Autorizzata ricerca idrocarburi di fronte alle Tremiti

ricerca-idrocarburi-garganoCon decreto dello scorso 21 dicembre 2015, è stato conferito il permesso di ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi convenzionalmente denominato «B.R274.EL» ricadente nella Zona B del Mar Adriatico. La concessionaria autorizzata è la società Petroceltic Italia, con sede legale a Roma, che avrà possibilità di condurre le ricerche per i prossimi sei anni ovvero fino al 20 dicembre 2021.

L’area marina entro la quale la società permissionaria eseguirà la ricerca è prospiciente alle coste abruzzesi e molisane a poche miglia marine dall’Arcipelago delle Isole Tremiti per un’estensione complessiva di 373,70 km². La Petroceltic, multinazionale irlandese che ha ottenuto il permesso a estrarre idrocarburi ai sensi delle leggi vigenti e delle sentenze giudiziarie emesse negli anni a colpi di ricorsi – come si legge nel bollettino degli idrocarburi e delle georisorse del 31 dicembre 2015 – è autorizzata a compiere riflessioni sismiche nel mare, con micro-esplosioni che gli ambientalisti ritengono particolarmente dannose per cetacei e delfini, per acquisire dati sulla presenza di petrolio nel sottosuolo. La ditta potrebbe realizzare un pozzo esplorativo a 40 chilometri dalla costa molisana e ad appena 26 chilometri dalle Isole Tremiti. I lavori di indagine geologica e geofisica dovranno partire entro 12 mesi, quindi entro il prossimo mese di dicembre 2016.

“Il Governo non si smentisce mai! 31 Dicembre, legge di stabilità, ed ecco il decreto per permettere le trivellazioni alle Tremiti, sempre alla stessa società, sempre nello stesso luogo dove venne permesso dalla Prestigiacomo. Alla faccia dei movimenti e dei cittadini che hanno detto no. Contano solo gli interessi.
Noi non molliamo”, il commento di Rosa Barone, Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle e componente delle Commissioni Sviluppo economico e Affari Istituzionali della Regione Puglia.

“Il colpo di mano del governo la dice lunga sulla volontà di sfruttare le fonti fossili” il commento a caldo di Raffaele Vigilante, rappresentante dei movimenti NoTriv che negli ultimi anni hanno condotto una dura battaglia contro l’ipotesi di trivellazioni nel Mar Adratico. “Questa autorizzazione riperimetrata – continua Vigilante – è stata già oggetto di un ricorso al TAR Lazio vinto dal movimento no triv con sentenza del 5 ottobre 2012. Purtroppo si ripresenta nonostante i referendum richiesti e nonostante gli emendamenti presenti nella legge di stabilità. Ora c’è bisogno di tutte le forze per ribloccare questi speculatori che vogliono distruggere la nostra già fragile economia.”

13 commenti

  1. Nando Ferri

    Spero che sia solamente una cagata questa notizia

  2. Libera Attanasio

    Ma la ricerca per vedere se c’e sale nella zucca nessuno ha mai provato?

  3. Massimo Di Cataldo

    Perche rovinare quella zona

  4. Tonino Primavera

    Gente continuate imperterriti a votare sta gentaglia di sinistra, e bastaaaaa, siamo ormai in dittatura ,non abbiamo modo di diferndere nulla, siamo costretti solo a pagare tasse…..

  5. Vincenzo Campobasso

    Insomma, invece di dire TANTO TUONò CHE PIOVVE!, dobbiamo dire che, DOPO TANTO FUMO, NIENTE ARROSTO (per chi si è battuto, per chi aveva a cuore, senz’alcun interesse, le sorti della natura!). I governi dei vari Paesi si incontrano, duiscutono, fanno dichiarazioni di impegno, ma…. a partire dal futuro, mentre la Terra continua a soffrire ed a deperirsi con malattia! Non credo che le cose andrebbero diversamente con un diverso governo, però si potrebbe anche tentare dii abbatterlo e promuoverne un altro. Tanto, cosa ci perdiamo?ù

  6. Antonella Picazio

    Non per niente proprio in quel tratto di mare si è verificato uno sciame sismico circa un mese fa e c’è ancora qualche scossa. Poi vengano a dirmi che non c’è relazione!

  7. Bruno Tessitore

    Non è possibile!,,,,,,,

  8. Max Conte

    figli di puttana e ladri tangentisti. pd merda

  9. Max Conte

    purtroppo è pura verità solo che adesso si conosce l’esatta ubicazione. perchè i terremoti il mese scorso ?

  10. Giuseppe D

    Scusate amici di Rodi.Anche io sono pugliese.Le ricerche è atto dovuto.L’estrazione si vedrà.Tempo al tempo.

  11. Tiziana Basile

    La deficienza non ha limiti e noi non facciamo nulla per fermarla e menomale che le Tremiti sono isole protette alla faccia

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici