Presentazione progetto «Diritti a scuola»

diritti-a-scuola-2016Si svolgerà domani 24 maggio 2016 alle ore 17.00 presso il teatrino della scuola primaria di Rodi Garganico la presentazione del progetto “Diritti a scuola” proposto dall’Istituto Comprensivo “G. Falcone” nell’ambito dell’avviso della Regione Puglia il cui obbiettivo è quello di promuovere e rafforzare ulteriormente l’azione volta al contrasto della dispersione scolastica, all’innalzamento dei livelli di apprendimento, all’inclusione sociale degli studenti più svantaggiati , per migliorare la qualità dell’istruzione di ogni individuo, ridurre il divario di competenze ed i fenomeni di esclusione sociale che ostacolano la realizzazione personale e l’accesso al lavoro dei giovani.

A differenza delle precedenti edizioni, in cui gli istituti scolastici presentavano singoli progetti per area disciplinare, nell’edizione 2016 ogni scuola ha potuto candidare una sola proposta progettuale contenente al proprio interno le diverse articolazioni disciplinari secondo le combinazioni previste dal bando che, nel caso dell’Istituto Comprensivo di Rodi Garganico, è coinciso con l’azione di tipo C mirata al sostegno psicologico, all’orientamento scolastico e professionale e/o all’integrazione interculturale, all’educazione, alla cittadinanza attiva e alla legalità coinvolgendo i bambini della Scuola Primaria e i ragazzi della Scuola Secondaria e le loro famiglie.

Tra le novità principali dell’edizione 2016, che sulla base dell’esperienza maturata intendono ampliare l’ambito d’azione attraverso importanti innovazioni, quelle di sviluppare un servizio specifico di sostegno e di sensibilizzazione sulle tematiche della cittadinanza attiva e della legalità per le famiglie e gli studenti a rischio di emarginazione sociale, di estendere l’intervento alle materie tecnico-professionali e potenziare le funzioni di orientamento ai percorsi di alternanza scuola-lavoro, infine – dando attuazione a quanto esplicitamente previsto nell’Accordo con il M.I.U.R. – sono previsti interventi a sostegno dell’attività di formazione/informazione del personale degli Istituti Scolastici.

Giunto alla settima edizione, grazie a Diritti a Scuola la Regione Puglia ha ottenuto importanti risultati nella lotta al fenomeno dell’abbandono scolastico: in Puglia il tasso di dispersione scolastica è sceso dal 30,3% del 2004 al 19.9% del 2013. I risultati raggiunti sono estremamente significativi anche da un punto di vista quantitativo: sono stati finanziati 3757 progetti e coinvolti 1.473 Istituti scolastici; hanno partecipato oltre 200 mila studenti, avvalendosi del lavoro di circa 7mila docenti aggiuntivi precari e di circa 3mila amministrativi e ausiliari aggiuntivi precari che – negli stessi anni – non avrebbero lavorato e ai quali è stato garantito anche il punteggio relativo al servizio prestato, valido ai fini del posizionamento nella graduatoria provinciale di servizio.

“Diritti a Scuola” è stato premiato da REGIO STARS come vincitore della categoria “Crescita Inclusiva”, che premia le progettualità che favoriscono l’integrazione nella società delle persone a rischio di esclusione sociale. Il programma della Regione Puglia era stato selezionato come finalista su 143 proposte candidate e pervenute da regioni e città di 15 Paesi membri: Austria, Bulgaria, Repubblica Ceca, Danimarca, Francia, Grecia, Ungheria, Italia, Irlanda, Polonia, portogallo, Romania, Spagna, Svezia e Regno Unito.

Il finanziamento disponibile per Diritti a Scuola 2016 è pari ad € 30.000.000,00 a valere sulle risorse del POR Puglia 2014-2020. L’intervento rientra, infatti, nell’ambito delle politiche promosse dal Programma Operativo con particolare riferimento all’Asse Prioritario X “Investire nell’istruzione, nella formazione e nell’apprendimento permanente”, all’Obiettivo specifico/Risultato Atteso 10.2 “Miglioramento delle competenze chiave degli allievi” e alla linea di intervento del P.O. 10.2 “Interventi per il rafforzamento delle competenze di base”, Azione 10.2.2. “Azioni di integrazione e potenziamento delle aree disciplinari di base (lingua italiana, lingue straniere, matematica, scienze, nuove tecnologie e nuovi linguaggi).

Nel progetto dell’Istituto Comprensivo di Rodi Garganico le attività spazieranno dal recupero didattico a momenti ludico-ricreativi, ad attività finalizzate alla sensibilizzazione alla cittadinanza attiva e alla cultura della legalità e saranno portate avanti sia da docenti che da tre professionisti, Psicologo, Mediatore Interculturale e Giurista. Il dettaglio di tempi, luoghi e attività sarà l’oggetto dell’incontro. Interverranno, oltre al Sindaco e al Dirigente Scolastico, il Presidente del Consiglio d’Istituto, Suor Marcella, i Docenti, la dott.ssa Chieti e il dott. Santamaria, che saranno a disposizione per chiarire tutti gli aspetti di una progettualità importante, voluta dalla Regione Puglia cui l’Istituto rodiano aderisce con entusiasmo per le finalità di inclusione scolastica e sociale, di contrasto della dispersione scolastica e di educazione alle social skills che esso offre.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici