Foto, selfie e visite. Il Gargano re del web

invasioni-digitali-gargano-vicoDa Varano alla Grotta degli Dei, da Pulsano a Vieste passando per Rodi Garganico e Vico 

L’hanno promesso e ci sono riu­sciti: gli invasori garganici hanno letteralmente preso d’assalto le tappe stabilite per le Invasioni Digitali, e gli scatti pubblicati sulla pagina ufficiale dell’evento su Facebook e in­stagram sono davvero tantissimi. Tanti i par­tecipanti che hanno deciso di seguire Do­menico, Andrea, Antonella, Pasquale e tut­te le altre guide alla scoperta dei tesori più belli e suggestivi del territorio del Parco Na­zionale del Gargano. Con Domenico Sergio Antonacci, blogger di Amaraterramia, sul Lago di Varano sono­ giunte oltre una ventina di persone, tra cui gli Instagrammers ufficiali di Foggia, l’associa­zione cagnanese Schiamazzi e ragazzi parti­ti addirittura da Troia, per scattare qualche foto particolare del bacino d’acqua. Un esperienza divertente e parecchio coinvolgente, che ha portato sul Gargano un bel numero di amanti di questo territorio e che ci ha permesso di mostrare le bellezze della nostra provincia” ha spiegato il blogger car­pinese, che ha partecipato all’invasione sul Lago di Varano, con al seguito ragazzi venuti da tutta la provincia. “Un dato particolare” evidenzia Antonacci” è che il 90% dei contatti o account coinvolti è di ragazze, e sinceramente non so dare una lettura dal punto di vista sociale a questo numero. Forse, le don­ne sono più inclini a utilizzare strumenti come twitter o Instagram, ma è solo un mio pa­rere”.

Un dato che fa riflettere anche l’ambasciatore delle Invasioni Digitali in Capitanata, Andrea Colangelo, che pure non ha perso que­sta edizione: ‘Abbiamo registrato parecchie adesioni in tutte le tappe, molte in più ri­spetto allo scorso anno, quando invademmo solo Vieste e Monte Sant’Angelo. Ma, effetti­vamente, sono le donne quelle che hanno partecipato più degli uomini alle Invasioni. E anch’io non so il perché di questo dato, ma fa comunque piacere che il numero di inva­sori stia crescendo in maniera esponenziale di anno in anno”.

invasioni-digitali-gargano-tremiti

Natura, luoghi sconosciuti ai più, promozio­ne del territorio spingono gli invaders – prov­visti della maschera raffigurante proprio i personaggi di un famosissimo video gioco di fine anni ’80, gli Invaders, appunto – a gira­re in lungo e in largo la Montagna del Sole. “Ogni invasione si prefigge l’obiettivo di creare nuove forme di conversazione e si basa sulla co-creazione e promozione di valore culturale attraverso la partecipazione attiva dei visitatori alla narrazione del patrimonio. Quest’anno abbiamo deciso di unire le forze insieme a tutte le altre real­tà garganiche che sul web si impegnano a far conoscere il nostro territorio ai viaggia­tori di tutto il mondo. Infatti quest’anno abbiamo unito le forze per “invadere” tutti in una volta alcuni dei comuni del Gargano attraverso un viaggio fatto di mare, storia tradizione, cultura e paesaggio” si legge , sulla pagina delle Invasioni garganiche.

invasioni-digitali-gargano-pulsano“Mostrare il nostro territorio, le sue bellezze, ma anche le sue peculiarità, è uno degli obiettivi principali delle Invasioni” spiega Antonacci, e ancora “Ma non solo. Si vuole anche creare una rete tra utenti del web che condividono altre esperienze, casomai di Invasioni svolte in altri luoghi”. Infatti, le Invasioni Digitali sono un movimento nato tre anni fa che abbraccia tutto lo Stivale e che porta in giro per musei, parchi, mo­stre, tutti coloro che hanno voglia di cono­scere o condividere il paesaggio italiano, comprese le opere naturali e non. Ed è stato anche un momento per portare all’at­tenzione di molti lo stato in cui versano al­cune strutture garganiche, come la Torre di Varano: “Abbiamo scelto di terminare l’invasione sotto la Torre di Varano piccola per mostrare lo stato di degrado in cui versa, anche a seguito dei recenti crolli”. Gli inva­sori hanno lanciato anche un appello al sindaco di Ischitella, affinché prenda provvedimenti per salvare la Torre.

Ma per le Invasioni dell’anno prossimo si pensa ancora più in grande, almeno nel Gargano, “Stiamo cercando di reperire fondi per la prossima stagione,cosicché possiamo portare in giro più gente, coin­volgendo ancora più persone, ma soprattutto facendo un vero e proprio tour del­l’intero Gargano” annunciano sia Dome­nico che Andrea “Per il momento; ne stia­mo parlando, l’anno prossimo siamo cer­ti almeno che il periodo in cui si terranno le invasioni sarà più o meno questo. Poi, per trovare sponsor e per organizzare il tutto ci sarà tempo”. Le Invasioni, dunque, colpi­ranno ancora meglio il Gargano.

Giuseppe Fabio Ciccomascolo per L’attacco – ph. T. P. dell’Aquila, D. Romano, P. Gatta

4 commenti

  1. Michele Panella

    IL GARGANO E’ SEMPRE RE..!!!!!

  2. Laura Delle Fave

    Grazie anche a Rodi….

  3. nicola pupillo

    Sono uno degli organizzatori dell’invasione a Vico, nonchè partecipante all’invasione di Rodi di Sabato 2 Maggio.
    Mi fa piacere leggere questo articolo sul vostro blog.
    Mi avrebbe fatto altrettanto piacere leggere qualcosa in merito all’iniziativa anche prima del suo successo, quando con fatica si raccoglievano adesioni, soprattutto nel vostro paese, tanto che abbiamo deciso di anticipare l’invasione a sabato per consentire la partecipazione a noi di VIco, vista la passività della gente del posto.
    Sponsorizzare questi eventi, al di là dell’eventuale successo della manifestazione è sempre auspicabile soprattutto quando si vuole promuovere l’immagine di una località turistica come la vostra.
    Un ringraziamento d’obbligo va a Laura delle Fave e all’Hotel Borgo Marina per aver rappresentato Rodi in questa iniziativa, ed averci creduto, nonostante tutto, fin dal primo momento.

  4. Michele Panella

    CON IL RE DEI GELATI..!!!!!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici