Peschici: «Le tre vele sono uno stimolo a migliorarci»

peschiciIl sindaco Tavaglione soddisfatto: è stata premiata la tutela del territorio.

«È ovvio che bisogna sempre puntare a migliorarsi. Le tre vele di que­st’anno assegnate da Legambiente devono essere il trampolino di lancio per agguan­tarne altre già dal prossimo anno, per ar­rivare a quattro e cinque vele, il top insomma. Ma se si pensa che l’anno scorso di vele ne avevamo solo una, possiamo dire di essere sulla buona strada. Puntiamo anche a ri­prenderei la “bandiera blu Fee». Franco Tavaglione, il sindaco, di Peschici, è con­sapevole dell’arduo cammino da percorrere ancora per riguadagnare posizioni perdute. Ma non molla. La classifica di Legambiente 2016 mare pulito ha in sostanza arretrato il Gargano. La regina del promontorio è Lesina con 4 vele, poi Peschici e Mattinata con tre vele, Vieste, Foce Varano e Ischitella 2, infine all’ultimo posto chiude Rodi Garganico con una sola vela. In totale in Puglia sono 16 le località su cui sventolano le 3 vele e 9 dove sventolano le 2 vele. Chiudono la classifica appunto Castellaneta e Rodi Garganico, con una vela.

«Mancano all’appello molti centri del Gar­gano» ha ammesso Francesco Tarantini, pre­sidente regionale di Legambiente Puglia «perché penalizzati dall’eccesso di rifiuti pla­stici portati dalle correnti marine, o ab­bandonati in mare. Per far scalare la clas­sifica anche ai comuni del foggiano, l’as­sociazione ha avviato una campagna di sen­sibilizzazione, con la collaborazione dei sindaci. «È stato premiato il nostro impegno contro le trivellazioni ed i nostri sforzi per la cura dell’ambiente e del territorio» ha ag­giunto il primo cittadino peschiciano che su tale versante non lesina sforzi nella tutela del paesaggio del paese che si avvia alla stagione estiva 2016 ormai alle porte puntando proprio sulla tutela dell’ambiente. Ventuno sono gli indicatori – nella classifica stilata dal Le­gambiente – che permettono di passare al vaglio natura e servizi di trecento Comuni in Italia, per scoprire chi eccelle in qualità ambientale e ricezione turistica. La regina del Gargano per il 2016, come accennato, è Lesina che gli ambientalisti hanno premiato quest’anno con quattro vele. La cittadina lagunare in Puglia è in compagnia di altre sette località (in totale sono 8); Andrano, Chieuti, Fasano, Maruggio, Mo­nopoli, Nardò e Ostuni.

Francesco Trotta per La Gazzetta del Mezzogiorno

2 commenti

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici