Alluvione Gargano, M5S: «Territori ancora in difficoltà»

Nel mese di settembre del 2014, nel territorio del Gargano e della provincia di Foggia, si verificavano dei fenomeni meteorologici ed eventi alluvionali di particolare gravità, che causavano gravissimi danni, sia dal punto di vista umano, che dal punto di vista economico, agricolo e infrastrutturale. Una questione su cui è tornata, con la presentazione di un’interrogazione indirizzata ai Ministri dell’Interno, delle Infrastrutture e dei trasporti, delle Politiche agricole e dell’Economia, la Senatrice pugliese Daniela Donno (M5S), già prima firmataria di una mozione in merito.

“A distanza di pochissimo tempo dagli eventi alluvionali del 2014, grazie alla nostra mozione discussa e approvata in aula, il Governo si impegnò su specifici punti, tutti volti a risanare una condizione davvero disastrosa. Ad oggi, però, l’azione e i relativi atti dell’Esecutivo, sia a livello nazionale, sia a livello regionale, sono stati caratterizzati da forti ritardi, oltre che da una sostanziale inidoneità nella gestione, monitoraggio e controllo degli interventi” afferma la Senatrice Donno.

“Con l’interrogazione presentata, chiediamo, prima di tutto, quale sia lo stato di ottemperamento degli interventi e lo stato di avanzamento e cantierizzazione dei lavori previsti. È importante comprendere, inoltre, se si sia positivamente concluso il procedimento istruttorio riguardante i contributi relativi ai danni, nonché quello inerente alla ricognizione dei fabbisogni” prosegue la pentastellata.

“Con specifico riferimento ai vari beneficiari, poi, chiediamo quali siano le risorse già destinate e quali risultino ancora da destinare a favore dei singoli Comuni colpiti e a tutti i soggetti interessati: dai titolari del patrimonio edilizio privato, alle imprese agricole e alle attività economico-produttive che sono stati lesi dall’evento calamitoso. Infine, nei diversi livelli territoriali, è fondamentale capire quali azioni di sostegno e monitoraggio siano state poste in essere, quali interventi strutturali siano stati implementati e/o previsti e quale sia il relativo stato di realizzazione. Il Gargano, purtroppo, ancora risente delle calamità di anni fa e tutto questo è davvero inaccettabile” conclude Donno.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici