Basta poco

progetto-orto-scuola-primaria-rodi-3L’anno scolastico della classe II A dell’Istituto Falcone – Giannone Scuola Primaria di Rodi Garganico si conclude pieno di meravigliosi odori provenienti dall’orto creato dal nulla dalla maestra Carmela Ceddia e dai bambini, in un pezzetto di terreno presente nel retro dell’edificio scolastico. È bastato poco: l’inventiva della maestra, qualche semino, la collaborazione di un papà, il tutto accompagnato dall’entusiasmo dei nostri bambini.

Ed ecco fatto l’orto!! Fiori di zucca, melanzane e pomodori sono stati piantati e curati dalle manine di 19 piccoli contadini che, con tanto amore, hanno aspettato il giorno della fioritura. Il rispetto della natura e un’importante educazione alimentare sono gli insegnamenti che la maestra ha voluto dare ai bambini, facendoglieli vivere come una meravigliosa avventura.

Grazie maestra per tutto ciò che i nostri figli hanno vissuto, zappando, strappando l’erba, innaffiando ed infine raccogliendo i frutti del loro lavoro svolto con pazienza e amore.

Sono stati contadini di passaggio,
ma ora godiamoci quest’assaggio,
direttamente dall’orto delle abbondanze,
per augurarci
BUONE VACANZE!

 

I genitori della II A

4 commenti

  1. Nino Gervasio

    Sì, è vero, basta poco per rendere felici i bambini e l’esempio adottato dalla maestra Carmela Ceddia aiuterà a crescere la nuova generazione nel rispetto della Natura e del prossimo che li circonda. Brava maestra Ceddia, complimenti!

  2. Vincenzo Campobasso

    Ci furono (FURONO!) altri tempi, ormai pregressi, in cui esistette la FESTA DELL’ALBERO. Voluta dal regime fascista, conservata dalla Repubblica, poi, un poco alla volta, dimenticata! A Rodi, i cipressi piantati lungo la strada che porta al cimitero (da pochi anni intitolata VIA BELVEDERE), divenuti alti, nel giro di alcuni decenni, un poco alla volta sono spariti. Si voleva un viale, si è arrivati, non dico al deserto, ma al selvaggio (con specifico riferimento alla cementificazione “selvaggia”). Brava la maestra Carmela Ceddia, alla quale auguro che i propri allievi non divengano, col passar degli anni, dei vandali come quelli che, divenuti adulti, hanno distrutto i cipressi, cioè, una parte della propria infanzia!

  3. The children are learning a skill, hobby that they will be able to use the rest of their lives.

  4. Francesco Ricucci

    Brava mamma..

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici