Rodi Garganico celebra i suoi agrumi

sagra-arance-2016Diversi gli appuntamenti che a Rodi Garganico metteranno nuovamente al centro dell’attenzione gli agrumi prodotti nell’Oasi Agrumaria tra Rodi Garganico, Ischitella e Vico del Gargano grazie alla trentaduesima edizione della Sagra organizzata dal Comune di Rodi Garganico e dal Consorzio di tutela

Il trentaduesimo appuntamento con la Sagra degli agrumi prenderà il via domenica 24 aprile 2016 presso la sala consiliare del Comune di Rodi Garganico con il Convegno “Adozione da parte delle aziende agrumicole dell’Oasi agrumaria del Gargano di sistemi di gestione ambientali (EMAS, ISO 14001); P.S.R. 2014-2020, nuove opportunità per il consorzio”. Al saluto del dott. Nicola PINTO – Sindaco di Rodi Garganico, seguiranno gli interventi dei relatori avv. Alfredo RICUCCI – Presidente del Consorzio di tutela, avv. Stefano PECORELLA – Presidente del Parco Nazionale del Gargano, ing. Pietro LAFRATTA – Esperto di certificazione EMAS, ISO 14001, dott. Fabio PORRECA – Presidente Camera di Commercio di Foggia. Concluderà il dott. Leonardo DI GIOIA – Assessore Regionale Agricoltura.

A partire dalle 18.00 la manifestazione entrerà nel vivo dando la possibilità di visitare gli stand collocati nelle principali piazze cittadine per apprezzare e degustare i prodotti agrumari.

Lunedì si apre invece con la passeggiata a bordo di fuoristrada tra i giardini dell’Oasi Agrumaria disseminati nel territorio di Rodi Garganico, Ischitella e Vico del Gargano con partenza alle ore 10.00 da Piazza Garibaldi (prenotazioni entro le ore 17.00 del 21 aprile). Alle 11.00 presso la sala consiliare del Comune di Rodi Garganico verrà conferita la Cittadinanza Onoraria al giornalista Osvaldo Bevilacqua, volto noto della tv nazionale per la conduzione del programma Sereno variabile su Rai 2.

Alle 18, inoltre, verranno aperti gli stand di prodotti tipici e artigianali confezionati con gli agrumi del Gargano.

 
L’evento, oltre che dal Comune di Redi Gar­ganico, è organizzato anche dal Consorzio di tutela dell’arancia del Gargano e del Li­mone Femminello. “Quella della coltivazione degli agrumi del Gargano è una storia importante, che af­fonda le sue radici fin dall’antichità e che vide, il suo massimo splendore economico nell’Ottocento, attraverso il commercio marittimo dei prodotti effettuato da note società agrumarie che viaggiavano per ma­re, esportando gli agrumi garganici sui mer­cati esteri, conquistando i palati più nobili e diventando i prodotti italiani d’eccellenza più apprezzati è conosciuti nel mondo, immancabili delizie sulle tavole reali euro­pee ed americane” fanno sapere dal Con­sorzio, e ancora “Ciò che ancor oggi affascina e ciò che contraddistinse gli agrumi del Gargano è non solo la loro indiscussa qualità ma la strategia pubblicitaria, fortemente identificativa del territorio adottata dalle società agrumari e per valorizzare e posizio­nare i prodotti oltreoceano. La vastità e la varietà della scelta iconografica che contraddistingueva i raffinati incarti e gli slogan promozionali, contribuirono al successo del prodotto. Da notare anche la cura nel­la presentazione del prodotto, e l’attenzione per il lavoro di confezionamento. Le cas­sette di legno venivano prodotte a mano”.

La manifestazione è l’occasione migliore per diffondere le antiche conoscenze ma soprattutto un momento speciale di promozione del territorio sia dal punto di vista ambientale naturalistico che di commercializzazione dei preziosi frutti dal profumo di zagare come l’arancia “Duretta”, il limone “Femminello” e l’arancia “Bionda del Gargano”. Prelibatezze premiate dal marchio IGP e diffuse esclusivamente nell’Oasi Agrumaria tra Rodi Garganico, Ischitella e Vico del Gargano che in molti avranno modo di conoscere o riscoprire nella due giorni loro dedicata.

 
Per informazioni e prenotazioni: ufficio Servizi Sociali del Comune tel. 0884 919432 – ufficio Direzione del Consorzio tel. 0884 966168.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici