inefficiente, ridotta, misera illuminazione delle vie e dei quartieri, costituisce danno e sprechi al ‘servizio pubblico’ e, pertanto, si chiedono urgenti interventi riparatori al fine di riportare “l’illuminazione” del paese allo stato antecedente il LED.

Poiché, ad oggi, nonostante ripetuti solleciti indirizzati agli amministratori comunali, nessun intervento correttivo è stato effettuato, anche in previsione dell’imminente periodo natalizio, i sottoscrittori di questo esposto si rivolgono al Vostro autorevole Ufficio perché intervenga nei confronti di tutti gli “attori” di questo scadente e dannoso lavoro.

Michele Angelicchio

2 commenti

  1. Anna Maria la Penna

    È veramente brutta questa illuminazione, ha trasformato Vico in peggio! Fate qualcosa altrimenti quest’estate sarà una tristezza immensa!

  2. Lucia Sara Laudaddio

    Il cimitero è più luminoso

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici