Firmato il decreto, in arrivo fondi per l’alluvione in Capitanata

calamità-agricolturaFirmato dal ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, il decreto di declaratoria dello stato di calamità a seguito delle piogge alluvionali che hanno colpito i comuni del foggiano lo scorso 14 e 15 ottobre 2015.

“Il Ministero ha, difatti, accertato i danni e accolto, in tempi brevissimi, la proposta della Regione Puglia di declaratoria degli eventi alluvionali che hanno colpito e martoriato i terreni e imprese agricole del foggiano lo scorso anno”. Lo dichiara l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, Leo Di Gioia, l’indomani dell’approvazione del decreto di declaratoria del carattere di eccezionalità delle alluvioni in una zona, quella foggiana, già a forte rischio idrogeologico.

“Con il decreto – precisa Di Gioia –, che ci fa tirare un sospiro di sollievo, sono previsti aiuti, attinti al Fondo di Solidarietà nazionale, destinati agli agricoltori per il risarcimento delle strutture aziendali distrutti dalle piogge. I comuni interessati sono, nello specifico, Ascoli Satriano, Biccardi, Castelluccio Dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Celle Di San Vito, Deliceto, Faeto, Foggia, Lucera, Monteleone di Puglia, Orsara di Puglia, Roseto Valfortore e Troia”.

“Eventi calamitosi come le piogge sono sempre più frequenti, soprattutto in zone in Puglia con riconosciute difficoltà oggettive a rischio frane, esondazioni o smottamenti, che mettono in ginocchio gli agricoltori e imprenditori. Anche per questo il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 prevede numerosi sostegni a investimenti per il ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici. E, soprattutto, aiuti per l’introduzione di adeguate misure prevenzione”.

Di Gioia il prossimo 16 febbraio, alle 17.00, nella Sala Consiliare del Comune di Castelluccio Valmaggiore, insieme ai tecnici dell’Ufficio Provinciale Agricoltura foggiano, illustrerà i contenuti del decreto, alla presenza dei Comuni del Sub Appennino Dauno interessati dal provvedimento. L’occasione sarà anche per illustrare le attività dei Gruppi di Azione Locale in rapporto alla sperimentazione della Strategia Nazionale per le Aree Interne.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici