Peschici tra i 10 borghi sul mare da scoprire d’inverno

peschiciA stabilirlo la speciale classifica del Touring Club Italiano che vede la cittadina del Gargano tra le dieci mete affacciate sul mare in cui una visita è d’obbligo anche in pieno inverno 

Sono l’orizzonte ed il silenzio i compagni del mare d’inverno. Alle file d’ombrelloni, lettini e sdraio si contrappone il fragore della risacca, cadenzata melodia che induce alla riflessione. Movimentati e talvolta animati da un turismo caotico d’estate, le città ed i borghi marinari d’inverno esprimono un’insolita poesia. Dalle rive del mar Ligure al Tirreno, dallo Ionio all’Adriatico, è un susseguirsi di meraviglie, un alternarsi di centri affacciati sulle rive che continuano, anche nella stagione fredda, a diffondere emozioni.

Camogli, Castiglione della Pescaia, Sperlonga, Sorrento, Scilla, San Vito Lo Capo, Gallipoli, Ortona, Grado e appunto Peschici, tra le sabbie e le rocce del Gargano, in un viaggio dalla Liguria scendendo lungo il Tirreno fino alla Sicilia e poi risalendo Ionio e Adriatico.

“Angioini, Aragonesi, Spagnoli, Asburgo e Borboni si sono alternati nella storia a dominazione di Peschici, splendido borgo della provincia di Foggia. Sorge su di un poggio e fa parte del Parco Nazionale del Gargano. Una macchia bianca affacciata sul mare, che da un poggio si stende fin sulla costa. Caratterizzato da un intricatissimo reticolo di vicoli, scalette, archi e cortili, che incantano anche per il candore delle abitazioni, Peschici è tra i borghi più pittoreschi della riviera Adriatica. Calette e baie ne esaltano il litorale.

Imperdibile una passeggiata su una delle sue spiagge che si snodano a nord e a sud dell’abitato. Dalla Marina di Peschici, situata tra il porto turistico ed il promontorio roccioso dove sorge il borgo, alla spiaggia di Zaiana, alla quale fanno da cornice suggestivi costoni rocciosi, da quella di San Nicola, dalla finissima sabbia, a quella di Jalillo, separata dalla Marina da un grande masso roccioso, è un susseguirsi di incantevoli scenari dove al mare ed allo spettacolo della natura fa spesso da sfondo il profilo del borgo”.

Poche righe a firma di Luca Sartori che incantano i lettori e descrivono perfettamente la magia del posto.

5 commenti

  1. Vincenzo Traversi

    Peccato che tutti i negozi del centro storico siano chiusi perfino nel periodo natalizio!

  2. Ma che cavolo si fa in una citta morta come Peschici tra inizio di novembre fin a pasqua???

  3. certo, molto più di quello che si fa a Rodi tutto l’anno!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici