Interdizione pontile bilaterale del porto turistico

pontile-bilaterale-marina-rodiNelle more dell’esecuzione dei lavori programmati dal Comune di Rodi Garganico di delocalizzazione di sedimento sabbioso accumulatosi in corrispondenza del molo di sopraflutto del porto turistico Marina di Rodi Garganico, ai fini della sicurezza portuale e della navigazione in generale, l’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste ha emesso un’ordinanza con la quale ha ritenuto necessario interdire alla navigazione e all’ormeggio di qualsiasi unità, il pontile bilaterale e parte dello specchio acqueo antistante lo stesso in quanto risulta totalmente interessato da una evidente riduzione del fondale che ne pregiudica l’utilizzo in sicurezza.

Nell’atto si precisa che le unità in transito dovranno procedere alla velocità di tre nodi, salva diversa velocità minima di governo, osservando tutte le norme suggerite dalla buona perizia marinaresca.

129 commenti

  1. Lucio Spalatino

    sono un”filuciudd” orgoglioso

  2. Donato Petrosino

    … e io un orgoglioso figlio di Rodi!

  3. Carmine d

    Lei signorina ha parlato giustamente di procedure V.I.A con partecipazione attiva degli ambientalisti, ebbene, il porto di Rodi Ha 2 procedure V.I.A. regolarmente approvate dalla Regione, inoltre sia Legambiente Puglia sia Italia Nostra ect etc hanno espresso il loro parere nelle sedi opportune. In sintesi la procedura è stata lineare e perfetta. Se dovesse venire a Rodi mi farebbe piacere farle leggere tutti i pareri ricevuti e quanto svolto. La saluto cordialmente

  4. Vincenzo Campobasso

    F’L’CIùDD: è un soprannome rodiano, da come ricordo, ma non saprei citare la famiglia cui appartiene od apparteneva durante la mia infanzia.

  5. Marilisa Spalatino

    lo farò, la ringrazio, anche del “signorina” :-D

  6. Lucio Spalatino

    questo è grave,Vincenzo ,non riconoscere la famiglia dei “filiciudd”

  7. Luigi Russo

    “Il Senato parla e Sagunto brucia”!

  8. Vincenzo Campobasso

    No, non è grave, Lucio! Da ragazzo, anche se frequentavo la strada, come tutti, non avevo contatti tali che mi permettessero di APPRENDRE PAR COEUR i soprannomi. Poi, a 15 anni, partivo prima per Foggia, per proseguire gli studi e, successivamente (1956) per Macerata. Le poche cose apprese riguardano più il dialetto che la società rodiana e gli anni di assenza hanno fatto piazza quasi pulita dei miei ricordi, Ecco, nel caso dei F’L’CIùDD, mentre ricordo il nome come soprannome, non ricordo a quale famiglia fosse collegato (non parlo del cognome, perché a Rodi non si usavano, se non raramente, in particolare, come nel mio caso, quando il cognome era diventato anche soprannome. La mia famiglia era I CAMBOBBàSS o QUìDD D’ CAMBOBBàSS e, nonostante non fossimo i soli [c’erano e ci sono anche altri rami di questo cognome], quando si diceva il mio cognome-soprannome era chiaro che si rivolgevano a noi).. Ultimamente,, essendomi noto il cognome COLLIVIGNARELLI, potei risalire ad un Ernesto che, per soprannome, a Rodi, prese TRENTACAPìDD, ma mi sono ricordato di dove tale famiglia, sicuramente originaria di Foggia, abitava. Se avessi più dati, potrei forse anche individuare la tua di origine…

  9. Vincenzo Campobasso

    Devo uscire dalla lunga chiacchierata. Lucio Spaltino, spero di trovare qui riscontro quando riaprirò la pagina…

  10. Michele Panella

    CHISSA’ PER QUANTE ESTATE ANCORA..!!!!

  11. Michele Panella

    E’ ARRIVATO IL RE DEL GELATO..!!!!!

  12. Tommaso Ognissanti

    Se il porto è stato fatto vuol dire che si poteva fare…questo è il tutto

  13. Michele Panella

    ERA MEGLIO IL VECCHIO MOLO..!!!!!

  14. Tommaso Ognissanti

    A te Marco Sciarra nn ti confido più nulla

  15. Michele Panella

    CON LE SUE SPIAGGE DORATE. !!!!!

  16. Marco Sciarra

    Perchè Tommaso era un segreto? Scusami non immaginavo

  17. Tommaso Ognissanti

    Adesso nn mi voterà più nessuno

  18. Michele Panella

    COSA E’ SUCCESSO..!!!!!

  19. Michele Panella

    CHI NON TI VOTERA’..!!!!

  20. Lucio Spalatino

    no,ma io scherzavo,Vincenzo,non ho la presunzione di far conoscere a tutti chi era mio padre,era solo una battuta,mio padre si chiamava Alessandro ,era molto conosciuto a rodi,ha lavorato per oltre 40 anni al distretto militare di Foggia,dove appunto siamo nati e vissuti io e miei fratelli,ma ci sentiamo rodiani a tutti gli effetti

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Se ti interessa un contenuto contattaci su blog@rodigarganico.info!
Condividi il post con i tuoi amici