Rifiuti, il grande dilemma: Eccellenza, sveglia!

raccolta-rifiutiLo scorso 22 giugno (la delibera è stata pubblicata il 7 agosto ultimo, dopo appena 46 giorni!!!), il sindaco e due assessori (Vallese-Bisceglie) approvano in giunta il nuovo capitolato tecnico preparato dall’ingegnere comunale per indire la gara per la gestione dei rifiuti.

Finalmente, sembra essere la volta buona, qualcuno direbbe “tanto tuonò che piovve!”

Ma non è così perché ancora una volta l’uso di frasi sibilline nel testo della delibera lascia prevedere il … nulla di fatto!

Le frasi sono queste:

– la prima: “considerato che questa amministrazione intende assicurare il servizio di igiene urbana, smaltimento, pulizia spiaggia e verde pubblico a condizione che il costo del servizio complessivo non superi la spesa attuale” (ma, mi chiedo, costoro sanno che l’attuale gestore non svolge tutti questi servizi e che, dovendoli prevedere nel capitolato, il costo necessariamente deve salire, a parte il resto?);

– la seconda: “evidenziato che se il costo del canone per garantire il servizio di che trattasi dovesse superare la spesa attuale è necessario che nel corso degli anni avvenire la qualità dello stesso deve tendere sempre ad un miglioramento nel rispetto del principio costi-benefici” (e mi chiedo, allora, costoro hanno letto ed esaminato le carte prima di approvarle? Hanno studiato il progetto di gara? Hanno verificato i costi? Hanno analizzato la qualità progettuale dei servizi? Prima di prestare il loro consenso, dopo ben tre atti di indirizzo in un anno (e nulla di fatto), si sono informati, hanno chiesto chiarimenti al tecnico per saperne di più, per non nascondersi, come sempre, dietro la striminzita foglia di fico?
Normalmente si approva o si disapprova ciò che si conosce, ma, siccome in questo angolo di “paradiso” le responsabilità sono sempre degli altri, si preferisce non sapere prima per poi accusare tranquillamente l’altro.

Ma non basta, a mio avviso, manipolare una deliberazione, come l’informazione, per scrollarsi di dosso responsabilità morali e giuridiche.
Io la certezza che si tratti dell’ennesima “genialata” ce l’ho, e, quindi, ai primi di settembre prossimo, come ai primi di gennaio 2016, e così ancora fino alla fine di questa scellerata messinscena amministrativa, ci ritroveremo a commentare la solita ordinanza sindacale che si ripeterà per assegnare l’appalto allo stesso operatore, con gli stessi problemi, con le medesime défaillances stagionali o non; un’ordinanza, questa volta, ancorata anche all’alibi dei maggiori costi da evitare, tanto per non smentirsi, così turlupinando anche sua Eccellenza!

Donato Petrosino

7 commenti

  1. capisco che si debba attaccare il ciuccio dove dice il padrone, ma se quella povera bestia è rappresentata da due persone che fino ad oggi stimavo, davvero non ho più parole. E mi meraviglia pure vedere che questi ciucci sono tanto poco intelligenti se non hanno capito, i ciucci, perchè i compagni di merenda non nono andati a fare il gioco dell’Eccellenza.
    Ancora una volta, se ce ne fosse stato bisogno, questa è l’ennesima dimostrazione che la cosa pubblica serve a far arricchire chi governa. In questo caso anche fino a oggi ho stimato.
    Speriamo che finisca qui. E che Dio ce la mandi buona per il futuro immediato.
    A proposito, ma l’Amministrazione in dissesto non dovrebbe provvedere -prima di pensare ad arricchirsi- a precisi obblighi di legge? Che quando prenderà?

  2. Gli amministratori sono impegnati ad organizzare la grandiosa festa di san Rocco che ci aspetta….

  3. Allora possiamo star tranquilli.

  4. dopo la fantasmagorica festa di San Rocco, gentilmente regalataci dall’Amministrazione, finalmente questa vorrà prendere i provvedimenti che per legge le spettano dopo la dichiarazione di dissesto?
    E magari anche dimettersi in massa per permettere democratiche elezioni?
    Sperando che non si candidino più questi ignobili!!!!!!!!!!!!!

  5. Toglierei il gorica all’aggettivo….

  6. Hai ragione, ho un pò abbondato. Sarebbe stato meglio limitarmi ad evocare ll fantasma della festa!
    Chiedo umilmente scusa a te e a chiunque altro s’è accorto del mio gravissimo errore!

  7. Nulla di cui scusarti…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici