Capojale: giornata ecologica con raccolta delle reste

A Cagnano Varano un gruppo di cittadini, tra cui molti giovani, ha organizzato per domenica la prima Giornata ecologica sulla raccolta delle reste, che saranno impiegate per un progetto di riciclo creativo. Le reste sono un simbolo per l’intera comunità marinara, pertanto gli organizzatori invitano a partecipa-re tutti i cittadini, le famiglie, i volontari delle associazioni cittadine e chiunque abbia a cuore il proprio mare.

“A chi non è mai capitato di vedere sulla spiaggia i retini delle cozze dai colori scintillanti?”, spiega una dei promotori, Nicoletta Bevilacqua. “È così che nasce questa iniziativa a titolo di volontariato, messa su da comuni ragazzi e aperta a tutti coloro che, oltre a voler trascorrere in maniera alternativa una domenica primaverile al mare, hanno voglia di realizzare qualcosa di utile, bello e divertente per il proprio territorio. Una giornata che permetterà non solo di ripulire un po’ la spiaggia di Capojale in previsione dell’estate, ma consentirà, successivamente, di “addobbare” il paese per renderlo ancora più bello. Infatti, le reste che verranno raccolte non verranno cestinate bensì, una volta selezionate, verranno riutilizzate per un progetto di riciclo creativo”.

A Cagnano, dove esiste uno dei più grandi impianti di mitilicoltura d’Europa, quello delle reste è un problema serio che dopo decenni non è stato ancora risolto. Con questa iniziativa si cerca dunque di sensibilizzare la cittadinanza e i pescatori, in vista della imminente stagione estiva. Il programma prevede alle ore 8,30 di domenica 21 Maggio 2017 il ritrovo nel piazzale del municipio di Cagnano Varano. Alle 9 ci si radunerà presso il molo di Capojale per iniziare a raccogliere le reste abbandonate. Non mancherà un buffet finale. Per info è possibile contattare i numeri 3401211372 e 3880734248.

4 commenti

  1. Nicoletta Bevilacqua

    Grazie per la condivisione ☺. .il mare è di tutti..se ci sono volontari anche da Rodi , vi aspettiamo 💪💪💪

  2. Rosa Dep

    Bella iniziativa…potrebbe estendersi anche ai paesi limitrofi..le reste sono dappertutto…non dimentichiamo che vengono ingerite da tartarughe e altri animali che poi ritroviamo senza vita dulle spiagge..quindi oltre alla pulizia delle spiagge si puo’ contenere la moria di questi poveri animali..

Commenta

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici