M5S: «Reste da miti coltura e rifiuti a Cagnano Varano»

reste-capojaleDomenica 10 Luglio, nella spiaggia di Capojale sono stati ritrovati dai bagnanti reste da mitilicoltura, praticata nelle acque del Lago di Varano, e rifiuti di qualsiasi tipo tra cui plastiche varie. I cittadini e i pescatori di Cagnano Varano, che da quasi un anno si stanno interessando della problematica, hanno incontrato gli organi competenti in Provincia e informato l’amministrazione per risolvere il problema che si era impegnata a realizzare un’isola ecologica per la raccolta e smaltimento di questi rifiuti. Intervengono su questa problematica Il capogruppo M5S al Consiglio Regionale Antonio Trevisi e la consigliera regionale M5S della provincia di Foggia, Rosa Barone.

“Le aziende di mitilicoltura presenti nel Gargano dovrebbero smaltire questi retini che invece abbandonano in mare procurando un grave danno all’intero ecosistema marino garganico. Questi retini, essendo in plastica non biodegradabile, rimangono inalterati nell’ambiente per decenni recando così un grave danno alla fauna marina, deturpando l’ambiente costiero e procurando danni economici al turismo e alla pesca. Probabilmente gli addetti al settore non sanno che la plastica con cui sono realizzate deriva dal petrolio e che impiega decenni a fotodegradarsi, scomponendosi in piccolissime particelle tossiche che attraverso la catena alimentare arrivano sino a noi, facendoci ammalare. Ci auguriamo – concludono i cinquestelle – che le autorità competenti intervengano così da scongiurare in futuro scempi di questo tipo che danneggiano l’ambiente e l’immagine turistica del territorio.”

22 commenti

  1. Serafino Monaldi

    Più pericolose dell’aeroporto trivelle e nessuno protesta. Zona bellissima ma incivile. Non solo mare,Discariche a cielo aperto nella ss 51bis…vergogna!!

  2. Vincenzo Campobasso

    Questa foto, sicuramente di repertorio e scattata durante mesi non balneari, è sicuramente fedele. Ma nel trafiletto qui sopra risulta una (qasi) falsa informazione: le reste spiaggiate non provengono quasi mai dal lago, ma dal mare stesso, essendo presente proprio in mare, per qualche miglio, la palificazione di miticultura. Le reste della coltivazione in lago, purtroppo, invadono l’interno del bacino non che le sponde del lago. Qui è più richiesta l’opera dell’amministrazione comunale (non solo di Cagnano Varano, ma anche di Carpino e di Ischitella). Comunque,un INTERVENTO RADICALE dovrebbe esserci: oasi ecologica od altri tipi di intervento, non importa; importante è che le spiagge non ne soffrano, le acque non ne soffrano!

  3. Marco Sciarra

    Vincenzo Campobasso questa foto è stata scattata proprio domenica 10 luglio…

  4. Vincenzo Campobasso

    Qualcuno ieri ha detto che in tale data la spiaggia era PULITA. Marco, siamo alle solite: io non so a chi dare retta: a chi dice che la spiaggia era pulita o ad una foto presentata come scattata recentissimamente?

  5. Marco Sciarra

    Non sarà forse che le informazioni da te ricevute sono entrambe esatte? La spiaggia pulita a cui ci si riferisce e quella prospiciente i lidi balneari privati, la foto è del tratto libero di costa

  6. Libera Attanasio

    Che cretini….e ma Dio sa come ripagare tutto questo…poi si lamentano e piangono quando piove e i canali si ostruiscono….i disastri nel Gargano già li abbiamo visti….buttate buttate

  7. Angelo D

    La spiaggia come documentata da persone presenti sulle spiaggia di capojale erano pulite , questa immondizia fu trascinata da qualche corrente marina proveniente dalla Tremiti oppure coste dell’est .. Oppure nella peggior dei casi qualche fenomeno politico avversario si invento di buttare rifiuti in mare per farlo ritrovare in spiaggia , solo per la gelosia di portarla allo stato di quando erano loro al palazzo .. Ci sono tante cose da pensare , ma di certo non è pera di Cagnanesi , si vero le reti per l’allevamento delle cozze si , ma l’immondizia no , anzi i numerosi vacanzieri che arrivano da San Severo e limitrofi , lasciano lo schifo di immondizia in spiaggia .. Da vedere la domenica cosa combinano .. Per questo Signori questo non è lo schifo di Capojale , e successo ma è passato , bisogna solo dire di vigilare su tali fenomeni .. Se la vogliamo dire tutta L’acqua di capojale la migliore del Gargano come purezza .. Al quando avendo un mega impianto di cozze e priva di scarichi di fogna .. L’unica pecca che la gente non sa apprezzare e valorizzare ..

  8. Vincenzo Campobasso

    Che dirti, Marco? Bisognerebbe che le foto riportassero le coordinate geografiche o che includessero un bel tratto del panorama, con relative indicazioni a terra. Così, invece, un dubbio possono farlo ben nascere. Cosa dice, dopo, Angelo D’Apolito?

  9. Michele Montecalvo

    Invece il problema si potrebbe risolvere se solo la guardia costiera facesse il suo lavoro migliaia di retini abbandonati in mare dopo la lavorazione delle cozze basterebbe che gli aspettassero al rientro controllare se abbordo anno le reste e multando chi Nn ha con se i rifiuti e sequestrare il raccolto così vedi se imparano ad essere civili e rispettare il mare che tra l’altro a questi porci lì da pure da vivere 😡😡😡😡

  10. Angelo D

    PERFETTO , CONCORDO PIENAMENTE

  11. Angelo D

    GIUSTO…stamattina sono state postate altre foto della spiaggia , mentre la ditta pulisce come da contratto..Un mio amico Michele Coccia, aveva postato delle foto della spiaggia di capojale , ben pulita, rastrellata, di certo se dpo arriva una scia di immondizia , depositandola sulla spiaggia di capojale, di certo non tiene colpa ne l’amministrazione, ne i cittadini, ne nessuno, ma semplicemente ciò che si butta in mare , il mare restituisce, come ben si sa il mare è molto dispettoso , quello che si butta lui restituisce, quello che si toglie lui si riprende…il problema come diceva qualcuno bisogna vigilare su l’uso dei rifiuti delle reti da pesca, che sicuramente non tutti , ma qualcuno crede di buttare in mare fa bene, lil secondo problema principale capire da dove arrivano sti rifiuti immondizia , se dalle coste dell’est , oppure Tremiti…Se il mare va rispettato , di certo anche il mare ci offrirà un’ottimo pesce, un’acqua pulita, …impariamo a rispettare

  12. Vincenzo Campobasso

    DEDIDERO INFORMARVI DI COME STANNO (o, per lo meno, stavano, in agosto 1986) LE COSE A LAMPEDUSA. Su quella bellissima, seppur selvaggia ed alquanto arida isola, estrema propaggine italiana verso l’Africa, le immondizie vengono (o venivano) sversate in mare, E queste si allontanavano e si riavvicinavano, in balia delle correnti. Per un certo periodo, poi, non si vedeva più nulla. Fino al successivo sversamento. Risultato: un aparte di quelle immondizie, finivano sicuramente su altri lidi, più o meno vicini/lontani, un’altra parte, immergendoti nelle pur limpide acque lampedusane, la ritrovavi incastrata tra gli scogli e/o depositata sulle sabbie dei dintorni. uesto è, più o meno, quello che avviene delle nostre immondizie e di quelle dell’altra sponda. Alla fine, la profondità del mare sarà meno profonda, fino a quando il mare non sparirà del tutto. Ma forse l’uomo sarà sparito prima!

  13. Vincenzo Campobasso

    A BORDO?!? Ma chi è così ingenuo dapensare che i mitilicoltori carichino le reste sulle imbarcazioni per poi buttarle in mare! Le buttano sul posto. Ovvero, se lavorano le reste all’asciutto, è chiaro che poi le lasciano cadere in mare a ridosso del porto; se le lavorano sul posto (cosa difficile, a meno che non lo facciano sulle tolde), le buttano direttamente sotto di loro. GUARDIA COSTIERA! Occorre una GUARDIA DI COSCIENZA, quella dei miticultori!

  14. Michele Montecalvo

    Si a bordo le devono depositare per poi scaricarle al porto negli appositi contenitori , Nn so lei , ma io in mare ci lavoro e so bene come e quando è soprattutto dove buttano le reste sappiamo tutti che la gente sia a terra che in mare e incivile quindi chi deve vigliare , che tra l’altro vengono anche pagati Nn lo fa come si deve ecco perché l’Italia tutta va a monte 🤔🤔🤔🤔

  15. Libera Bozzetti

    Qui chi governa non c’entra…c’entrano i voncioni!!

  16. Cinzia Castelluccia

    Vincenzo Campobasso,Qst è stata scattata da una mia amica durante una passeggiata

  17. Marco Sciarra

    Vincenzo Campobasso come vedi la verità, prima o poi, non tarda a venire a galla

  18. Cinzia Castelluccia

    Si può ben notare l ombra

  19. Nicola de Felice

    ” PROSPICIENTE”. Che meraviglia. Grazie Marco Sciarra, erano anni che non si leggeva una meraviglia di termine simile. Ogni tanto, nonostante la serietà della faccenda, è anche un piacere leggere i commenti su Facebook.

  20. Ricordo lo scorso agosto questo scempio, chilometri di spiaggia ricoperti di monnezza, ma non solo retine che erano in quantità smisurate, ricordo bottiglie, scarpe, contenitori, pannolini e tanti altri oggetti. Per mia sfortuna ci ho dovuto passare un’intera settimana…. Se volete ho prove fotografiche di quanto dico

  21. Scusate, io penso che questo come altri segnali (spiaggia dell’isola varano modello discarica da non pulire, retini e boe di plastica dei citati allevamenti abbandonati, gestione raccolta rifiuti lido del sole etc) confermano quello che tutti sappiamo: lo sviluppo del turismo in questa zona del gargano non interessa ai politici. L’alternativa è che non sono capaci.

  22. Maren Von Appen

    Siamo arrivati sabato x passare una settimana di vacanze a Vieste. Sono rimasta incredula davanti allo sporco (soprattutto reti, ma non solo) sulla spiaggia Pizzomunno. Come è possibile che venga permesso ad una minoranza, i mirilcoltivatori, di danneggiare tutti, il mare con la sua flora e fauna, i pescatori, chi lavora nel turismo? Cosa è successo dall’estate scorsa?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici