Olio extra vergine pugliese consumi cresciuti del 18%

olio-di-olivaOgni pugliese consuma cir­ca 16 chili di olio extravergine l’anno, con un aumento dei con­sumi del + 18 % nell’ultimo anno. L’attenzione alla sala alimenta­zione, il valore della dieta me­diterranea, il riconoscimento di un alimento che fa bene al pa­lato e alla salute, hanno acceso i riflettori sull’olio extravergine di oliva che sarà il principe in­discusso della kermesse «Extra­vergine in Puglia», a Lecce, or­ganizzata da Regione Puglia, Coldiretti Lecce e associazione O.l.e.a. (Organizzazione Labora­torio esperti e assaggiatori). Protagonista assoluto sarà l’o­lio extravergine d’oliva pugliese e proprio la scelta dell’olio sarà uno degli elementi chiave nella valutazione dei giurati per decidere a chi assegnare il «Piatto l’Oro di Puglia 2016» tra le crea­zioni dei volenterosi/talentuosi giornalisti-cuochi sarà una giu­ria qualificata, capeggiata dallo chef Andrea Serravezza.

«Per il settimo anno consecutivo – ha spiegato il Presiden­te di Coldiretti Lecce, Pantaleo Piccinno – Lecce sarà la capitale dell’olio Italiano, per dare una ‘spallata’ a quanto di negativo e penalizzante anche per il settore oleario di questa regione ha rap­presentato l’epidemia straordi­naria di Xylella Fastidiosa. In totale sono stati selezionati in diverse sessioni 1000 oli extravergine di aziende agricole e frantoi. Un moto di orgoglio del settore olivicolo – oleario che deve conquistare finalmente il proprio spazio con fiducia». Il Premiò nazionale «L’oro d’Italia» è ormai una fra le ras­segne più prestigiose del pano­rama di eventi dedicati alla va­lorizzazione della qualità ed è considerato punto di riferimen­to per le aziende dell’oro verde d’Italia che, con spirito di par­tecipazione e con i migliori pro­dotti, provenienti da 18 regioni, dal Friuli Venezia Giulia alla Sicilia, dal Piemonte alla Pu­glia. Le aziende che si sono aggiu­dicate almeno “tre gocce d’oro” come giudizio di valutazione en­treranno a far parte della guida riservata alle migliori aziende olivicole nel panorama italiano. Gli appuntamenti in program­ma nella tre giorni si svolge­ranno presso il Castello Carlo V, l’ex Convento dei Teatini ed il Must – Museo storico della Città di Lecce.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici