Rifiuti sulla Rodi – Ischitella: le foto degli sporcaccioni

rifiuti-sp-rodi-ischitellaNell’ambito dell’attività di contrasto e repressione del fenomeno di deposito ed abbandono incontrollato di rifiuti sul suolo nel territorio del Comune di Rodi Garganico e dei comuni limitrofi, il personale del Corpo Forestale dello Stato ha posto in essere una consistente attività accertativa diretta ad identificare e sanzionare gli autori di tali comportamenti illeciti che segnano in modo inqualificabile il degrado in cui versa, purtroppo, parte del nostro territorio. L’operazione si è basata sull’attività di videoripresa che ha consentito di cristallizzare, in modo inequivocabile, il pessimo comportamento di alcuni cittadini che, ancora oggi, attraverso tali condotte e con le più svariate modalità, si disfano dei rifiuti prodotti in ambito domestico.

Con tale attività, attraverso il posizionamento di apparecchiature per la videosorveglianza debitamente occultate, sono stati monitorati diversi siti dislocati sulla strada provinciale 51 bis che collega Rodi Garganico ad Ischitella, abitualmente utilizzati per l’illecito deposito ed abbandono incontrollato di rifiuti. A seguito di tale attività il personale del Corpo Forestale dello Stato è stato impegnato nella visualizzazione di centinaia di video riprese e nelle connesse operazioni sanzionatorie, che hanno colpito i trasgressori con l’elevazione delle sanzioni amministrative previste dal Testo Unico Ambiente (D. Lgs. n. 152/2006) nella misura di circa 600 euro ad infrazione.

Resta tuttora in corso l’operazione di monitoraggio tramite il posizionamento di numerosi sistemi di videosorveglianza occulta posizionati nei luoghi strategici del territorio comunale di Rodi Garganico per contrastare tali gesti, incivili e non accettabili in una società ecosostenibile nella quale le uniche pratiche ammissibili sono rappresentate dalla raccolta differenziata, dal riciclo e dalla corretta gestione dei rifiuti.

9 commenti

  1. Le mettessero anche al lago varano finalmente qualcuno paga i disastri che fanno

  2. Giuseppe Grassano

    questi poi sono gli stessi che recitano la parte delle persone perbene: casa chiesa e corna

  3. Rodi Garganico online

    Le sanzioni sono state già irrogate e, in alcuni casi, già incassate

  4. Sara Iacovelli

    Bene sarebbe anche più logico mettere più telecamere in giro, certa gente deve vergognarsi di quello che fa.

  5. Rita La Torre

    Complimenti per la celerità dei controlli , se non sbaglio è solo da pochi mesi che a Rodi c è la raccolta differenziata !

  6. Rossella Di Maggio

    Più telecamere per denunciare questi gesti che ci distruggono 😖

  7. Rodi Garganico online

    Si è vero si è partiti dalla metà di giugno. La particolarità è però che una buona parte di “sporcaccioni” non ha cittadinanza rodiana

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici