Benvenuto don Antonio!

Dopo la Santa Messa di insediamento del nuovo parroco di Rodi Garganico, don Antonio de Padova, con un cuore solo, vogliamo condividere la gioia della sua presenza in mezzo a noi, attraverso alcune parole che don Antonio stesso ci ha donato nel suo messaggio:

“Così come Dio ha un sogno su ciascuno di noi e tale sogno risponde alla nostra vocazione, oggi con voi, ad occhi aperti, sogno anch’io. Sogno una Comunità il cui cuore batte all’unisono col battito del cuore di Dio; sogno una Comunità che sappia essere attenta ed animata dall’azione dello Spirito Santo; sogno una Comunità che sull’esempio del Cristo servo abbia il coraggio di piegarsi, servendo il fratello nelle sue necessità; sogno una Comunità che possa presto essere sempre più unita, nel lavorare insieme nella vigna del Signore.

I bambini, i giovani, gli adulti, gli anziani, gli ammalati, sono e fanno Comunità Cristiana se radunati nel nome di Cristo e se si ritrovano insieme per lodare il Signore datore di ogni bene. È Cristo che ci ha convocati, è Lui che ci ha amati per primo soffrendo e dando la Sua vita per noi. Chi ama dona con gioia e sa che la misura dell’amore è amare senza misura.

Ringrazio tutti voi, amici, che oggi vi unite alla mia gioia, in maniera particolare penso ai carissimi don Michele e don Michele Pio che in questi anni si sono presi cura di questa porzione di Chiesa che è in Rodi Garganico, senza nulla farle mancare, senza venir meno al loro impegno di parroci. Ma penso anche alla Comunità della Sacra Famiglia in Manfredonia che ha visto maturare la mia vocazione al sacerdozio. Penso alla Comunità parrocchiale di San Michele Arcangelo in Zapponeta, Santa Maria delle Grazie in Vieste e ancora di più Gesù Buon Pastore in Vieste che mi hanno formato e preparato a poter assumere questo delicato ufficio.

Cari fratelli e sorelle, stasera siamo davanti ad un Santuario Mariano, un luogo di grazie particolari, una finestra aperta sul paradiso, dove si respira subito aria di casa per la presenza di una donna piena di grazia e vestita di umiltà: Maria. Volgendo lo sguardo a Maria Santissima della Libera, nostra patrona, affido a Lei il mio ministero e con gratitudine e riconoscenza a Dio per i benefici che vorrà donare a tutti secondo la Sua volontà, mi rendo docile all’azione dello Spirito Santo, perché possa essere sempre più in mezzo a voi, pastore-guida, padre e amico, seminatore di speranza accanto a chi soffre, sacerdote santo dal cuore indiviso, servo di tutti ma soprattutto servo di Cristo e della Sua amata sposa, la Chiesa. Grazie a tutti.”

Grazie a te don Antonio per tutto l’amore che donerai alla tua Comunità in Rodi Garganico. Anche noi vogliamo sognare con te, guidaci tu in Cristo e con Maria nel cammino insieme.

Marco d’Attoli

1 Commento

  1. Aurel Garonfalo

    Ben venuto e buona guida pastorale

Commenta

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici