Pinto cede ai… “rivoltosi”!

proteste-processionePremessa: che i fuochi d’artificio (la batteria) nel centro del paese siano vietati dalla legge è un dato di fatto! Che i sindaci di differenti comuni si adeguino alle tradizioni locali, assumendosi personalmente tutta la responsabilità, purtroppo anche in episodi spiacevoli che compromettono la vita umana e ne sopportano le conseguenze penali, è noto!

Premessa chiusa.

Il sindaco Pinto molto probabilmente o non conosce i suoi concittadini oppure li snobba con un NO categorico, infischiandosene delle eventuali rimostranze da una parte del popolo! Mi chiedo perché emette un’Ordinanza senza sondare l’umore del popolo? Perché non avviare un dialogo facendo capire ai promotori che non sempre è possibile rispettare la tradizione, considerando eventuali conseguenze? Penso che una soluzione si sarebbe trovata con piena soddisfazione delle parti, se avesse fatto la proposta di raccomandare ai fuochisti una polvere meno fragorosa consona all’ambiente, che normalmente si pratica in altre località italiane. Purtroppo mi rendo conto che a Rodi Garganico il dialogo e tanto altro non esiste!

La “rivolta” di un nutrito gruppo di giovani ha fatto effetto da un lato, dove Pinto ha dovuto “rimangiarsi” l’Ordinanza, e dall’altro ha anche causato disagi ai tanti presenti contrari al fermo della processione. Un sindaco che fa marcia indietro non è da rispettare! Io personalmente sono contrario ai fuochi in paese ma mi adeguo agli usi locali. Sono però anche e soprattutto dell’opinione, e lo dico da non credente, che la Madonna SS. della Libera avrebbe gradito di più le preghiere e anche un mazzo di fiori e non tutto quello spettacolo indecoroso, che ha ferito la sensibilità dei fedeli non solo locali ma anche di quelli dei paesi limitrofi! Bene, i fuochi ci sono stati, i giovani ed altri ne sono contenti, la festa è finita e tutto ritorna alla…normalità! Chi crede che questo sia l’inizio di una nuova presa di posizione dei giovani contro l’attuale Amministrazione….si sbaglia di grosso!

Ai giovani rodiani, molti ahimè nati vecchi, interessa i fuochi e il calcio e per questo tipo di “discipline” si scannerebbero fra loro! Che si provi a chiedere di scendere in piazza contro la criminalità dilagante nella nostra cittadina o di dimostrare contro l’Amministrazione per le piazze negate agli oppositori, per la mancanza di libertà di espressione, di movimento ecc. ecc. ecc.!!! Che si provi a parlare di politica malsana dell’attuale Amministrazione invitandoli a creare una nuova gestione amministrativa per le prossime elezioni della primavera 2017… muti come i pesci tagliano la…corda e perdi anche il loro saluto! E non mi riferisco ai soli giovani ma anche agli anziani, che stanno alla ”finestra” in attesa del vincitore da osannare con la solita frase: “Ti ho votato”.

Ecco qui un aneddoto: nel 1985 io e altri amici fummo eletti consiglieri comunali d’opposizione. La sera stessa molti cittadini rodiani, tutti in fila, venivano nella mia sezione del Movimento Sociale Italiano per congratularsi mettendo in risalto il voto datomi. Al mio fianco c’era un neo consigliere che appuntava su un quadernetto i “Sì” di quelli che mi confermavano il loro voto. Alla fine 987 elettori mi giuravano …fedeltà! I conti però non tornavano, perché io di voti ne presi 350! Ecco così sono i rodiani!

Nino Gervasio

36 commenti

  1. Nando De Flumeri

    Questo paese non crescerà mai se prima nn cambia la mentalità dei suoi cittadini… soprattutto delle nuove generazioni…

  2. Gianni Russo

    e vogliamo parlare del prete don michele che all’uscita della Madonna nemmeno più le campane fa suonare? Povero imbecille

  3. Vecera Lazzaro

    Mischiare la fede e le tradizioni ……con la politica ….a parere mio è molto più vergognoso di tutto quello che è successo.

  4. Lazaro Vecera

    Mischiare la fede e le tradizioni con la politica è molto più vergognoso di tutto il resto.

  5. Annalisa Spalatino

    Se è stata emessa un ordinanza bisognava farla rispettare, prendendosene tutte le responsabilità.
    Così non è serio…

  6. Mario Bufis

    Ma se sono tradizioni antiche xche devono sparire e poi xche non lanno detto prima che avevono paura ancora non gli mettevono I soldi x la festa

  7. Vincenzo Campobasso

    Non sono così solo i rodiani, esimio Nino Gervasio! E’ la sporca politica che fa che i cittadini si riducano così. Certo, bisognerebbe essere coerenti con le proprie vedute e le proprie scelte e mai vergognarsi di seguire un proprio indirizzo di pensiero; ma mi dice in quanti lo fanno? E’ sicuro che lei stesso non sia accomodante ed approfittatore? NON HO DETTO CHE LO E’, qundi non mi si rivolti contro, come se l’avessi accusato.

  8. Giuseppe Romagnuolo

    Ho rivisto i post del 2015 i fuochi furono fatti e non ci furono problemi nel 2014 io c’ero i fuochi furono fatti e mi ricordo che mi trovai per caso vicino al sindaco pinto che strinse felicemente tante mani che si complimentavano con lui. Ieri leggevo un commento di qualcuno che parlava di una trattativa nei giorni precedenti la festa ho chiesto tra chi e che decisione avessero preso e se la eventuale decisione fosse stata comunicata alla pipolazione rispostA?????? Il mio pensiero del tutto opinabile e’ di separare il rito religioso”messa ecc. ” con la festa popolare e dal momento che la processione era accompagnata dalla banda musicale diventa a mio avviso una festa popolare la legge citata da marco sinceramente non la conosco ma se e a discrezione del sindaco applicarla e siccome nel 2014. E 2015 non la applicata non capisco perché quest’anno l’ha fatto . ricordo che quando ci fu il terremoto che provocò danni furono sospesi i fuochi per motivi di sicurezza e. Questo fu comunicato alla popolazione la gente capì e andò tutto bene.

  9. Dommery Cancelliere

    Ma xke votate sempre gli stessi sindaci?????

  10. Mario Bufis

    Xche sono sempre loro a stare inmezzo hai co….ni 😡😡😡

  11. Vincenzo Campobasso

    L’ho già detto; lo ripeto. Forse perché, quest’anno, le cose mondiali, rispetto al 2014 e 2015 stanno un pochino diversamente. Ieri l’altro, NOVE italiani sono stati brutalmente uccisi a DACCA, solo perché non conoscevano i versetti del Corano! Io penso che, con calma, si potrebbe anche ottenere dal sindaco una spiegazione circa la propria decisione. Sono stati i Carabinieri a porre il veto o è stato lui in prima persona? Il “ripensamento” è avvenuto perché ha trovato una via di mezzo, tra il non autorizzare i fuochi e l’autorizzarli dove c’era più spazio e più sicurezza? Io credo che siano questi i termini da considerare. Invece, non si fa altro che agitare la cacca e farla sentire più puzzolente!

  12. Dommery Cancelliere

    E voi non andate a votare comandate voi cittadini.. mica vi costringono a farlo.. Sempre gli stessi d anelli e pinto.. Pinto e d anelli ma che andassero a cacare

  13. Mauro Agostinella

    Popolo comandiamo noi basta con sti abusi.. Signoriiiiiii

  14. Vincenzo Campobasso

    Purtroppo, non è così! Il popolo elegge – LIBERAMENTE e DEMOCRATICAMENTE – e demanda l’autorità agli eletti. La minoranza può non trovare giusto quel che decide l’amministrazione eletta dalla maggioranza, ma ci sono sedi apposite per dirimere le questioni, non certo un momento di altro interesse, come quello di una manifestazione religiosa. Se non capiamo questo, non capiamo niente!

  15. Vincenzo Campobasso

    Aggiungo: la prossima volta, eleggete un altro. La minoranza, avrà sempre da ridire. Ma lo deve sempre fare nelle sedi e nei momenti opportuni, ben previsti dalla LEGGE.

  16. Giuseppe Romagnuolo

    Tutto vero quello che dico io se si fatta una trattativa ed è stata presa una decisione questa si può comunicarla ? Proprio per rispetto alle vittime dell’attentato in quanto alla cacca io sono abituato una volta fatta a tirare lo scarico non so se te la agiti prima.

  17. Michela Bellantuono

    SCUSATE MA POI SONO STATI FATTI I FUOCHI?

  18. Mauro Agostinella

    Certo le si e anke stasera lui e – di o

  19. Delli Carri Antonio

    I fuochi sono stati fatti e a riguardo dei signori io tutto so non sanno che la festa patronale veniva accompagnata dal complesso musicale di cui una novena ridotta ormai a 4 giorni quale spiegazione più di questa ?……

  20. Sonia Daniele Papagno

    La maggior parte dei signori “tutto so” neanche era presente alla processione… quindi…

  21. Michele Di Terlizzi

    Proverbio del rodiano Doc…..i caz da tiel i sep a cucchier ……quindi chi abita a rodi sa’

  22. Domenico Sinigagliese

    Caro Antonio sono d’accordo su quello che dici, ma bisogna dire anche che per pagare la Banda ci vogliono i soldi, noi Rodiani pretendiamo ma non tutti si mettono la mano nella tasca.

  23. Mauro Agostinella

    Dovresti conocsierllo bene le allieno

  24. Domenico Sinigagliese

    Mi dispiace dirlo ma la festa è la nostra è non di chi ci amministra, se dopo non siamo contenti,facciamoci avanti tutti e facciamola noi la festa. Io che di feste con le varie Amministrazioni ne ho fatte tante ti posso garantire che il Rodiano Vuole la festa ma quando deve dare i soldi trova sempre una scusa. Vorrei sottolineare che questo mio appunto è sopra le parti solo autocritica. Semplicemente amo il mio Paese.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici