Non solo ADSL: quali sono le diverse tecnologie per connettersi a Internet

Non c’è solo l’ADSL: sebbene in molti evitino di informarsi, affidandosi al “vecchio ma sicuro”, in realtà esistono anche altre opzioni per connettersi in rete. Le tecnologie di oggi hanno infatti mosso dei passi da gigante verso questa direzione: le opportunità in termini di collegamento alla rete sono numerose, anche se spesso poco conosciute. Un vero peccato, considerando il loro potenziale in quanto a navigazione e copertura. Questo è un fatto che dovrebbe suscitare l’attenzione di molti: soprattutto di coloro che abitano in zone remote (i cosiddetti “white spots”), che al momento non vengono raggiunte nemmeno dalla canonica ADSL. Quali sono queste opportunità? Analizziamole insieme.

ADSL: quali sono le varie tipologie? L’ADSL non è tutta uguale: sebbene le tecnologie a livello tecnico siano identiche, può variare la velocità di navigazione in base ad alcune caratteristiche. Ad esempio, la canonica ADSL viaggia a 1.5 Mbps: è una tecnologia oggi superata, nota anche come asimmetrica o HDSL (nel caso dei quattro fili). Poi esistono altre tipologie come la ADSL2, che arriva fino a 8 Mbps, e altre connessioni ADSL che consentono di arrivare ad un picco di 20 Mbps: queste sono le più recenti. Vale anche la pena fare un accenno alla VHDSL: una tipologia di banda larga che può arrivare a superare i 50 Megabit per secondo in termini di velocità di connessione. Purtroppo, la velocità si riduce in base alla distanza dei cavi.

Le connessioni Internet senza telefono – Un’altra tipologia di connessione, oggi molto in espansione, è la tecnologia LTE (Long Term Evolution). Si tratta di una tecnologia di connessione wireless che funziona attraverso delle antenne installate sul territorio, che ampliano il segnale propagandolo attraverso onde radio, fino a raggiungere anche le zone più remote non coperte dall’ADSL via cavo. Tra gli operatori che in Italia propongono delle connessioni attraverso questa tecnologia troviamo ad esempio Linkem, la cui particolarità sono le offerte di Internet wifi per la casa senza linea fissa. La LTE comunque, non è l’unica modalità di connessione senza fili: c’è anche la connessione satellitare, che propaga il segnale tramite una rete di satelliti, oppure la tecnologia WiMax.

Fibra ottica: la connessione work in progress – Infine abbiamo la fibra ottica: una tecnologia di connessione cablata come l’ADSL, ma che basa la diffusione del segnale sulla presenza di cavi in vetro, e non tramite i cavi in rame della rete telefonica. Si tratta di una connessione che rappresenta il presente e il futuro: in Italia, però, è ancora “work in progress”. Non tutte le città e non tutti i quartieri, infatti, sono attualmente coperti dalle varie tipologie di fibra. Nei prossimi anni (e specificatamente entro il 2020) questa sarà una realtà definitiva: merito dei piani voluti dall’Agenda Digitale e dal suo impegno.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici