Va avanti il progetto del treno tram Rodi – Peschici

treno-tramCosterà 40 milioni di euro e bucherà Monte Pucci.

Un treno-tram per collegare Rodi Garganico con Peschici, opera da 40 milioni di euro, È questo il nuovo progetto delle Ferro­vie del Gargano, annunciato già diverso tempo fa dalla di­rezione dell’azienda, in atte­sa di una prima risposta dal Ministero dei Trasporti. “Ab­biamo una progettazione già presentata al Ministero e alla Regione Puglia – sottolinea Daniele Giannetta direttore d’esercizio di FerGargano. Un treno tram che dovrebbe superare anche la limitazione di Calenella, dove finisce la ferrovia, ed arrivare sino al paese, a Peschici. Abbiamo optato per il “treno-tram” poiché la ferrovia non si spo­sa benissimo con il turismo in quella zona di territorio. La modalità “Tram” andrebbe a migliorare di parecchio il servizio e rispetterebbe anche la vocazione territoriale del Gargano.

Giannetta aggiunge che si tratta del primo progetto pilota d’Italia che dovrebbe essere finanziato dalla Comunità europea.

Il progetto pilota innovativo Treno Tram – che ipotizza il collegamento tra Foggia, Lucera, Manfredonia, Ceringola, San Severo e il Gargano – è una delle più importanti progettualità bandiera selezionate nel Piano strategico di area vasta “Capitanata 2020 – Innovare e Connettere”.

24 commenti

  1. Vincenzo Campobasso

    BENVENUTO TRENO-TRAM, per i peschiciani specialmente! Chi vivrà, vedrà di che si tratta. Io non capisco la differenza tra TREMNO-TRAM e TRENO-FERROVIA. Da quel che so, il TRAM viaggia su rotatie; le rotaie formano una FERROVIA: dov’è la sostanziale differenza? * Così, mentre da tante parti si è vanamente auspicata la dismissione della ferroia per la tratta ISCHITELLA-CALENELLA, ora altro ferro andrà a posarsi sul suolo garganico (anche se, in parte, in galleria). Che dire? AGUGURIAMOCI IL MEGLIO!

  2. Silvana Silva

    Finalmente una buona notizia!

  3. Tommaso Ognissanti

    Chissà se saremo ancora su questa terra quando inizieranno i lavori

  4. Nicola Vecera

    Che stronzata. Allungassero la superstrada con quei soldi. Da peschici calcoli fatti 7 min arrivi a vieste 4 a vico. Poi monte pucci che è frenante. Mah

  5. Roberto Africano

    40 milioni buttati. Territorio violentato. In un anno quel treno lo prenderanno al massimo 100 persone. È una vergogna.

  6. Frederick Cortinarius Orellana

    Chissa’ quanto verra’ a costare l’ennesima ”velocizzazione”
    di qualche millisecondo al km.

  7. Anche ad Apricena Signor Roberto sventolavano chiacchere su chi doveva viaggiare, le confermo che il treno va a pieno carico tutti i giorni…

  8. Angelo Goesto Hollywood

    La vera sfida sarebbe collegare calenella-vieste

  9. Nardelli Francesco

    E’ un bel modo di buttar soldi per continuare a far arricchire qualcuno! Hanno oscurato i vetri per non far vedere che viaggiano soltanto il conducente e il controllore.Speriamo che prima o poi intervenga l’ANAC…ci sarà di che ridere.

  10. Valentino Piccolo

    La follia delie Ferrovie del Gargano continua… e magari ci sarà pure qualcuno disposto a dar retta a queste assurdità che, di tanto in tanto, vengono riproposte. Sarebbe una ulteriore inutile violenza a questa terra. La mobilità del Gargano non si risolve con opere assurde e devastanti o con un fantomatico “treno-tram” solo per trarre in inganno! Ma come si può solo pensare di violare l’incanto di Monte Pucci e dei suoi contenuti archeologici con testimonianze di millenni di storia ? Il tutto poi per una utilità inesistente… Questo assurdo progetto e sperpero di denaro va fermato !

  11. SoNia TiRelli

    Ma no..l’estate e’ pienissimo quel treno sopratt la sera con le tratte a un euro

  12. Mario Ognissanti

    E vero cio che dice francesco solo in estate anzi il mese di agosto c’è qualche anima se si togliesse e metterebbero qualche piccolo pulman si risparmierebbe un sacco

  13. Silvana Silva

    Scusate ma il trasporto su ferro è il meno inquinante il più sicuro rappresenta il futuro eppure voi contestate e pensate ancora ai pullman? Questa è un’ottima notizia. Rallegriamoci per una volta e andiamo avanti. L’altra infrastruttura da rilanciare è il nostro bellissimo porto. E se devo dirla tutta occorre collegare Rodi con la superstrada e fare un collegamento Rodi Lido del Sole una strada dietro che già c’è per decongestionare il traffico sul lungomare.

  14. Nardelli Francesco

    Non si riesce mai a far capire il senso delle parole: nessuno contesta il trasporto sul ferro; si contesta un trasporto passeggeri che è solo sulla carta a costi elevatissimi e che non possiamo permetterci più. Lo paghiamo tutti noi anche con gli aggravi delle tasse regionali. Spero di essere stato chiaro.

  15. Silvana Silva

    Prima cosa si tratta di fondi europei che per una volta sono ben spesi. Ancora più importante è che quel trenino-tram collegherebbe le nostre bellissime spiagge senza inquinare e di notte servirebbe i ragazzi che vanno in discoteca che così possono tornare a casa in sicurezza. Potete aprire cuore e mente una volta tanto?

  16. Max Conte

    se prima di parlare collegaste il cervello non verrebbero fuori certe boutade, Tram in sostituzione di treno, almeno per rodi, significa allargare il lungomare rendendo libero tutto il tratto da Rodi a San Menaio per i pedoni, pista ciclabile e quant’altro perchè la sede ferrata diventerebbe sede stradale percorribile sia dal tram che dalle auto. Nessuno scempio naturalistico ma solo una cosa che andava fatta 50 anni fa. Il treno attuale in Estate è affollato di giorno e di notte ed è quanto mai utile perchè consente ai giovani di spostarsi lungo la costa senza utilizzare le auto con i naturali pericoli,

  17. Della serie come fai fai e cio che fai per l’italiano non andra’ mai bene. Le tasse le pagheremo comunque per mantenere la casta, mettiamoci nei panni di chi per arrivare al mare dai paesi limitrofi deve fare il minimo 20 euro di carburante al giorno e il pericolo sulla strada….dal 13 giugno posso arrivare al mare in treno e a fine stagione tiro le somme.

  18. Roberto Africano

    Gia mi vedo il lungomare intasato dal traffico creato dal tram che blocca le auto per effettuare le sue fermate .
    D’accoro sulla pista ciclabile e sul lungo mare da rifare tra san menaio e rodi, con spostamento della sede stradale, ma il treno va solo levato e non sostituito. Bucare monte pucci per quanto mi riguarda è uno scempio naturalistico, oltre tutto parliamo di un parco nazionale. I treni affollati forse non li ha mai visti sig. Max Conte, ma le garantisco che non sono quelli delle ferrovie del gargano. 4 km di costa, quelli che separano rodi da san menaio, si coprono con 15 minuti di bicicletta. Spendeteli meglio 40 milioni. Colleghi il cervello e trovi un modo piu utile

  19. Giovanni Zelante

    Bucare Monte Pucci è ridicolo. Non di può fare nel parco nazionale

  20. mi pare un progetto folle che solo la mente truffaldina del padrone delle Ferrovie del Gargano poteva concepire.
    Ma non sa questo signore che chi deve andare a Peschici neanche passa più da Rodi per non rimanere incasinato nelle sciempiaggini che il Comandante dei Vigili Urbani ha creato a Rodi?
    40 milioni di euro per bucare Monte Pucci? Sono convinto che il primo comune che si opporrà sarà proprio quello di Peschici, che non ha bisogno di questi spot pubblicitari che oltrepassano la follia. A Peschici, per strada, a nuoto o per le campagne, ci andrà sempre almeno per venti volte gli emigrati che ritornano a Rodi….. Che nulla portano!
    Imparate dalle altre realtà come si fa turismo!!!!!!!!!!!!!!!!!

  21. Dice Giannetta,direttore d’esercizio di FerGargano ” la ferrovia non si sposa benissimo con il turismo” ,dice ancora, ” il treno-tram andrebbe a migliorare di parecchio il servizio e rispetterebbe anche la vocazione territoriale del Gargano”.Questo vuol dire che le Ferrovie del Gargano prendono finalmente coscienza di quanto sia devastante la presenza di questa inutile e dispendiosa struttura sul nostro territorio e “giustamente” propongono il treno tram con annesso “buco” di Montepucci (zona di interesse archeologico). Non ci sono parole! Ma andiamo avanti..chiudete gli occhi ed immaginate il nostro lungomare senza questo volgare,inutile,costoso binario,immaginate una pista ciclabile con la strada declassata,con i dossi, illuminata e fiorita,immaginate il porto collegato a corso Giannone,immaginate qualche parcheggio in più,e piccoli mezzi fungibili, che fanno la spola tra il centro,il porto ed gli stabilimenti balneari,immaginate piccoli pullman che collegano i vari centri del Gargano. …Peccato era solo un sogno..torniamo alla realtà Le ferrovie del gargano costano allo stato 63 milioni di euro,nello specifico la tratta rodi-calenella ne costa 17 ,questo è il costo e ditemi dov’è il beneficio. I treni sono sempre vuoti vanno e vengono schiamazzando a tutte le ore, i pullman anch’essi sempre vuoti che sfrecciano sul lungomare e non rispettano i limiti di velocità.Sono concetti semplici,decantati da tutti e da sempre ma non cambia mai niente.Ora qualcuno penserà “lui dice così perché ha l’ albergo sul lungomare” se fosse sarebbe pure legittimo, è vero che da da 41 anni vedo treni e pullman terribilmente vuoti,uno sperpero senza fine,un territorio violentato dall’interesse di pochi e dalla stupidità di molti.

  22. alessandro D'Errico

    Altri sperimentano hiperloop, il Gargano dibatte su trasporti da diciannovesimo secolo.

  23. alessandro D'Errico

    Battuta a parte, meglio il tram che il treno.

  24. mi rendo conto che molte mamme nei tempi passati e recenti non hanno fatto uso di contraccettivi e parlano, parlano, parlano, e riparlano su tutto e su tutto, senza cognizione di causa, senza chiedere almeno di conoscere un progetto o di avere una spiegazione titpo un’analisi di impatto ambientale, una verifica di costi-benefici. Magari bastassero 40 milioni di euro e magari potessi ricordarmelo il Tram. Questa è l’unica incognita ad un progetto che sarebbe la salvezza del Lungomare Rodi-San Menaio che liberando quel tratto della vecchia strada ferrata sopraelevata rispetto al piano stradale e non usufruibile dal traffico su gomma, ci darebbe un lungomare pedonale di 5/6 chilometri. Ma il mondo, e specie l’Italia e quelli che dicono di venire in Gargano da sempre, che criticano sempre che non gli va mai bene niente, sempre, sono pieni di Tuttologi che, come dicevo, parlano senza collegare il cervello alla lingua ed in base agli umori del proprio orifizio più nascosto (un paio in special modo). Ribadisco quello che ha detto Eco poco prima di liberarsi del peso di certi individui superflui per l’Umanità e per sè: accidenti ai social networks. Senza FB non avrebbero avuto agio di riempirci di stronzate dette in pubblico. Se le sarebbero vomitate addosso da soli e noi non dovremmo scansarci per non essere colpiti dai rigurgiti. Magari chiedere alle FdG cosa hanno progettato, come vogliono realizzare l’opera e…….. forse così si guadagnerebbero il diritto di continuare a stare sulla terra senza rompepere i c…. a gratis

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici