Mina commuove tutti: «Davide l’avrebbe fatto»

davideeminaLa scelta di Mina che in vacanza a Rodi Garganico ha salvato quattro vite autorizzando il prelievo degli organi del marito 

Davide avrebbe compiuto 39 anni questo mese. Poco prima del malore aveva detto a sua moglie Mina, “ho mal di schiena, prendo un antidolorifico e vado a riposare”. «Poi l’ho ritrovato a terra, privo di sensi – racconta Mina. Abbiamo chiamato subito i soccorsi e un’ambulanza ci ha prelevati da Rodi Garganico, dove stavamo trascorrendo le vacanze con le nostre figliolette. Prima il trasferimento all’ospedale di San Severo, da dove, dopo i primi esami, l’hanno trasportato d’urgenza alla Casa Sollievo della Sofferenza».

Il suo quadro è parso da subito grave: la diagnosi parlava di un aneurisma cerebrale.«Poco prima dell’anestesia, prima di essere intubato, ha provato a chiedermi delle bambine con quel po’ di forze che gli rimanevano, poi mi ha stretto la mano per tre volte. É stata la nostra ultima comunicazione».

Dopo il decesso, i medici dell’Unità di Anestesia e Rianimazione II le hanno proposto di autorizzare il prelievo di organi. Lei ha acconsentito. «Non ne avevamo mai parlato, non si pensa a queste cose quando si è in vita», ci ha spiegato Mina. «Perché l’ho fatto?Perché lui lo avrebbe fatto sicuramente. Era un uomo molto generoso, sempre disponibile e altruista con gli altri, era il nostro orgoglio!».

Dopo l’ok della famiglia, il prelievo degli organi ha reso disponibile cuore, fegato, reni e cornee. Il primo è stato trapiantato a Verona, su una giovane donna; il fegato ad un bimbo di 10 mesi in una clinica romana e ad un paziente di un ospedale di Bari. Stessa destinazione per i reni, mentre le cornee sono state cedute alla Banca degli Occhi di Mestre che provvederà ad individuare un paziente idoneo.

Davide non c’è più, ma la sua vitalità e la sua generosità continueranno a vivere. «I suoi organi daranno speranza a qualcun altro. Il nostro Davide – ha concluso Mina – resterà comunque sempre con noi, continueremo ad amarlo sempre».

6 commenti

  1. Maria Ruggiero Notari

    Grande coraggio in un momento tanto tragico.

  2. Alessandro Mastrodomenico

    Donna da ammirare per il coraggio e per l’amore verso il prossimo!!!

  3. Luigi Romagnuolo

    Decisione difficile e coraggiosa, gratitudine che restituisce senso alla nostra fragile umanità.

  4. Michele Pizzicoli

    Un’atto di straordinaria sensibilità umana. Mina, merita l’ammirazione di tutti.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici