La Puglia continua a crescere, forte calo della disoccupazione

ViesteIl 2016 pare proprio destinato ad essere l’anno della rinascita economica del nostro Paese. Dopo una crisi durata lunghi mesi, che ha costretto le aziende a chiudere i cordoni delle assunzioni lasciando, di riflesso, molte persone prive di un lavoro, il tasso occupazionale sta tornando a salire. Con grande gioia delle famiglie italiane, che possono finalmente trovare un po’ di respiro. In questo senso, la Puglia è stata indubbiamente una delle regioni in cui l’occupazione è cresciuta di più, durante questi primi mesi del nuovo anno: un’ottima notizia, considerato che le zone del Sud sono state le più colpite dalla crisi e, dunque, le più bisognose di una risalita.

L’aumento dei prestiti – L’economia è una sorta di gioco di ruolo in cui ogni attore ha un compito specifico, ed ogni sua azione influenza la risposta degli altri protagonisti. Proprio in questo senso, tutto nasce dall’immissione di liquidità fresca della Banca Europea, che ha permesso agli istituti di credito di respirare e di concedere una maggiore apertura all’erogazione dei finanziamenti: dato il calo delle garanzie bancarie, infatti, sarà più facile avere accesso ad un prestito personale presso banche moderne come Hellobank, grazie alle quali si avranno maggiori benefici e la possibilità di realizzare l’intera procedura online, fattore che permette una riduzione sia del tempo di erogazione che dei costi aggiunti del prestito. Da qui, ovviamente, nasce l’aumento dei consumi delle persone e, di conseguenza, i migliori fatturati da parte delle piccole e medie aziende che offrono prodotti o servizi.

L’importanza della crescita del tasso di occupazione – Favoriti sia dalla leggera ripresa economica sia dalle maggiori agevolazioni delle banche, l’aumento dell’occupazione in Puglia sta portando la maggiore stabilità necessaria per poter riprendere la crescita. Potendo dunque contare su un maggiore afflusso di reddito, tali aziende possono permettersi di riaprire le assunzioni, così da generare un circolo virtuoso in cui molti disoccupati riescono a trovare un lavoro fisso. Certo, la risoluzione della crisi è ancora lontana e si sta procedendo a piccoli passi, ma si tratta comunque di una parziale risalita molto importante per il benessere dell’Italia e delle famiglie maggiormente in difficoltà.

L’aumento dei consumi in Puglia – Come anticipato poco sopra, la Puglia è stata una delle regioni a mostrare un incoraggiante aumento dei consumi: un aumento legato ovviamente ai prestiti e alla maggiore facilità di accesso ai diversi tipi di finanziamenti. Dalle auto all’acquisto della casa, passando per gli stessi studi universitari, ogni aspetto è necessariamente passato da un piccolo budget concesso dalle banche. Stando allo studio Territorial & Sectorial 2016, infatti, questi primi mesi hanno fatto registrare un tasso di crescita del Pil del +0,4%, con prospettive ancora migliori durante i mesi a venire. Merito anche dei prestiti, aumentati del 10% rispetto a gennaio 2015. Ma la Puglia si è fatta notare anche per un interessante aumento delle esportazioni (in crescita del 2,3%) e degli investimenti.

9 commenti

  1. Carmine d

    A Rodi fanno i salti per la gioia!

  2. Michele Milone

    da trasferirsi subito nel nuovo eldorado dopo tanti anni questa e una bella notizia

  3. Giuseppe Romagnuolo

    Ciao carmine almeno una speranza per i giovani ( sempre che la notizia sia vera )

  4. Carmine d

    Caro Giuseppe la disoccupazione a livello nazionale è quasi il 40% e a Rodi è purtroppo diversi punti percentuale in più! Ti lascio immaginare qual’è la situazione. Magari cambiasse, sarei davvero il primo a gioire. Un caro saluto

  5. Giuseppe Romagnuolo

    Ciao carmine tu magari non mi ricordi da ragazzini giocavamo spesso a pallone o sul lungomare o addirittura allla villa io voglio bene al mio paese come te e come tutti per me che vivo a milano da49 anni sentire che potrebbe esserci anche un piccolo spiraglio be voglio crederci indipendentemente dal colore certo che sarebbe una grande delusione se questo fosse un trucco elettorale ciao spero di venire a rodi il prossimo anno

  6. Rino Campanozzi

    Ahhahhahah bella questa

  7. I giovano soffrono della intolleranza di lavoro!!!

  8. Il lavoro è intollerante alla sofferenza dei giovani…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici