Maltempo: un morto a San Severo

Un uomo è morto annegato a causa del maltempo nel Foggiano, trascinato con la sua auto dall’acqua e dal fango. Secondo quanto riferito dalla Polizia stradale di Foggia, la vittima viaggiava a bordo di una Lancia Y e stava percorrendo la strada provinciale 35 che collega San Severo a Torremaggiore. L’incidente sarebbe avvenuto nella tarda mattina e il corpo dell’uomo è stato recuperato nel pomeriggio dai vigili del fuoco.

Si tratta di Raffaele Russi, un agricoltore di 65 anni: l’uomo era a bordo della sua utilitaria, in via Fortore alla periferia di San Severo quando – molto probabilmente – per un’avaria e’ sceso dal mezzo. La violenza dell’acqua lo ha travolto, uccidendolo e trascinandolo per centinaia di metri. Il corpo e’ stato recuperato dai vigili del fuoco a circa 400 metri dalla sua automobile. E sono state in tutto 25 le persone tratte in salvo dai vigili del fuoco che hanno operato con 13 squadre giunte anche dai comandi di Campobasso, Isernia e Taranto. Numerosi gli automobilisti rimasti in panne sulle strade provinciali e statali del Foggiano tratti in salvo dai pompieri. Alcuni camionisti, spaventati per le frane, si erano rifugiati sui cassoni dei loro mezzi.

Sei, invece, le persone che, nel territorio di San Severo, hanno trovato rifugio sul tetto di un’abitazione e che sono state salvate da un elicottero del 115. Un mezzo anfibio dei vigili del fuoco e’ intervenuto anche sulla statale 272, alla periferia di San Marco in Lamis. Qui un autobus di linea e’ stato costretto a fermarsi per l’acqua che aveva invaso la corsia: tra i passeggeri una donna che doveva effettuare un trattamento di chemioterapia. La donna e’ stata trasportata sul mezzo anfibio e accompagnata all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

Acqua e detriti riversatisi in territorio a causa delle abbondanti piogge che imperversano hanno provocato la chiusura per 21 chilometri in entrambi i sensi di marcia della statale 272 ‘di San Giovanni Rotondo’ nel tratto che collega San Severo a San Marco in Lamis. Lo rende noto l’Anas. Nel dettaglio, tra il km 3,000 ed il km 6,000 la statale è interessata da riversamenti di acqua, provenienti da monte, che invade la sede stradale. Tra il km 15,000 ed il km 21,000 si segnala, invece, la presenza di detriti e materiale roccioso, franati sulla carreggiata dai versanti a monte adiacenti alla statale. Per entrambe le direzioni sono percorribili le strade locali.

Sempre a causa del maltempo, ci sono disagi per allagamenti anche lungo la strada statale 16 ‘Adriatica’ e sulla statale 89 ‘Garganica’. Per quanto riguarda la circolazione ferroviaria, nel pomeriggio, fa sapere Ferrovie dello Stato, dovrebbe riaprire la tratta Barletta-Spinazzola, chiusa ieri per la presenza di fango sui binari. Oltre che sulla Bari-Foggia, si segnalano ritardi per una decina di treni anche sulla tratta che collega Foggia a Termoli a causa di scariche atmosferiche che compromettono il regolare funzionamento dei sistemi di distanziamento fra treni. (ph ANSA/FRANCO CAUTILLO)

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici