Pecorella: «Scivolone di cattivo gusto del WWF Foggia»

Brutto scivolone di cattivo gusto del OA WWF Foggia. Si legge nel comunicato dell’associazione: “Quella che sconforta è la reazione dell’ex presidente del Parco del Gargano, per sette anni alla guida dell’Ente, che, piuttosto di esprimere solidarietà al giornalista di Report pesantemente minacciato da un sordido personaggio, reagisce attaccando chi quel servizio ha contribuito a realizzare”.

Chi ha scritto il comunicato mente, sapendo di mentire, riducendo l’importante associazione internazionale al livello di un proprio organo di stampa, utile a perseguire fini certamente deviati e strumentali. Infatti, L’Ente Parco Nazionale del Gargano ed il sottoscritto, all’epoca Presidente, hanno pubblicamente manifestato solidarietà al giornalista, aggredito durante il servizio televisivo. Invero, nell’era della post-verità, le offese e la denigrazione, si sa, fanno più audience, catturano i titoloni dei mass media. Un po’ come accadeva con i farisei che, in maniera molto scenica, si stracciavano le vesti nel tempio per attirare le attenzioni dell’opinione pubblica.

La verità? Gli “Smemorati di Collegno”, con la vestigia del “WWF di Foggia”, hanno perso una buona occasione, invece, per attestare loro solidarietà e sostegno ad un’istituzione quale è il Parco Nazionale del Gargano, attaccato falsamente, per non aver fronteggiato l’abusivismo (trasmissione di Report di pochi giorni fa). Alla richiesta di solidarietà nei confronti del giornalista (di cui si ricordano a distanza di un mese circa dal fatto), gli “smemorati” potevano chiedere la rettifica delle falsità, della trasmissione, visto che il Parco ha dimostrato, fatti alla mano, di aver abbattuto circa 50 immobili, solo negli ultimi due anni (dopo oltre quindici anni che le somme giacevano nel bilancio dell’ente). Da cittadino, prima ancora che da ex rappresentante dell’istituzione, mi sono sentito in dovere di difendere il nostro territorio vergognosamente attaccato e strumentalmente colpito con un servizio che non riporta la verità dei fatti.

Comunque, allego, di seguito, alcuni degli indirizzi delle testate web, oltre quella del Parco stesso e dei suoi profili social, sui quali è stato riportato il comunicato di solidarietà mio personale e del Parco:

Ai più attenti non sfuggirà che l’intervento è stato ripreso anche da “Ossigeno per l’informazione” che si batte affinché ogni giornalista abbia un’adeguata protezione e per liberare l’informazione da pressioni e condizionamenti attribuibili a leggi inadeguate.

In ultimo, affermare il principio di legalità è stata una prerogativa che non abbiamo mai disatteso, ad esempio come dimostrato dalla volontà di rafforzare il presidio dei Carabinieri Forestali (uno dei maggiori risultati è stata l’apertura di una Stazione presso l’Oasi Lago Salso) per un più capillare controllo e repressione di tali fenomeni; come gli aumenti dei fondi in favore dell’allora Corpo Forestale dello Stato, oggi Carabinieri Forestali, e la condivisione dei piani operativi di intervento, nei quali si dedicava importante attenzione alla repressione e prevenzione di tutti i fenomeni delinquenziali; come al finanziamento di importanti operazioni di squadre di Forestali, anche quelle a cavallo, che hanno monitorato per tempi importanti il territorio boscato ed avviato importanti operazioni di polizia, che hanno portato ad accertare e sanzionare, anche penalmente diversi soggetti locali; come la rimozione del campo boe abusivo alle isole Tremiti, d’intesa con la Procura di Foggia e la realizzazione del primo campo di ormeggio delle isole diomedee (i cui lavori finanziati con fondi straordinari ottenuti su specifica richiesta al ministero, sono ormai al termine); ed altro ancora.

Adesso, avendo dimostrato con i fatti le menzogne raccontate dagli “smemorati”, mi sia permesso di chiedere: quali e quanti sono stati i comunicati di solidarietà che il WWF ha espresso ai tanti amministratori garganici che hanno subito attentati nello svolgimento del loro mandato rappresentativo? Il Parco lo ha sempre fatto pubblicamente. Voi ? Sarebbe il caso di iniziare da una buona e sana cura di fosforo, per aiutare a migliorare la memoria!

Commenta

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici