L’Islam? Invenzione ebraica

corano

Il Corano dice… insegna… è parola di Allah… Maometto è il suo profeta… etc. etc. L’unico Corano per i musulmani residenti nel nostro Paese, approvato come interpretazione di riferimento in lingua italiana dalla casa regnante Saudita, è edito da Hamza Roberto Piccardo, un italiano convertitosi all’Islam. Il libro descrive la nascita di Maometto avvenuta nel 570 d.C. e la sua esistenza terrena fino all’anno della sua morte nel 632. Ci ragguaglia anche dei suoi vari matrimoni, undici mogli, delle quali una bambina, Aishna, di sei anni, posseduta sessualmente all’età di nove e delle sue innumerevoli concubine. Il Corano ne cita sedici! Sua madre Aminah, le sue mogli, esclusa la sposa-bambina, le concubine, erano tutte di origine ebraica ma il Corano non li evidenzia! Racconta le visioni di Maometto avute dall’Arcangelo Gabriele, che lo convinse a divenire Messaggero di Allah, il suo… “apostolato”, i crudeli combattimenti sostenuti contro gli “infedeli”, i tanti assalti ai carovanieri e riporta tutte le sue citazioni, che trasmise oralmente ad alcuni musulmani. Solo cento anni dalla sua morte furono messe per iscritto, dopo aver valutato i racconti orali di circa settantamila persone e presi per buoni soltanto ottomila. Questo è riportato nel Corano.

Maometto è veramente esistito? La risposta è NO! Lo dicono esperti cultori dell’islamismo, fra i quali Martin Lings e anche molti arabi, come Muhammed Sven Kalisch, etc. Lo pensa e lo dice anche il sottoscritto, che leggendo il Corano per mera curiosità, a lettura avvenuta, fa le debite considerazioni… e qui di seguito ne cita alcune:

  1. Non vede nessun’altra fonte storica a conforto di quanto indicato dal Corano.
  2. Ritiene mostruose ed inumane il concetto di vita del musulmano che lo autorizza, fra l’altro, ad eliminare fisicamente in nome di Allah chi non condivide il Corano!
  3. E’ orripilante la tenuta in schiavitù della donna, già dal nono anno di vita, da abusare sessualmente, e costretta a vivere isolata dalla società! Ecco alcuni scioccanti e disgustosi esempi di pedofilia e stupro all’interno dell’Islam, che riporto integralmente da ‘URSA
    1. Il Profeta scrisse (il contratto di matrimonio) con ‘Aisha quando lei aveva sei anni e consumò il suo matrimonio con lei quando ne aveva nove e lei rimase con lui per nove anni (fino alla sua morte). Sahih Bukhari Volume 7, Libro 62, Numero 88
    2. “Un uomo può placare la sua concupiscenza sessuale con una bambina. Sodomizzare il bambino è consentito dalla Sharia. Qualsiasi padre che sposi sua figlia così giovane avrà un posto fisso in paradiso”.
    3. “Non è illegale per un maschio adulto godere a coscia di una giovane ragazza che è ancora in età di svezzamento; che significa mettere il suo pene tra le sua cosce, e baciarla”.
    4. “Un uomo può sposare una bambina più giovane di 9 anni d’età, anche se la bambina è ancora allattata. Un uomo, tuttavia, è estromesso dall’avere un rapporto sessuale con una bambina più giovane dei 9 anni; altre pratiche sessuali come i preliminari, lo sfregamento, baciarsi e la sodomia sono consentite. Un uomo che ha avuto un rapporto sessuale con una bambina più giovane di 9 anni d’età non ha commesso un crimine, ma soltanto un’infrazione, se la bambina non si è danneggiata in maniera permanente.” -Ayatollah Khomeini-
  4. Le molte analogie con la religione ebraica, e i vari precetti e tradizioni dei Giudei, mettono in dubbio la figura di Maometto, arabo ed emissario di Allah, a favore di una programmata strategia da parte ebraica, atta a sottomettere popolazioni di Gentili per puri scopi egemonici!

Che Maometto “profeta” non si mai esistito e che la sua origine ebraica, come pure quella delle sue mogli e concubine, condivise da moltissimi storici, è un dato di fatto!

Questo in sintesi, anche se ritengo utile un approfondimento dell’argomento ma motivi di spazio sul blog non me lo consentono. Concludo con una frase di San Giovanni Bosco, fondatore dei salesiani: “L’Islam è una BUGIA e una densa e pericolosa TRUFFA sull’umanità!”

Nino Gervasio

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici