Vico del Gargano: Carmine, quartiere in festa

madonna-carmin-vico-garganoA grandi passi si avvicina la festa della Madonna del Carmine, il 16 luglio, e il quartiere indossa l’abito buono delle grandi occasioni. Scorrono come un fiume placido le orazioni della Novena alla Vergine e le campane chiamano a raccolta il popolo dei devoti, mentre i canti della Pax et Bonum tracimano le mura dell’antico convento e si diffondono per il quartiere. Fatica la piccola chiesetta a contenere tutti, situata in cima alla collina delle Croci, dove lo sguardo si spinge sino all’altra sponda dell’Adriatico.

Anche quest’anno il Comitato organizzatore della Confraternita dei Carmelitani Scalzi ha dovuto, sapientemente, mescolare tradizione e innovazione, costi e offerte, qualità e gusti, classico e moderno.

La scelta è caduta sui New Trolls, gruppo entrato nella storia del rock. La biografia della band è ricca e mutevole, forse anche troppo, e noi “giovani degli anni sessanta” abbiamo fatto una certa fatica per seguirli e sapere tutto, o quasi tutto, di loro, del percorso musicale, le formazioni, la produzione. Ufficialmente nascono nel 1967 dalle ceneri de I Trolls, sono subito apprezzati per la loro competenza canora e musicale, tanto da collaborare al tour italiano dei Rolling Stones. La loro musica romantica e le voci inconfondibili fanno svettare e distinguere i New Trolls dalle decine e decine di gruppi e gruppetti nati e scomparsi in quegl’anni. Non c’è classifica o Hit Parade che non li trovi ai primi posti; brani che hanno marchiato a fuoco il nostro cuore: Io che ho te; Miniera, e poi a seguire, Concerto Grosso per i New Trolls. Da qui ha inizio una lunga, intricata ed eccessiva scomposizione e riformazione, fino al raggiungimento di una formazione che ci ha regalato brani come Aldebaran; Quella carezza della sera; F.S. La storia degli ultimi anni è un vorticoso mescolamento musicale, sperimentazione, turbinio di management. Il 19 ottobre 2015 lascia il gruppo e questa terra Giorgio D’Adamo, una grande perdita per i New Trolls.

La Storia, il Mito, la Leggenda resta e viene riproposta dai Carmelitani Scalzi di Vico del Gargano per onorare la Vergine del Carmelo, la sera del 19 luglio prossimo, nel quartiere Carmine che si colmerà di vichesi, emigrati, turisti provenienti da e oltre tutta la provincia di Foggia e paesi viciniori. La parte dedicata alla musica classica è stata affidata alla bacchetta del Maestro Pasquale Aiezzo, che dirige il Gran Complesso Bandistico “Città di Martina Franca”. I fuochi pirotecnici sono della ditta Chiarappa e Figlio di San Severo. L’illuminazione della Soc. Coop. Fratelli Carlone di Lucera. L’addobbo della ditta Ezio Luigi di Vieste. Si tratta, come sempre, di un grande ed impegnativo sforzo organizzativo distribuito nei giorni 16; 17; 18; 19 luglio, che il cuore grande e generoso della popolazione e degli ospiti sapranno apprezzare.
Tutte le informazioni e il dettaglio dei quattro giorni di festa sono sul sito: w.w.w.carmelitan.org.

Michele Angelicchio

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici