Rodi, gli studenti protestano per la palestra

sciopero-palestra-itc-rodi_1Un corteo composto da diverse centinaia di studenti stamattina partendo dall’Istituto Statale Superiore “Mauro del Giudice” di Rodi Garganico ha raggiunto la villa comunale per manifestare davanti al Palazzo di Città e chiedere a gran voce la realizzazione della “loro” palestra, quella i cui lavori furono aggiudicati ad una ditta leccese già nel lontano 2007 dopo l’espletamento della gara d’appalto bandita dall’Amministrazione provinciale del tempo.

L’importo dei lavori di circa novecentomila euro sarebbe dovuto servire per realizzare un piccolo gioiello che avrebbe dovuto rispondere alle più moderne tecnologie nel pieno rispetto di tutte le norme in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

sciopero-palestra-itc-rodi_2Insomma, come spiegava l’allora assessore provinciale ai lavori pubblici Antonello Summa, un impianto sportivo confortevole, capiente, moderno e in grado di fornire a tutti gli studenti dell’istituto rodiano la possibilità di svolgere un’attività sportiva in piena sicurezza e con una ampia disponibilità di attrezzature nella precisa ottica di ammodernare e potenziare il patrimonio scolastico di Capitanata.

Però, nonostante le numerose rassicurazioni ricevute nel corso degli anni, di quel finanziamento e dell’impianto sportivo che avrebbe dovuto sorgere all’ingresso di Rodi Garganico, nelle immediate adiacenze dell’istituto tecnico superiore, si sono perse le tracce tanto da spingere gli studenti a scendere in piazza per rivendicare tra canti e balli il loro legittimo diritto ad avere uno spazio adeguato dove poter svolgere l’attività sportiva.

Aspettativa più che legittima che però evidentemente non collima con i tempi della burocrazia e soprattutto con la penuria di fondi che ha portato la Provincia di Foggia ad un clamoroso dietro front, finendo per destinare altrove le somme che inizialmente aveva stanziato con l’approvazione del piano dei lavori pubblici per il triennio 2011/2013, all’interno del quale per la realizzazione della tensostruttura da adibire a palestra presso il “Del Giudice” e l’anfiteatro scolastico provinciale di Rodi Garganico aveva individuato poco più di un milione di euro mediante un diverso utilizzo di un mutuo già acceso presso la Cassa Depositi e Prestiti. Somma che invece è finita per essere destinata altrove, considerato che della palestra rodiana non vi è più alcuna traccia tra le opere che la Provincia di Foggia ha inserito nell’attuale piano dei lavori pubblici per il triennio 2013/2015 approvato a fine Novembre 2013.

palestra-rodi-llpp-2011_2013

15 commenti

  1. Caterina Moretti

    Una protesta per una causa più che giusta! che si diano risposte plausibili ai giovani senza offendere la loro (ed anche la nostra!) intelligenza…….

  2. Michele Azzellino

    Ormai le somme destinate alla costruzione della tensostruttura sono state cessate… come sempre nell’assoluto silenzio istituzionale

  3. Michele Azzellino

    ( come l’anfiteatro provinciale di via Nenni e la relativa strada di servizio )

  4. Michele Panella

    ANCHE LA PALESTRA ORA..!!!!

  5. Caterina Moretti

    …..e non è che il problema è stato proprio nel voler realizzare “pure” l’anfiteatro di via Nenni?

  6. Michele Azzellino

    NO prof. Erano due cose distinte e separate.

  7. Caterina Moretti

    ….a me è giunta voce che con la somma stanziata per la palestra, non potendone realizzare una di un certo tipo più costoso, si optava per quella tipo pallone e con quella somma anche fare poi altro…..

  8. Caterina Moretti

    …..comunque, vanno chiarite le cose ….è giusto che si sappia nel dettaglio cosa è successo

  9. Michele Azzellino

    La tensostruttura infatti. Quelle somme, prof, nell’assoluto silenzio sono state destinate all’emergenza scolastica provinciale. Nell’articolo ci sono le delibere provinciali.

  10. Marco Sciarra

    Una cosa è certa, che fino al 2015 non si potrà aspirare a finanziamenti da parte della provincia e figuriamoci se la si potrà realizzare con i fondi di altri enti

  11. Caterina Moretti

    …..allora posso andare in pensione senza mai poter vedere la palestra al Del Giudice dal quale sono uscita diplomata senza palestra e senza palestra me ne andrò in pensione……è davvero una vergogna!

  12. Michele Azzellino

    Marco Sciarra guarda caso anche la provincia è “sotto la lente della corte dei conti” – famosa frase del soggetto -, dunque chi di speranza vive…

  13. Caterina Moretti

    ….infatti, la speranza noi un pò agée l’abbiamo persa…..mi piacerebbe che non la perdessero i giovani, però!

  14. Michele Azzellino

    La cosa che mi meraviglia – ma non più di tanto – è il silenzio. Il piano triennale 2013/2015 a firma del commissario Costantini è stato pubblicato online… possibile che nessuno si è accorto di nulla??

  15. Michele Azzellino

    I giovani hanno speranza da vendere e sono alla ricerca disperata di esempi da seguire…

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici