Il Consiglio comunale di Rodi Garganico approva il dissesto finanziario (video)

Il Consiglio comunale di Rodi Garganico tenutosi in mattinata, come già annunciato in precedenza dallo stesso Sindaco, dopo la lettura da parte del Presidente del Consiglio Rag. Salvatore Saggese della relazione del Revisore unico dei Conti e l’intervento del Sindaco dott. Nicola Pinto, ha deliberato ad unanimità il dissesto finanziario dell’ente.

Nel corso della seduta è stata anche approvata la convenzione di Segreteria tra i Comuni di Rodi Garganico, Ischitella e Isole Tremiti e il nuovo Regolamento disciplinante la realizzazione di “murales” nel territorio comunale.

DISSESTO FINANZIARIO: COSA CAMBIA PER IL CITTADINO E IL COMUNE

23 commenti

  1. Facciamo un grande applauso a questa grande amministrazione che dopo 3 anni ha portato la nostra città al dissesto…entreranno nella storia di Rodi…

  2. Carmine d'Anelli

    La vera storia non annovera la vergogna!

  3. Spero diventi al più presto solo un brutto ricordo

  4. non soltanto entreranno nella storia di Rodi, ma se in un momento come questo i nostri eccelsi amministratori pensano a disciplinare i murales nel territorio comunale, siamo molto al di là della storia. Siamo alla frutta……. marcia!

  5. Ma poi dove stanno questi murales….?!

  6. forse nella testa degli illuminati amministratori?

  7. Leonardo Pietro Russo

    Certo che questi personaggi del fumetto comico (l’indignato e inquisitore) senza nome sarebbero sicuramente ottimi amministratori. Da come parlano sembra che siano molto preparati e che capiscano proprio tutto . Io li proporrei per le prossime elezioni. Sicuramente salverebbero Rodi . Evviva gli anonimi inquisitore e indignato!!!!!!!!!!!

  8. Caro Leonardo Pietro Russo, innanzitutto il mio nome non deriva da un personaggio da fumetto, e poi la volevo ringraziare per i “sentiti” complimenti (?)…io non capisco tutto ma espongo il mio personale sentimento che, basta guardarsi in giro, penso sia unanime per la maggioranza delle persone che ama la propria città…non mi proporrei mai per le prossime (mai tanto così) agognate elezioni perchè non mi ritengo all’altezza ma basta tracciare un bilancio di ciò che ha fatto l’attuale amministrazione per ottenere un risultato negativo…
    Proporrei un sondaggio: in 3 anni cos’ha fatto l’attuale amministrazione?
    Risposte aperte e sopratttutto sincere.

  9. Se sei leale e corretto mettici il tuo vero nome

  10. Ma scusa cosa cambia se faccio sapere la mia identità…. sono un normale cittadino rodiano, non sono un politico o politicante, sono una persona normale che ama la propria città e che la sta vedendo andare in malora… Non sono nessuno ma ho le facoltà mentali per ragionare bene e per non andare alla deriva come i 361 individui che credono ancora in questa amministrazione….

  11. Sono deluso, e rispondo all’amico Leonardo Pietro Russo chiedendogli scusa se non ho potuto farlo prima, se per te basta che qualcuno esprima il proprio giudizio su un fatto (politico nella fattispecie) perché possa aspirare ad una candidatura alla massima carica cittadina. Scusami, ma questo mi fa ritenere che tu appartieni a quella schiera di persone che subisce passivamente nefandezze d’ogni genere senza neanche provare a far sentire la propria voce.
    Se questa mia considerazione è corretta, ti chiedo scusa, non volevo urtare la tua pusillanimità… e per il futuro cerca di gridare meno evviva e datti da fare per il tuo paese.
    Poiché la stessa sorte è toccata all’inquisitore, voglio anche rispondere a Giusi per dirle che il mio nome è Aldo e se le interessa posso fornirle anche il cognome perché quando si dice la verità non bisogna mai avere paura di niente.
    Chiaro?

  12. purtroppo devo constatare che il tifo per l’uno e per l’altro continua, ma nessuno chiede conto negli ultimi cinque anni dei soldi come sono stati gestiti, e nessun amministratore pubblica sul sito istituzionale come sono stati spesi analiticamente i soldi dei contribuenti così finalmente sappiamo come stanno realmente le cose. Complimenti a tutti i rodiani che fanno finta di nulla dando la colpa o all’uno all’altro senza però avere uno straccio di prova una grande dimostrazione di maturità, ma d’altronde gli amministratori sono lo specchio della comunità e quindi prima di criticare sarebbe opportuno farsi l’esame di coscienza per chi ce l’ha ancora ……………………….

  13. Cari indignati e inquisitori vari, mostrate la vostra faccia nascosta dietro le belle parole dette solo perchè avversari politici dell’ Amministrazione attuale, così si potrà avere un dialogo aperto, limpido e trasparente con chi si cela dietro quelle maschere di cera che ricordano il fantasma dell’ opera. Coraggio datevi da fare anche voi per il paese e non criticate solamente. …………Abbiate il coraggio delle vostre azioni e uscite dal guscio.

  14. Xilella il tuo nickname è tutto un programma…io non sono avversario politico ma sono avverso a quest’amministrazione inconcludente e impalpabile e sono libero di criticare…poi se a qualcuno da fastidio pazienza…se a qualcuno da fastidio il mio anonimato è perchè forse tocco qualche corda che vibra nel cervello di qualcuno procurando fastidiose emicranie (?)….la tua a maisucola sulla parola amministrazione la dice lunga…

  15. Xylella fastidiosa (nome scientifico) è un batterio, quindi un microrganismo unicellulare e questo spiega tante cose.
    1) Non sono di Rodi Garganico, né ci vivo. Puntualmente ogni anno però sono qui a trascorrere le mie vacanze. Detto questo, amico batterio, non sono io a dovermi rimboccare le maniche per dare una mano al paese, ma proprio tu che tifi per l’attuale amministrazione comunale.
    2) Perché tu possa regolarti, amico mio, sappi che personalmente conosco Nicola Pinto da quando era assessore nelle Aministrazioni (adesso ci sta la a iniziale maiuscola!) guidate da Teodoro Moretti, probabilmente quando ancora tu non eri nato.
    3) Sempre perché tu possa regolarti ti dico anche che ho personalmente fatto campagna elettorale accanto a Nicola, non soltanto nell’ultima tornata vincente, ma anche in quella in cui fu sconfitto dal D’Anelli.
    4) Sarà forse per l’amicizia e la confidenza che mi lega a lui che devo criticarlo per questi tre anni di amministrazione in cui, praticamente, nulla è stato fatto, se non distruggere Rodi, danneggiare i rodiani e, primo dei suoi errori giganti, non aver denunciato pubblicamente la situazione debitoria del Comune sin dai primi giorni dopo l’insediamento (questa almeno era la sua versione). Un’ “omissione”, insomma, che gli sta costando tantissimo: ha perso credibilità politica e anche personale; ha bruciato la squadra di amministratori che ha creduto in lui; ha ridato forza al D’Anelli che di certo alle prossime votazioni farà un sol boccone della cosiddetta sinistra rodiana.
    Perciò cara xilella abbi tu il coraggio delle tue azioni ed esci dal guscio che ancora ti avvolge, se non altro per aprire gli occhi e guardare la realtà che ti sta davanti.

  16. Io sono foggiàno da generazioni e in capitanata se non rispondi a chi ti ha rivolto una domanda sei praticamente finito. Non certo fisicamente, come si verrebbe da pensare, ma moralmente, il che, forse è anche peggio.
    Rimango perciò basito dal mancato risconto della xilella al mio commento ma questo, oltre a farmi capire che il soggetto non è in grado di capire e di ribattere ad argomentazioni vere, non ha la minima idea di cosa vuole strenuamente difendere.
    IL NULLA?
    Se è così, auguri xilella! (che comunque non si scrive cos) Prega che ti vada meglio in appresso!!!

  17. Da un’individuo con un nickname da batterio cosa vuoi pretendere….

  18. Dopo il dissesto l’amministrazione comunale si è dissolta. Nessuno si fa vedere in giro, anzi cerca di defilarsi con molta attenzione. A questo punto mi chiedo perchè questi solerti amministratori che hanno provocato il disastro finanziario continuano a stare attaccati alla propria cadrega. Non sarebbe meglio farsi da parte accettando sportivamente la sconfitta (stupidamente voluta)?
    Ma al mattino, costoro, non si specchiano per vedere lo schifo?
    E’ vero che siamo in Italia, dove tutto è possibile, ma che ciò accada impunemente anche in una piccola realtà come quella rodiana fa capire che il fondo è stato raggiunto da tanto; ora qui lo stanno raschiando! Hai visto mai?

  19. Questa è la dignità che tanto sdoganavano di dover ridarci….hanno portato un paese al dissesto, sporcizia ovunque, anarchia che vige in ogni strada di Rodi, una frazione come Lido del sole abbandonata a se stessa…3 anni di questa amministrazione hanno creato solo desolazione sociale e squallore ambientale….
    Spero solo che come diceva Battisti “e quasi sempre dietro la collina il sole”….

  20. A proposito di dissesto, mi viene da pensare se prima del consiglio comunale del 29 giugno scorso, mi chiedo se l’amministrazione comunale di Rodi Garganico si sia interrogata sulle conseguenze pesanti che deriveranno dall’adozione di tutta quella serie di provvedimenti obbligatori dopo la dichiarazione di dissesto finanziario.
    Il consiglio comunale dovrà redigere un bilancio risanato, che consenta di superare gli elementi che hanno prodotto il dissesto: per esempio una spesa eccessiva per i servizi o per il personale.
    Non credo che la stupidità degli amministratori continui a far dichiarare che il dissesto è stato generato dalla disinvolta amministrazione D’Anelli (se fosse stato vero, perché Pinto non ha denunciato immediatamente il problema?) perché, altrimenti, bisognerebbe che la stessa amministrazione spieghi perché mai di tutto ciò abbia avuto contezza dopo ben tre anni di governo! Mi sembra una strada impercorribile.
    Resta la spesa per il personale. E qui, mi pare, che l’Amministrazione Pinto avrà una montagna di grattacapi che non augurerei al mio peggior nemico. Infatti dovrà subito deliberare la rideterminazione della pianta organica dal momento che quella attuale è spaventosamente sovrannumeraria rispetto alle unità effettivamente spettanti sulla base del rapporto dipendenti/ popolazione secondo quanto previsto dalle norme. Il rapporto previsto dalla legge è di un dipendente per 93 abitanti! Quanti lavoratori si ritroveranno in sovrannumero e incerti del loro futuro? L’allegra brigata del sindaco Pinto se li è fatti questi calcoli?
    Non è finita, perchè il consiglio comunale, dovrà anche adempiere all’obbligo previsto dall’art. 251 del Testo Unico sull’ordinamento locale, e adeguare imposte, tasse locali, aliquote e tariffe di base alla misura massima consentita dalla legge ed eliminare tutti i servizi non indispensabili e contenere tutti gli altri livelli di spesa entro limiti di estrema prudenza.
    Una sola cosa potrebbe esserci di buono per la cittadinanza: che la Corte dei conti dovrà individuare i responsabili del dissesto imputando loro i danni per dolo o colpa grave, nei cinque anni precedenti il verificarsi del dissesto finanziario.
    Gli amministratori riconosciuti responsabili per cinque anni non potranno ricoprire incarichi di assessore o di revisore dei conti di enti locali o di rappresentante di tali enti presso istituzioni, organismi ed enti pubblici o privati, quando, valutate le circostanze e le cause che hanno determinato il dissesto, si accerti che questo è diretta conseguenza delle azioni od omissioni per le quali l’amministratore è stato riconosciuto responsabile. L’interdizione temporanea dai pubblici uffici è soltanto una sanzione accessoria ed automatica a quella principale, che è la condanna al risarcimento patrimoniale. Qual è la cosa buona? Almeno si tolgono dalle scatole.
    Per dirla in breve, amici rodiani, a parte gli amministratori responsabili, anche per voi si prospettano tempi a dir poco tempestosi.
    Auguri.

  21. Sin dal primo giorno della “conquista ” del Palazzo di città si sono lamentati e lagnati dei presunti debiti lasciati dalla precedente Amministrazione… perché non hanno dichiarato subito il dissesto? Questa è l’atavica domanda che pervade tutti noi sani di mente…. chissà perché hanno aspettato poco più di 3 anni…chissà cosa passava per le loro menti nel prendere una simile decisione… sarebbe bello saperlo da loro, gli ultimi guerrieri di un’amministrazione claudicante….

  22. più che claudicante direi senza gambe…… e senza bussola dal primo giorno.

  23. Oltretutto devo dire di avere la sfortuna di conoscere, non bene, fortunatamente, un paio di assessori del comune e dai loro ragionamenti ho carpito sempre un certo disagio nel commentare alcuni loro fantasiosi provvedimenti. Ma farsi trascinare in queste sabbie mobili richiede una stupidità superiore se consideriamo che in quella giunta ci sono due avvocati, un sociologo e qualche diplomato.
    Ma questi saccenti conoscono almeno il loro mestiere (e mi riferisco soprattutto agli avvocati), tutti gli altri che facevano e che fanno: le belle statuine?
    Non sarebbe ora che tutti questi egregi ignoranti decidano di sparire da Rodi?

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici