Provincia di Foggia: domiciliari per 4 assenteisti

carabinieriSi sarebbero assentati dal posto di lavoro senza alcuna valida giustificazione i quattro dipendenti della Provincia di Foggia che sono stati arrestati durante un’operazione condotta dall’Arma dei Carabinieri.

Per i quattro, gravemente indiziati del reato di truffa aggravata, è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Si tratta di M. G. 66 anni, P. C. 55 anni. F. F. 34 anni. M. P. 46 anni. I quattro indagati sono accusati di essersi presentati ripetutamente ed alternativamente in ritardo sul luogo di lavoro, di essersi ripetutamente allontanati dallo stesso nel corso dell’orario giornaliero previsto dal contratto e di aver più volte anticipato l’uscita. Nonostante ciò riuscivano ugualmente a far risultare sempre la loro regolare presenza, grazie alla timbratura del proprio cartellino marcatempo o della propria scheda magnetica ad opera del collega che, a turno, era presente sul luogo di lavoro oppure omettendo di far risultare le uscite durante l’orario di ufficio.

I provvedimenti restrittivi sono l’esito di una complessa attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia e condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Foggia tesa a riscontrare un’ipotesi di assenteismo di alcuni dipendenti della Provincia di Foggia, impiegati presso gli uffici dei Servizi Sociali in via Lecce e dell’Osservatorio delle Politiche Sociali in via Fornelli che, sebbene dotati di due ingressi distinti, sono comunicanti e forniti di un unico orologio marcatempo delle entrate ed uscite dei dipendenti. L’attività dei Carabinieri appurava anche che, oltre alla mancata corrispondenza dell’orario di entrata e di uscita dall’ufficio con quelli registrati con i badge, i quattro dipendenti si allontanavano spesso dall’ufficio durante l’orario di lavoro senza registrare l’uscita ed il rientro mediante l’orologio marcatempo.

Durante il previsto orario di lavoro, i quattro dipendenti indagati, anziché essere in ufficio, passavano un significativo periodo di tempo a fare passeggiate nel centro cittadino, frequentare negozi, fare la spesa al mercato e dedicarsi ad acquisti vari.

2 commenti

  1. Ovviamente le indagini sono scaturite dalla denuncia di un burocrate o di un politico o sindacalista dell’ente.
    No?
    Ma che strano …

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici