Pesca a strascico, elevate sanzioni per 8mila euro

guardia-costiera-rodiDurante l’attività di vigilanza pesca e polizia marittima tra il Comune di Rodi Garganico e il nord del Circondario Marittimo – per verificare le attività di pesca in rispetto del Decreto del Fermo Pesca temporaneo Obbligatorio – stamani, alle ore 06.20 circa, l’equipaggio della Motovedetta CP 543 della Guardia Costiera di Rodi Garganico ha intercettato un’unità da pesca intenta alla pesca a strascico, nelle acque adiacenti la località Lido del Sole (Comune di Rodi Garganico), a circa 5,1 miglia dalla costa, profondità del fondale 28 metri circa, attività quest’ultima vietata in questo periodo come disciplinata dal suddetto Decreto. Gli occupanti dell’unità da pesca, accortesi della presenza della motovedetta della Guardia Costiera, aumentavano la velocità del motore e immediatamente filavano entrambi i cavi d’acciaio in mare senza lasciare segnali indicanti le estremità degli stessi.

Al comandante del peschereccio si contestavano e si elevavano due sanzioni amministrative – rispettivamente da € 4.000,00 – per effettuare la pesca a strascico in tempi vietati e occultare, manomettere o eliminare elementi di prova relativi ad un’indagine posta in essere dagli ispettori della pesca, dagli organi deputati alla vigilanza ed al controllo e dagli osservatori nell’esercizio delle loro funzioni. Inoltre, sono stati notificati i verbali relativi all’applicazione del procedimento di assegnazione punti per infrazioni gravi per i comandanti di pescherecci.

Continuano i controlli, in questo particolare periodo, per il rispetto delle norme che disciplinano la pesca marittima.

2 commenti

  1. Giannangelo Pecorelli

    Ebbene a coloro che usano il pescato a strascico ..in futuro lo ricorderanno i successori Pescatori senza pesce…sara’ come I Vigneti, I’ oliveti, AGRUMETI,

  2. Pochi ottomila euro! Dovevano sequestrare anche i natanti e arrestare l’equipaggio! Sono dei criminali! Le leggi purtroppo sono quelle che sono…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici