Ripuliti i vecchi canali, fango cancellato. Così risorge Peschici

peschiciLe spiagge tornano all’antico splendore, folla alle Tremiti 

La dea bendata, quella del 1998, questa volta non c’en­tra nulla. Peschici, una delle perle del Gargano, chiuderà a settembre una stagione estiva molto positiva: il ritorno, an­che ad agosto, dei turisti delle regioni settentrionali, gli stra­nieri non solo a giugno, un in­coming medio alto che ha sop­piantato in parte il turismo di vicinato protagonista degli anni scorsi. Senza contare le partenze delle tre motonavi dal porto turistico verso le Isole Tremiti che hanno lavorato tut­ti i giorni, così come i barconi per le visite lungo la costa e alle grotte. Complici l’estate caldis­sima e un mare mai impratica­bile.

Il Gargano, Peschici come la Puglia hanno sicuramente be­neficiato del fatto che quest’anno il Medio Oriente e il basso Mediterraneo sono mete trop­po a rischio. Una estate così affollata Peschici non la viveva da tempo, almeno dal 2003. Un anno fa, a settembre, a causa della terribile alluvione, con quei delta enormi che si erano aperti sulle spiagge di Peschici, di Baia di Manaccora, operatori turistici e commercianti del luogo tremavano all’idea che ci potesse essere un ritorno di immagine negativo. Non è sta­to così. I garganici si sono rim­boccati le maniche e hanno scommesso su una stagione estiva che chiuderà in bellezza.

Parallelamente gli interventi sui canali partiti quest’inverno stanno quasi per concludersi, così come la realizzazione del canale Santa Lucia ormai ter­minato, dove si è tenuto conto anche dell’impatto visivo sui turisti con opere di mitigazio­ne con i muretti a secco. I primi dati disponibili nelle mani degli operatori, rispetto allo stesso periodo del 2014, non mentono: a luglio c’è stato un incremento del 13,5%, ad agosto siamo sull’ordine del 17%. Nel dettaglio, la prima set­timana di agosto ha registrato un più 15%, più 20% nella setti­mana clou, quella dall’8 al 15 agosto. Ma come e dove hanno scel­to di trascorrere la propria va­canza i turisti? Hanno optato, con le prenotazioni attraverso i più noti portali web viaggi, per b&b (più 35%), case vacanza (più 25%). Bene anche gli hotel con un incremento del 20%, e i residence, scelti soprattutto dalle famiglie con bambini pic­coli e adolescenti con il 15% in più.

Molto più contenuta, ma pur sempre positiva, la perfor­mance dei campeggi, con un 6% in più sempre rispetto allo scorso anno. Particolarmente incoraggiante il dato che ri­guarda la richiesta di suite, do­ve si spende dai 300 euro a not­te, prenotate sino al io agosto. E, se il tempo regalerà una coda estiva senza nuvole, la prima settimana di settembre, stando alle prenotazioni, sarà altrettanto propizia, si prevede un aumento del 10%. Le strutture ricettive, dun­que, non potranno lamentarsi, ma neppure bar, ristoranti, pizzerie, paninoteche che hanno lavorato a pieno ritmo. Tanti i turisti che hanno scelto di gu­stare l’aperitivo al tramonto nel Trabucco dello chef Ottaviano o nei piccoli ristorantini sulle spiagge con le bruschette gar­ganiche, i troccoli allo scoglio e le fritture di calamari.

Antonella Caruso per corriere.it

4 commenti

  1. Lorenzo Magaletti

    Ma non scrivete cazzate…quest’anno il mare a Peschici ha fatto cagare!!!

  2. Pierfrancesco Pier Di Stolfo

    Ripuliti? Ne ho visto uno solo e basta a riempire di nuovo la piana di fango e pietre !

  3. Falco Michele

    Se oltre ai canali non abbattete le costruzioni abusive, tutto il lavoro svolto sarà vano.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici