D’Anelli: «Il dissesto non mi riguarda»

carmine-danelliNessuna incandidabilità per l’ex sindaco di Rodi, anche qualora venisse dichiarato il dissesto economico nel comune oggi amministrato da Nicola Pinto

La nostra testata ha commesso ieri un errore madornale nell’ipotizzare l’incandidabilità di Carmine D’Anelli. Il dissesto a Rodi Garganico potrebbe essere dichiarato nelle prossime ore, ma non coinvolgerà l’ex sindaco, che si è dimesso dal consiglio comunale ormai da più di due anni, come tutti gli altri eletti della sua lista, che dopo la surroga hanno lasciato lo scranno seguendo le sue orme.

Il politico, candidato alle prossime regionali col Movimento Schittulli ha inviato in redazione questa precisazione: “Mi sembra di rivedere la famosa commedia del grande Eduardo de Filippo (Natale in casa Cupiello) quando il figlio sciocco (ma non tanto) non essendo stato accontentato dallo zio con una copiosa strenna natalizia, gli augura cent’anni di vita, ma! Ma! Con qualche malattia.

Ma veniamo ai fatti! Innanzi tutto, il comune di Rodi nel momento in cui sto scrivendo, non ha dichiarato alcun dissesto! Inoltre, il sottoscritto, non solo non ricopre nessun incarico nel suddetto comune, ma, si è dimesso dallo stesso oltre 2 anni fa. Giova ricordare che il comune di Rodi Garganico è l’unico comune, forse nel mondo, a non avere nessuna opposizione, infatti, dopo le mie dimissioni e quelle dell’ex candidato sindaco Giuseppe Ventrella, tutti i consiglieri surrogati, si sono dimessi (con decisione responsabile, motivata e irrevocabile) lasciando l’allora e attuale risicata maggioranza al suo destino!

Se nei giorni a venire, l’attuale sindaco pro tempore dichiarerà il dissesto, si assumerà la totale responsabilità di tale scellerata decisione e, senza alcun ombra di dubbio, le conseguenze si abbatteranno su di esso e la sua combriccola. Chiarito ciò, è evidente la subdola manovra di qualche losco figuro, che, terrorizzato e invidioso delle notizie che fermamente circolano sul mio crescente consenso elettorale per le prossime elezioni regionali, tende a divulgare notizie infondate e del tutto mendaci sulla mia candidatura. Ebbene, il consenso si costruisce con la credibilità, e se oggi come ieri, la mia persona gode di rispetto e credibilità è proprio per il lavoro onesto e disinteressato che ho sempre profuso”.

Antonella Soccio per L’Attacco

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici