Sequestro grano contaminato nel foggiano

grano-forestaleOltre 600 tonnellate di grano duro contaminato da micotossine sono state sequestrate dal Corpo forestale dello Stato in un impianto di stoccaggio in provincia di Foggia.

E’ detto in una nota degli investigatori diffusa al termine del risultato delle analisi chimiche eseguite dall’Arpa a Bari. Il frumento è caratterizzato da valori di Ocratossina di tipo A oltre il 50 per cento del limite consentito. Il titolare del deposito è stato denunciato per detenzione di sostanze alimentari alterate. Il prodotto sequestrato è proveniente dal raccolto dell’annata agraria 2014-15, di origine italiana ed era destinato a essere trasformato.

I Forestali del Comando Provinciale di Foggia e del Comando Stazione di Ascoli Satriano, unitamente al personale del Dipartimento di Prevenzione ASL di Foggia – Ufficio S.I.A.N, hanno posto i sigilli ai silos contenenti il grano contaminato e ritrovato presso l’impianto di stoccaggio e movimentazione di cereali. Il titolare del deposito, inoltre, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per detenzione di sostanze alimentari alterate. La continua attività dei Forestali in provincia di Foggia, volta a garantire la sicurezza alimentare e la qualità dei prodotti, ha così evitato gravi ripercussioni sulla salute dei consumatori.

1 Commento

  1. Alessandro Mastrodomenico

    certamente non sarà grano pugliese,ma proveniente dall’estero…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici