Distretto Agroalimentare di Qualità «Terre Federiciane»

distretto-agroalimentare-terre-federicianeIl 12 novembre a San Severo convegno finale del Gal Daunia Rurale 

“Valorizzazione delle risorse produttive e locali e realizzazione dei relativi circuiti” è stato il tema cardine del progetto Distretto Agroalimentare di Qualità “Terre Federiciane” che ha unito due meravigliose terre, quella della Puglia e della Basilicata, per promuovere una filiera dei prodotti in grado di esportarsi all’estero.

Capofila del progetto è stato il GAL Ponte Lama attraverso la cooperazione del GAL Daunia Rurale, Murgia Più, Piana del Tavoliere, Daunofantino, le città di Castel del Monte, Sviluppo Vulture più una serie di GAL di area balcanica (5 della Romania, 2 dell’Albania). Il Distretto Agroalimentare di Qualità Terre Federiciane ha avuto tra gli altri obiettivi strategici espressi nel piano di sviluppo, la razionalizzazione e l’innovazione delle strutture produttive, la valorizzazione delle produzioni locali attraverso marchi di qualità quali la DOP, la IGP e ‘Agricoltura Biologica’ e il rafforzamento dei servizi innovativi attraverso la ricerca, la creazione e la diffusione di conoscenza su tecnologie e mercati.

Partner qualificato del progetto, l’Università degli Studi di Foggia, fondamentale per l’attivazione delle “antenne distrettuali”, ovvero di punti strategici di informazione ed orientamento – uno per ogni GAL partner – che si sono occupate della promozione e dell’intermediazione anche nei rapporti con i buyer stranieri. Ambizioso l’obiettivo del progetto “Distretto”, che ha messo in relazione, per la prima volta, il modello distrettuale italiano con il suo corrispettivo presente nel territorio balcano, per realizzare un’azione finalizzata a misurare ed incrementare le performance del “Distretto Terre Federiciane” (realtà esistente dal 2009 che conta oltre 700 imprese agroalimentari, oltre ad associazioni, sindacati, enti, centri di ricerca e università dei territori di Foggia, Bari e Bat), con quelle del Distretto dei Balcani.

Il bilancio delle attività svolte dal GAL Daunia Rurale nell’ambito del PSR Puglia 2007-2013 Fondo Feasr Asse IV Misura 421 saranno tracciate nel corso di un convegno. L’appuntamento è per il 12 novembre ore 17.00, presso la sede di Daunia Enoica di San Severo, sita in vico Cicorielle 2. Dopo i saluti del dott. Simone Mascia, Presidente del GAL Daunia Rurale, dell’avv. Francesco Miglio, Sindaco della Città di San Severo, sono previsti gli interventi del Prof.re Francesco Contò,

Responsabile Cooperazione GAL Daunia Rurale, del dott. Giovanni Porcelli, Direttore GAL Ponte Lama, della dott.ssa Nadia Di Liddo, Responsabile animazione GAL Ponte Lama. Previste anche le conclusioni del dott. Leonardo Di Gioia, Assessore Agricoltura Regione Puglia.

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici