Il profumato e solitario regno di nonna Chiara

oasi-agrumariaE’ primavera e tra i primi tepori dopo il freddo inverno, colori e profumi sono tra i protagonisti per un viaggio carico di emozioni nell’oasi agrumaria che si estende tra i comuni di Rodi Garganico e Vico del Gargano, un territorio definito da molti viaggiatori un vero e proprio angolo di paradiso; tanto che, secondo un’antica leggenda, proprio il vegliardo San Pietro, che custodisce le chiavi del paradiso, risiede in questa contrade e mai come in questo caso, si coniuga l’andante che ogni leggenda ha un fondo di verità!

Le colline tra Rodi e Vico, con la dolcezza dei declini, la ricchezza di fresche sorgenti, il verde dei tanti giardini di limoneti più vicini alla costa e degli aranceti ed altri alberi frangivento più in alto, costituiscono tra l’azzurro del mare e quello del cielo, in un’aria carica dei profumi delle zagare, un piccolo paradiso.

Un paradiso fatto di giardini d’agrumi, tra vecchi muretti a secco, ville e casini ottocenteschi che affacciano le loro ariose terrazze sui tramonti marini, vere tavolozze naturali che sottolineano nel blu marino il nitido profilo delle isole Tremiti e più in là, nelle giornate più limpide, la costa Croata.

Tra queste magnifiche colline esiste un piccolo regno profumato, è quello di nonna Chiara, una simpatica ottantenne che regna incontrastata e solitaria su un vasto giardino d’agrumi.

Un piccolo regno da fiaba immerso in una natura che ti sorride silenziosa, che si raggiunge da un sentiero che parte dalla strada che da San Menaio sale tortuosa verso le sorgenti di Santa Maria di Canneto e poi dell’Asciatizza e Vico del Gargano.

Proprio subito dopo l’antica chiesa di S.Maria del Canneto, tra alberi che qua e là incorniciano ritagli della marina, si scende verso un piccolo pianoro e qui si aprono le porte del fantastico regno di nonna Chiara.

Eccola, la regina degli agrumeti che con i suoi scudieri, un gatto panciuto ed un vecchio cane dall’aspetto bonario, accoglie i rari visitatori del suo regno.

Nonna Chiara, ormai ottantenne, regna da sola perché vedova da molti anni e conduce in solitudine il suo agrumeto con passione ed innata dedizione, con la sua andatura oscillante ed un sorriso sempre verde sul volto rugoso e scurito dal sole. Nei suoi occhi e nella lenta parlata c’è la gioia di guidarci verso i segreti del suo giardino d’agrumi per coniugare una millenaria ospitalità.

Ci fa così da guida svelandoci i nomi dei diversi tipi di arance e limoni ed anche ciliegie bianche, fave ed altre mille verdure preziose per i sapori delle nostre tavole, ma anche ricche di virtù medicinali. Tradizioni, ricette, rimedi naturali che la regina di questo piccolo regno profumato c’insegna piano per tramandarci questa o quella segreta ricetta.

Arriva il tempo dei saluti, ma prima, la nostra regina ci mostra la sua minuscola reggia, un piccolo vano terraneo di un vetusto casino di campagna, sopra le stanze da letto e giù, in pochi metri quadri il microcosmo di nonna Chiara: una minuscola cucina, un camino, una piccola panca ed alcuni utensili !

E’ qui che tutto sa di semplice, di essenziale e nonna Chiara regna solitaria e sovrana su una natura incontaminata fatta di fresche sorgenti, profumi inebrianti e cielo e mare, dove par di essere più vicini al divino.

Carmine de Leo per La Gazzetta del Mezzogiorno

3 commenti

  1. Michele Panella

    IL NOSTRO PARADISO PIENO DI PROFUMI..!!!!!

  2. Michele Panella

    IL MIGLIO MARE CHE ABBIAMO…!!!!

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici