L’Adlim Sport Rodi a sostegno dei malati oncologici

Conclusa con successo la raccolta fondi organizzata dalla palestra Adlim Sport Rodi di Maria Soccio in occasione della 33ª Sagra delle Arance svoltasi a Rodi Garganico dal 23 al 25 Aprile 2017 

Un impegno lungo e laborioso quello che ha coinvolto i soci dell’associazione sportiva Adlim di Rodi Garganico affiancati da un nutrito gruppo di volontari per l’allestimento del proprio stand alla Sagra degli Agrumi appena terminata. Tutti uniti dalla stessa passione per lo sport, ma anche dall’idea di contribuire con il loro operato a sollevare le sofferenze dei malati di cancro, il male oscuro che entra in tante famiglie creandone sconquassi. Intere giornate a districarsi nella preparazione di barattoli di marmellata e bottiglie di limoncino, addobbi multicolore, prove dei giovani atleti in vista delle esibizioni, peluche raccolti grazie al passaparola, pizze, taralli, biscotti e altre squisitezze preparate seguendo le ricette di un tempo dalle mani sapienti degli stessi volontari e dalle attività commerciali che hanno preso a cuore l’iniziativa.

Il risultato di tanta fatica non poteva che essere scontato e, con l’aiuto del grande cuore solidale di Rodi Garganico, trasformarsi in un contributo di 739,87 euro devoluti a ‘l’Albero della Vita’, l’associazione nata a Foggia nel 2013 come Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale a servizio dei malati oncologici, che ha tra i suoi obiettivi principali l’assistenza al malato durante tutto il percorso della sua malattia, la formazione degli operatori sanitari del territorio, la sensibilizzazione dei cittadini alla cultura del sollievo e del volontariato, l’informazione dei cittadini sulla prevenzione oncologica.

“A volte mi chiedo se questa nostra terra di Capitanata, sarà mai in condizioni di farsi conoscere ed amare per quel che veramente è. Rodi, la sua gente, il suo cuore, han dimostrato quel che mai avevo potuto apprezzare. La voglia di donare se stessi per il bene dei propri fratelli. Sembra retorica, sembra irreale, sembra che tutto ciò che abbiamo insieme toccato con mano, non ci appartenesse di persona” commenta Vittorio Ruscillo, uno dei rappresentanti dell’associazione onlus ‘Albero della Vita’. “Mai ho visto mamme, non amar solo i propri pargoli ma donare il proprio volontario, splendido e spontaneo contributo ad una meravigliosa realtà che Maria Soccio ha costruito su Rodi e che durante la Sagra delle Arance ha messo a disposizione dell’Associazione della quale mi onoro di far parte. Grazie Maria, grazie Rodi per aver donato il tuo cuore ed aver dimostrato ai tanti che si può… amare… la nostra terra ed i suoi figli e mostrare al mondo intero di che pasta siam veramente fatti”.

“Devi partire dalla gratitudine, sempre. La gratitudine è l’ancora della forza, della capacità di dare e quindi di ricevere. L’Adlim Sport Rodi vede una bella fetta di umanità e per questo sentiamo il dovere di ringraziare le persone che ci hanno affiancato in questa avventura” scrive Maria Soccio nel suo profilo social. “Grazie ai genitori dei nostri allievi di karate, danza, zumba kids; alle signore di pilates e walking; alle allieve di danza della Fitness & Dance di Carpino per i pelusches; all’associazione Attraverso Noi; al signor Nicola De Felice per l’impianto musicale; a Luigi De Cata, Marcello, Giuseppe, Gianfranco per l’allestimento dello stand; alla signora Carmela Rizzitiello per le graziose “arancelle”; al signor Arturo Fabiani per i tappeti e tavoli; alla New Free Time di Leonardo Manniello per il tatami; alla signora Antonella D’Arnese per i gazebo; alla signora Ilaria Saccia per la preziosa collaborazione; alla signora Antonietta Ranieri per le squisite frese paesane; ai nostri istruttori Silvia Ferrucci, Michele Ricucci, Giuseppe Manduzio, Carlo Castelluccia; a tutte le palestre che ci hanno affiancato nelle nostre serate di spettacolo: Fitness & Dance Carpino di Michele e Maria D’Errico, DK Fitness e Danza Vico del Gargano di Darina Kubicova, Just Dance Cagnano Varano di Angela Russo, The Diamonds Team Vico e Sannicandro di Giuseppe Manduzio, Adrenalina Gym Cagnano Varano di Emanuela Paduanello, Gymnasium Ischitella di Sante Martella, Energy Club Sannicandro Garganico di Incoronata Turzo; a Vittoria Caputo, Rosalba Vecchiarelli, Maria Gervasio, Lella Colanero, Francesca Di Fazio, Dina Caputo, Nica Di Biase, Anna Dicorato, Libera D’Anelli. Teniamoci strette queste esperienze di vita… domani saranno tra i nostri ricordi più belli” – conclude Maria Soccio.

Come scriveva Nelson Mandela: “Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Ha il potere di ispirare. Esso ha il potere di unire le persone in un modo che poche altre cose fanno. Parla ai giovani in una lingua che comprendono. Lo sport può portare speranza dove una volta c’era solo disperazione”, pensiero che l’Adlim Sport Rodi ha saputo interpretare alla perfezione riuscendo, anche questa volta, a trascinare e stupire.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici