Puglia 2ª meta italiana nel 2015: gli operatori turistici puntino sul web

masseria in PugliaSecondo i dati Istat, la scorsa estate, per l’11,3% degli italiani la Puglia è stata la seconda meta di vacanza lunga estiva, trascorsa in Italia, subito dopo l’Emilia Romagna in vetta con il 17,4%. Si può facilmente dedurre che, alla luce della situazione geopolitica nel Mediterraneo, le imprese turistiche dovranno cercare di investire maggiormente sugli strumenti digitali a loro disposizione.

Partendo da un dato statistico alquanto rappresentativo, è chiaro che un italiano su tre si affida al web nell’organizzazione autonoma delle proprie vacanze e la tendenza delle transazioni turistiche online è in notevole incremento in tutto il mondo. Nel 2015, le vendite online hanno visto un aumento esponenziale del 13% in più rispetto all’anno precedente, pertanto, è auspicabile che tutti i protagonisti della filiera turistica ne prendano atto e stabiliscano fin da subito strategie di aggiornamento e digitalizzazione.

Un aiuto in tal senso, viene proprio dal Mibact, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che ha stanziato 15 milioni di euro di tax credit (credito d’imposta) grazie al quale le strutture alberghiere ed extra-alberghiere, vengono agevolate per favorire la digitalizzazione delle imprese turistiche, non solo piattaforme digitali e attività di marketing on-line, ma anche la formazione del personale.

Le spese agevolabili riguardano i seguenti investimenti: la promozione e la commercializzazione online, allestimento di siti web, software per le prenotazioni, le campagne pubblicitarie sui social, wi-fi nelle strutture ricettive, etc. E’ possibile presentare l’istanza fino al 24 febbraio, direttamente sul portale Mibact.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici