Veicoli in fiamme, coinvolta auto di Consigliere comunale

auto-in-fiammeIl clima a Rodi Garganico continua ad essere rovente, non solo per le temperature che negli ultimi giorni mantengono la colonnina di mercurio prossima ai 40 gradi, ma anche per la scia di attentati e intimidazioni perpetrati da ignoti a danno di alcune autovetture e che sembrano non avere mai fine.

Questa volta ad essere interessati dalle fiamme sono stati quattro veicoli parcheggiati nel piazzale adiacente al ristorante pizzeria Boomerang che, ironia della sorte, andò letteralmente in fumo un anno fa a causa di un corto circuito. Difficile però credere che questa volta a scatenare le fiamme sia stato un fortuito incidente considerando che tra i mezzi che nella notte sono stati coinvolti uno appartiene all’avv. Emilio del Conte, Consigliere comunale con deleghe a politiche giovanili e valorizzazione del patrimonio, eletto nel Maggio del 2012 per la lista civica “Rodi è gia domani” del Sindaco Nicola Pinto.

Quello verificatosi nella notte, quindi, potrebbe essere solo l’ultimo di una serie di atti intimidatori nei confronti degli amministratori comunali, eventi inauditi che negli ultimi tempi hanno portato dapprima alle dimissioni dei vice Sindaco Veneziani e Tavani e, dopo l’attentato perpetrato ai danni del Consigliere d’Anelli, dell’intera squadra dei Consiglieri comunali di minoranza.

Come già accaduto in precedenza, anche in questo caso gli inquirenti hanno dato immediato avvio alle indagini per stabilire la dinamica dei fatti e far luce su quanto accaduto nella speranza di individuare i responsabili e assicurarli alla giustizia.

13 commenti

  1. Carmine d

    Stiamo facendo vergognare perfino ” I Corleonesi”

  2. Gianni Russo

    Non riconosco più il mio paese

  3. Carmine d'Anelli

    Spero con tutto il cuore che sia solo uno stupido incidente quello che è successo all’avvocato e nonchè consigliere comunale Emilio Del Conte.
    Esprimo comunque tutta la mia solidarietà e quella della mia famiglia con lo stesso rispetto che ebbe lui nei miei confronti quando insieme all’allora vice sindaco Giuseppe Tavani vennero personalmente a casa mia ad esternare il loro disappunto e la loro vicinanza dopo il vile attentato perpetrato in danno alla mia famiglia!

  4. Nino Gervasio

    Quando manca la democrazia manca tutto!

  5. Michele Mascis

    un paese diventato simbolo di odio e vendetta.ora macchine in fiamme,domani cosa succederà di questo passo.non ci sono parole…un abbraccio all’amico caro che è tra i pochi che si è buttato in politica per amore del paese…..questo è il ringraziamento.vergogna!!!!!!!

  6. La domanda non è “chi è?”, ma “perchè?”….

  7. Donato Petrosino

    .. e purtroppo circola a piede libero anche chi da vero idiota soffia sul fuoco con demenziali farneticazioni …

  8. Sono sconcertato dall’ articolo pubblicato, spero sia stata una dimenticanza !!!! Ma, non è stato ricordato l’ attentato più schifoso, di stampo sicuramente mafioso, perpetrato ai miei danni . Vi ricordo uno degli articoli dell’ epoca:
    “Parlo dell’ atto ignobile di intimidazioni al vicesindaco Carlo Vallese che da soli venti giorni dall’ assunzione dell’incarico, ignoti , si sono scagliati contro la cappella cimiteriale di famiglia, profanandola e spingendosi a sfregiare la lapide del loculo del padre.

    A terra sono stati ritrovati anche due bossoli, probabilmente di una pistola calibro 7.65 con una foto dello stesso Vallese che è restato al suo posto in giunta come terzo vicesindaco del governo Pinto nel giro di pochissimo tempo”
    Nonostante indagini, interventi delle forze dell’ ordine, siano passati oltre due anni dall’ accaduto non si è arrivati alla scoperta dei colpevoli. Spero che, chi di competenza, possa porre fine a questa mattanza e dare , finalmente, giustizia a tutti coloro che hanno subito e stanno subendo tuttora da uomini senza scrupoli, senza valori e senza dignità, che sicuramente girano indisturbati per le vie della città.
    Colgo l’ occasione per esprimere, a nome mio e dell’ intera Amministrazione Comunale, tutto lo sdegno e condanna nei confronti degli attacchi vili che ancora una volta vengono perpetrati nei confronti degli attuali amministratori che certamente porteranno a termine il loro mandato elettorale.”

  9. Gentile Geom. Vallese, i fatti di cronaca gravissimi che l’hanno interessata non sono stati inseriti nell’articolo non perchè meno gravi di quelli citati, ma perchè nell’articolo sono stati riportati solo quelli che hanno determinato la dimissione dei Consiglieri comunali. Come ricorderà, questo blog si è più volte interessato anche dell’inaudita vicenda da lei stesso citata e che, ora come allora, merita tutto il nostro sdegno per l’attacco vile perpetrato ai danni della persona ancor prima che dell’Istituzione.

  10. Io non ho nulla di cui vergognarmi

  11. recentemente ho letto la deposizione disperata del nuovo questore di foggia in parlamento alla Commissione parlamentare per i reati contro gli amministratori pubblici,sulla situazione drammatica in tutta la provincia .

    Consiglierei a tutti di leggerla e di diffonderla serve visto i tempi, per far smuovere le coscienze perchè una cosa che può capitare a tutti nessuno escluso, non giriamo la testa.

    http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2014/09/25/news/foggia_la_mafia_dimenticata-94825851/

    Solidarietà a TUTTI quelli che sono stati colpiti da questi episodi criminali ma sopratutto la popolazione per bene unita, deve creare un “MURO” contro questo genere di violenza se no è finita per Rodi .

  12. Ho letto l’articolo e condivido anche se mi pongo una domanda, perché il prefetto non interviene attivamente nelle “questioni” rodiane?…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!

Condividi il post con i tuoi amici