Variazione fermate autobus Ferrovie del Gargano

autobus-ferrovie-del-garganoLe Ferrovie del Gargano comunicano all’utenza che, nel dar seguito all’ordinanza n. 22 emessa dal Comando di Polizia Municipale di Rodi Garganico in data 10 maggio 2016, con decorrenza immediata la fermata per il carico e/o lo scarico dei viaggiatori ubicata in corso Madonna della Libera nei pressi di piazza Padre Pio è soppressa.

Pertanto la fermata per il carico e/o lo scarico dei viaggiatori nell’esercizio delle linee statali “Vieste – Rodi Garganico – Roma”, “Vieste – Rodi Garganico – Pescara” e “Vieste – Rodi Garganico – Torino” sarà effettuata unicamente su corso Madonna della Libera nei pressi della struttura sanitaria 118.

Gli autobus in esercizio con il servizio di trasporto pubblico locale effettueranno la fermata su corso Madonna della Libera nei pressi della struttura sanitaria 118 e in via Trieste n. 10 nelle vicinanze del passaggio a livello.

Come si legge nel testo dell’ordinanza n. 22 emessa dal Responsabile del Comando di Polizia Municipale di Rodi Garganico in data 10 maggio 2016, ravvisata la necessità di snellire il traffico negli orari di punta e soprattutto nel periodo estivo, a salvaguardia dell’incolumità pubblica e privata delle persone, la stessa si è resa necessaria per le rimostranze di diversi commercianti dei locali ubicati in Corso Madonna della Libera, nel tratto di strada di Piazza Padre Pio, che lamentano di essere penalizzati per l’inquinamento acustico ed atmosferico causato dalla fermata e sosta temporanea degli autobus dell’impresa Ferrovie del Gargano s.r.l avente spesso il motore accesso, presumibilmente per agevolare il flusso dell’area condizionata all’interno dei mezzi e per consentire la salita nonché la discesa dei passeggeri.

44 commenti

  1. Elettra Carrozzino

    Riporto qui un recente commento sull’argomento. Concordo pienamente su tutti i punti trattati da Marco! E aggiungo…… Quando posso evito l’auto e vengo a Rodi in pullman. Sia in inverno che in estate periodo in cui il bus oltre a gente del posto è usato da tanti turisti. Mi soffermo sempre a guardare i loro occhi quando scendono. Occhi pieni di entusiasmo. Spesso li ritrovo seduti a fare colazione. Un caffè che segna l’inizio della vacanza, in una bella piazza in cui aleggia la brezza del mattino. Una piazza ordinata e ben tenuta. Che parla del clima e della vegetazione tipica di un paese garganico, marittimo. Fermata al 118! E la poesia svanisce e il turista patisce il primo disagio!!!!!

  2. Cicero pro domo sua…….

  3. Pietro Carnevale

    Per la tutela della pubblica e privata incolumità basta far rispettare i divieti di sosta, sempre e da tutti, ed impedire che i marciapiedi vengano usati come esposizioni e depositi di merci da bazaz. Oltre alla pubblica e privata incolumità si tuteli anche il decoro che è altrettanto importante e vitale per una dignitosa sopravvivenza della nostra Città. A proposito ci sono anche altre zone di Rodi Garganico e mi riferisco alle centralissime e vitali Piazza Garibaldi. Corso T. Moretti ex Corso Umberto I e Piazza Garibaldi, dove pubblica e privata incolumità sono parimenti da tutelare unitamente al decoro ma che non paiono all’attenzione di chi di dovere.

  4. La Lara

    Magari, a qualcuno , a dare fastidio sono proprio i turisti… la questione è semplice: il disagio si riferisce a 2/3 mesi l’anno ed è tanto opinabile quanto discutibile in quanto è una fermata e non un capolinea. Ragionando da turista, mi sembra che il gioco valga la candela….Rodi trae benefici anche dal pullman che porta paesani e turisti. Io , che vivo in una città perennemente in lotta con targhe alterne, blocchi totali e ripetuti disagi per 11 mesi e mezzo, di queste cose ne sorrido. Sarebbe interessante sapere cosa realmente infastidisce così tanto alcuni negozianti ….

  5. Elettra Carrozzino

    Pietro hai proprio ragione! Per di più la piazza incriminata ha accessi anche comodi per i disabili e per trasportare i bagagli con le rotelle. Non mi sembra che i marciapiedi per raggiungere la nuova fermata abbiano le medesime caratteristiche! Soprattutto quello della fermata in questione in uscita dal paese. Gradini alti per pareggiare il manto stradale …… Movimentato peraltro dalle radici degli alberi. O ricordo male?

  6. Elettra Carrozzino

    E poi sul versante opposto proprio in prossimità della fermata non c’è un bel raggruppamento di cassonetti per la spazzatura? Ricordo bene? Spero proprio di sbagliarmi! Che in estate già dal mattino presto emanano olezzi nauseabondi.

  7. Pietro Carnevale

    Elettra hai fatto il quadro della situazione dei luoghi! Ma sembra che questo aspetto non è stato minimamente preso in considerazione. A quanto pare la incolumità dell’utente è, per chi ha promosso il provvedimento, un elemento marginale.

  8. Francesco Caputo

    il 99% negozianti in realtà è contrario a questo provvedimento… in realtà è a favore solo un negozio… e sanno tutti di chi stò parlando!!!! infatti i negozianti hanno chiesto un incontro in comune a breve.

  9. Maria Delle Fave

    Francè tienimi aggiornata su quest’incontro, se viene fissata una data avvisami.

  10. Titti Sgherzi

    Avvisate anche quando ci sarà l’incontro, grazie.

  11. Titti Sgherzi

    I negozianti non credo siano stati interpellati a tal proposito, almeno parlo per noi che abbiamo appreso la notizia così come tutti i cittadini dai social.

  12. Francesco Caputo

    infatti, credo ci sia qualcosa di losco sotto!!!

  13. vorrei ricordare che, se non si è d’accordo come in questo caso, invece di straparlare si può visto gli elementi oggettivi avviare iniziative a tutela reale della collettività, che cosa si aspetta ? Cè bisogno sempre del presunto “liberatore ” o “salvatore ” di turno ? si preferisce di continuare a svolgere il ruolo dell’ osservatore dell’Onu ? Oppure si vuole diventare protagonisti con intelligenza della qualità della vita quotidiana di questo paese ? Cosa sceglieranno i Rodiani ?
    Ai posteri l’ardua sentenza !!!!!!!!!!!!!!!!!

  14. Comunque a quanto pare a Rodi c’è molta gente che non ha nulla da fare. Solo e sempre lamentarsi e lamentarsi………. Appare quasi il frutto di una regia occulta……..Nessuno però parla dell’ erosione della costa e della scomparsa totale della più bella spiaggia del Gargano che permetteva, prima della costruzione del porto, la balneazione di tanti turisti locali e non; come nessuno parla della situazione economica disastrosa che versano gli imprenditori locali e delle casse comunali prosciugate dall’ insensata politica di spreco degli ultimi quindici anni che ha portato al dissesto finanziario. Senza parlare poi del decadimento totale della famiglia e delle amicizie a seguito del frazionamento e divisioni avvenute per colpa della politica locale e del potere a tutti i costi. Questo purtroppo avviene, a quanto pare, sempre per colpa della politica, anche fra le persone che fanno parte di associazioni,gruppi, parrocchie ecc. Meditate gente, meditate.

  15. La Lara

    Ma infatti credo che un buon negoziante abbia l’intelligenza di favorire l’afflusso di turisti …ma un singolo negoziante ha tutto questo potere? L’Unione fa la forza 😉😉😉

  16. Commento superfluo e inutile…ancora con questa storia del porto?!… certo che la vostra ignoranza travalica ogni possibilità di comprensione umana e non….

  17. Rodi Garganico online

    La petizione popolare per il ripristino della fermata degli autobus di linea in piazza padre Pio può essere firmata anche online a questo link
    https://www.change.org/p/prefetto-di-foggia-ripristino-fermate-autobus-di-linea-in-piazza-padre-pio-a-rodi-garganico

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici