La saga dei Pinto – Bevilacqua…

pinto-bevilacquaPremessa d’obbligo per i disinformati: il comune di Rodi Garganico è in dissesto finanziario per debiti fuori bilancio ereditati dalle precedenti amministrazioni ma dal sindaco pro-tempore volutamente “affossato”, rifiutandosi di correre ai… ripari, onde crearsi l’alibi per l’impossibilità di mantenere tutte le promesse elettorali! Indipendentemente dai seri problemi finanziari, il nostro comune è una fucina di cittadini onorari: due sotto “l’impero” del dott. Teodoro Moretti e tre di “creazione” dell’attuale sindaco, signor Pinto, detto il talebano, e per definirlo tale ne ho tutte le ragioni!

A chi è toccato questa volta l’alta onorificenza? Udite, udite… sì, a lui, proprio a lui, a Osvaldo Bevilacqua, che ha ricevuto anche le chiavi del comune! E per quali meriti questo signore è stato “santificato” con questo prestigioso titolo? Semplice: ha detto di essere legato da rapporti d’amicizia col dott. Nicola Pinto, e poi le tante vacanze trascorse a Rodi Garganico negli anni giovanili gli danno il diritto di fregiarsi del riconoscimento “cittadino onorario”, al quale ci teneva molto! Beh, insomma, non c’è due senza tre… vedi Katia Ricciarelli, Peppino Principe, anche loro amici del talebano!

Non vorrei essere maligno ma qui c’è qualcosa che mi puzza! Lungi da me sparlare del privato, che riguarda solo chi colleziona scheletri da appendere nell’armadio, ma conoscendo Pinto, personaggio diabolico, arrivista, egocentrico, e più ne hai e più ne metti, imporrà agli elettori rodiani il “fraterno” amico Osvaldino (solo per gli amici cari!) come prossimo sindaco (solo proforma) di Rodi Garganico, riservando per sé il titolo di consigliore con potere esecutivo! Tant’è vero che appena dopo la sua “incoronazione”, il cittadino onorario Osvaldino ha tenuto un breve discorso, lamentandosi delle carenti strutture per fini turistici nel nostro paese con particolare riferimento ad un aeroporto.

Madonn, madonn… che sia la volta buona? Un aeroporto a poche decine di metri dal porto, con una pista sul mare lunga due km, in modo da consentire atterraggi e decolli di aerei supersonici provenienti dalla Russia, Cina, Usa, con migliaia di turisti danarosi? Questi ha scoperto veramente… l’America! Sarebbe fantastico se ciò fosse nelle sue intenzioni! Ma che ci voleva il suggerimento dell’esperto Osvaldino, conduttore televisivo da “ninna nanna”, per far capire a noi cittadini rodiani delle esistenti lacune turistiche che ci affliggono da anni, vuoi anche e soprattutto per mancanza di volontà da parte di politici improvvisati? Ma vid’ a ddov’ cazz’ a y’ sunà!

E di Katia Ricciarelli e Peppino Principe che ne facciamo? Ma sì anche a loro un assessorato, che non si nega a nessuno! A Katia per esempio l’assessorato alla cultura e a Peppino quello al turismo con l’obbligo però di girare l’Italia in lungo e in largo, la prima mettendo a disposizione la sua voce e il secondo col compito d’accompagnarla con la sua fisarmonica, mentre al consigliore Nico il piacevole compito di raccogliere con coppola in mano le offerte degli astanti in platea per la costruzione dell’aeroporto di Rodi Garganico! A questo punto si creerebbe anche una bella lista elettorale con i tre “magnificati”, il talebano, coccla vacant, il valletto, l’avv. Stampella, più un paio di riempitivi e la cosa è fatta e il potere di nuovo a loro disposizione!

Ah, dimenticavo come reagiranno gli elettori rodiani? Che domanda sciocca la mia! Li porteranno in comune a spalla, come da tradizione morettiana! E così il popolo tutto, “i nuovi arrivati”, i vecchi amministratori, vivranno felici e contenti alla faccia di chi li ha anche eletti e degli… oppositori! A proposito esistono questi ultimi? Mah…

Fantapolitica la mia? Mi auguro di sì, anche se nutro seri dubbi! Comunque della saga dei Pinto-Bevilacqua e consequenziale “love-story” ne sentiremo parlare ancora! Però prima di chiudere, il mio pensiero va a tutti i candidati sindaco: quanto da me scritto, senza se e senza ma, si chiama OPPOSIZIONE! Opposizione che loro non fanno e che non sanno fare! Chi crede non di vincere ma di stravincere resterà con l’amaro in bocca! L’arroganza è una brutta bestia che lascia col sedere per terra! Gli slogan e le battute velenose sul web sono compresi solo dagli addetti ai lavori! O questi cambiano tattica oppure abbino il coraggio di ritirarsi a vita privata, e questa è sicuramente la scelta migliore per il bene del paese!

Nino Gervasio

7 commenti

  1. Vincenzo Campobasso

    Ma davvero, Pinto, è l’individuo qui descritto e vituperato? Mi domando dove stavano con la testa i rodiani che lo hanno votato! Bah!

  2. Antonio Sapienti

    A breve avremo il primo presidente degli Stati Uniti donna della storia. ..e in Italia ancora Pineto e Berlusconi….che vergogna!!!!!!

    ….

  3. Michele Montecalvo

    Una persona squallida è indegna di essere il sindaco di Rodi ricorda hai solo rovinato un paese e sarai sempre ricordato come un ……… E mi hai capito bene

  4. Ma gli ospedali psichiatrici non erano stati chiusi……
    Ormai esistono sempre e solo i nostalgici falliti che non hanno nulla da fare w che vorrebbero insegnare come si fa opposizione…

  5. Antonio Riccardo Princigallo

    Ma il gatto in alto a dx che razza è?

  6. Ammetto che l’articolo è un po’ esagerato però tocca qualche nervetto che infastidisce e non poco qualcuno…

  7. fermo restando che finchè non leggo i veri dati dei bilanci analitici quello del 2015 lo letto e stampato, anche quelli passati ma è solo questione di tempo mi è stato promesso, non do giudizi e ne esprimo “condanne” di nessun genere ma ricordo che ogni governo nazionale, regionale e locale come in questo caso sono lo specchio della comunità quindi di conseguenza è inutile che si continui a dare le colpe altrui quando sarebbe meglio che ognuno abbia il coraggio di guardarsi allo specchio.

    Don Abbondio diceva che se uno il coraggio non ce l’ha non se lo può dare, e qui di opportunisti e di osservatori dell’Onu ce ne a bizzeffe.

    Domanda : i cambiamenti partono dal basso i Rodiani sapranno e avranno coraggio di metterci la faccia propria invece di fare continui analisi ( ?) , ipotesi e straparlare senza dati oggettivi ?

    Mi sembra che fino ad oggi ci si basa sulle chiacchere il sentito dire e il pettegolezzo, così di strada non se ne fa molto, cambierà pure il sindaco ma la mentalità se continua a essere questa, non abbiamo futuro.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici